26 sauter facts

Download 26 Sauter Facts

Post on 11-Aug-2015

31 views

Category:

Documents

3 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

No 26

La rivista per i clienti del Gruppo SAUTER

Jerry Yudelson Intervista allesperto di Green Building Vision Center di SAUTER Una nuova categoria di software per il building management Il clima ideale per lo studio Impiantistica degli edifici intelligenti per futuri ingegneri Alta e intelligente La Tamkeen Tower di Riad

4

Godfather of Green Jerry Yudelson spiega quando un edificio davvero a impatto zero

Enviro nmen t & su staina bility

6

Laeroporto di Francoforte Laeroporto di fama internazionale punta su standard infrastrutturali

8

La vera interoperabilit Lintervista a Helmut Zirbs sui vantaggi di BACnet

10 Vision Center di SAUTER Una nuova categoria, per tutti i gruppi di utenti 12 Innovazione per il futuro Verso una casa unifamiliare, autonoma dal punto di vista energetico 14 Laria pulita che favorisce lo studio Il Politecnico di Clausthal trae il massimo vantaggio dalla regolazione della ventilazione che assicura lottimizzazione dei costi

Innovation

hlights SAUTER hig

16 Robert Koch-Institut Il nuovo laboratorio di alta sicurezza di Berlino necessita della massima precisione in materia di building management 18 Baku Crystal Hall La moderna area polifunzionale punta sul sistema di building automation di SAUTER 20 Sapere e potere Unimpiantistica degli edifici ben pensata per il nuovo edificio dellistituto superiore di ingegneria meccanica di Tolone 22 58 piani, 1 sistema SAUTER monitora il terzo edificio pi alto di Riad per garantirne la massima efficienza energetica 24 Un universo di sensazioni In cinque centri commerciali tedeschi, il Facility Management di SAUTER si assume la responsabilit di far sentire a proprio agio i visitatori 26 Indirizzi SAUTER

Care lettrici e cari lettori, Vendor-ID 80: dietro a questa denominazione anonima, si nasconde una storia di successo della quale andiamo molto fieri, perch racchiude in s tutti i risultati pi eccellenti che scaturiscono dal forte impegno profuso a favore di una tecnologia efficace.Si tratta del codice di identificazione di SAUTER BACnet. Come produttore con il numero 80 degli oltre 600 esistenti, SAUTER entrata presto a far parte della schiera di supporter BACnet. E ne valsa la pena: utenti e fornitori hanno accolto positivamente la norma internazionale, che rappresenta unalternativa ben accetta al sistema proprietario e agli inutili diritti di licenza. Edifici moderni ed intelligenti dipendono dallo scambio di informazioni tra una moltitudine di sistemi informatici. Un esempio attuale il progetto della casa unifamiliare energeticamente autonoma, messo a punto da SAUTER insieme al partner Fronius. Grazie a microprocessori sempre pi potenti, lintelligenza di gestione e regolazione pu essere decentralizzata sempre di pi. Uno standard come il BACnet semplifica il collegamento di numerosi componenti ad un sistema per edifici efficiente. Ma a dirla tutta, un collegamento simile possibile proprio solo in virt di questo standard. Il responsabile del Facility Management dellaeroporto di Francoforte (Germania) ed un noto progettista che si occupa SAUTER Vision Center, il nostro nuovo software di building management, un esempio. Questo innovativo prodotto ci rende orgogliosi per due motivi fondamentali: da un lato, perch supporta sistematicamente lintera serie EY-modulo e di conseguenza la soluzione BACnet; dallaltro, perch SAUTER Vision Center apre prospettive del tutto nuove. infatti anche in grado di combinare, per la prima volta in un unico strumento, il building automation e la gestione energetica, Il vostro Bertram Schmitz, CEO Non per ultimo, grazie al nostro tempestivo impegno a favore di questo standard, SAUTER dispone oggi di una delle gamme pi complete di soluzioni BACnet. In questo modo, SAUTER in grado di coprire tutti i livelli di building automation. Vogliamo sfruttare il nostro ruolo guida per accelerare, anche in futuro, tutte le innovazioni necessarie. Esistono, quindi, tanti buoni motivi a favore di SAUTER e BACnet. Quale fornitore leader di soluzioni BACnet complete, sappiamo apprezzare i vantaggi di una tecnologia che rende possibili continui processi di cambiamento ed ottimizzazione. Limpegno lungimirante profuso dal produttore numero 80 offre quindi potenziali da cui sia voi sia noi possiamo trarre benefici, in linea con il nostro principio: impegno a favore degli spazi vitali del futuro. delle gare di appalto pubbliche per gli edifici confermano il grande vantaggio offerto dallo standard BACnet. In unintervista con SAUTER Facts, spiegano perch linteroperabilit sia cos importante e quali vantaggi possano derivarne nel lungo termine. I collegamenti efficienti che realizziamo con BACnet contribuiscono inoltre a migliorare continuamente lefficienza energetica degli edifici. Limportanza di questa tecnologia stata sottolineata anche da Jerry Yudelson esperto di Green Building, famoso a livello internazionale in occasione di una visita presso SAUTER. ottimizzando cos i costi ed i consumi sul lungo termine.

Se ledificio non rende quanto deve, non pu essere definito a impatto zeroJerry Yudelson, il famoso esperto di Green Building, ha fatto visita al team gestionale di SAUTER per presentare le sue idee e le sue conoscenze. Durante lincontro, ha sottolineato come un controllo e una misurazione completa del rendimento degli edifici siano indispensabili per ridurne le emissioni di CO2 ad un livello sostenibile.

Di recente, la rivista Wired Lha soprannominata il Godfather of Green Building (il Padrino del Green Building). Come sta oggi il Suo pupillo? Negli ultimi dieci anni, il Green Building s sviluppato in misura esponenziale. Oggi, negli USA il 20% di tutte le nuove costruzioni rientra nella categoria Green Building, ma la strada da percorrere ancora lunga. Entro il 2020, il 95% di tutte le nuove costruzioni e il 75% di quelle esistenti dovr disporre della certificazione di sostenibilit. un compito enorme ma se riusciremo a superarlo, potremo sfruttare al massimo i vantaggi della bioedilizia del Green Building e dello sviluppo sostenibile. Secondo Lei, sarebbe utile introdurre una legge che stabilisce la necessit di una certificazione secondo gli standard del Green Building, come si sta pensando di fare in alcuni Paesi? Oppure ritiene che la certificazione facoltativa rappresenti un vantaggio maggiore? Oggi, la certificazione facoltativa funziona nel segmento superiore degli edifici appartenenti alla categoria Green Building. Leggi e prescrizioni in materia di edilizia dovrebbero,

per, porre maggiori requisiti al segmento inferiore. Tuttavia, mi darebbe molto fastidio se uninutile burocrazia ostacolasse limplementazione di innovazioni necessarie. Qualcuno una volta disse: Puoi tagliare il burro con una sega circolare. Funziona, non c dubbio, ma un lavoro inutile e impreciso. La burocrazia come la sega circolare. Ritiene che i numerosi sistemi di certificazione nati nel mondo siano una cosa positiva? Il detto Se son rose, fioriranno rende bene lidea. Sar il mercato a decidere quali sistemi hanno i meriti maggiori e saranno quindi mantenuti. In realt, i sistemi di valutazione del Green Building di tutto il mondo si assomigliano sempre di pi. Valutano le stesse caratteristiche ambientali, utilizzando gli stessi criteri che sono ovviamente adattati alle peculiarit locali. Nel Medio Oriente, per esempio, il consumo di acqua ha unimportanza decisamente maggiore rispetto a quella che pu avere in Europa o America settentrionale; e in questo caso, i sistemi di valutazione riflettono questa esigenza. Vorrei, per, aggiungere anche che il sistema LEED del Green Building Council statunitense il sistema leader a livello mondiale ed applicato in oltre 130 Paesi.

Ritiene che si stia andando verso una maggiore frammentazione nel settore o ci si dovr attendere, invece, un certo consolidamento? Nel lungo termine, sar il consolidamento a prevalere, ma nel frattempo naturale che i diversi sistemi siano in competizione tra loro. In generale preferiamo sistemi aperti, sensibili ai contributi degli utilizzatori e di altri gruppi di interesse, piuttosto che i sistemi chiusi di organizzazioni non governative o governi. In questi termini, il LEED chiaramente un sistema aperto, mentre linglese BREEAM un sistema chiuso. Una volta che ledificio stato certificato, cosa consiglia ai proprietari? La certificazione solo il primo passo, soprattutto per una nuova costruzione. La vera sfida assicurarsi che tutti i sistemi delledificio funzionino come previsto e che, per esempio, i sistemi di gestione degli edifici non siano troppo complessi per i gestori. per questo che, per la gestione degli edifici, si ricorrer sempre pi a sistemi di gestione energetica basati su soluzioni di cloud computing.

4

Quale ruolo ha, secondo Lei, il sistema di gestione degli edifici (BMS) nel Green Building? Luomo dotato di un solo cervello, ma di milioni di sensori. Il BMS il cervello, ma quello che conta davvero disporre di migliaia di sensori per poter individuare tutti i possibili problemi e ottenere una performance quasi ottimale, prima che questi compromettano significativamente la gestione delledificio. Dobbiamo centralizzare lintelligenza e decentralizzare i sensori. cos che funziona il nostro corpo da milioni di anni e dovrebbe servire da chiaro esempio di biomimetica nella gestione degli edifici.

Quali saranno le prossime pietre miliari nel settore del Green Building? Nei prossimi cinque anni assisteremo alla crescita pi significativa del business del Green Building, ma dovremo anche affrontare sfide importanti nella modernizzazione delle costruzioni esistenti. In molti Paesi, per il requisito della sostenibilit sar fondamentale integrare i sistemi a risparmio energetico con altri per la gestione dellacqua, in modo da farne un uso razionale.

ility Environment & sustainab

5