3 classificazione fattori di rischio - classificazione fattori di rischio.pdf · classificazione...

Download 3 Classificazione fattori di rischio - Classificazione fattori di rischio.pdf · Classificazione dei…

Post on 16-Feb-2019

213 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Corso di Medicina del LavoroCorso di Medicina del LavoroCorso di Medicina del Lavoro

Igiene del lavoro

Classificazione dei fattori di rischio

Agenti fisici, chimici, Agenti fisici, chimici, biologici, fattori biologici, fattori biomeccanici e biomeccanici e

relazionalirelazionali

2 of 29

Classificazione dei rischiClassificazione dei rischi

PericoloPericoloCaratteristica intrinseca di unattivit, o di una sostanza, o di un fattore fisico di poter provocare una lesione dellintegrit fisica

RischioRischioPossibilit che unattivit, o una sostanza, o un fattore fisico pericolosi determinino una lesione dellintegrit fisica nelle specifiche situazioni lavorative.

3 of 29

Classificazione dei rischiClassificazione dei rischi

I rischi per la sicurezzarischi per la sicurezza si possono classificare in rischi derivanti da:

Carenze strutturali dellambiente di lavoro

Carenze di sicurezza su macchine e

apparecchiature

Manipolazione di sostanze pericolose

Carenza di sicurezza elettrica

Incendio e/o esplosione

4 of 29

Classificazione dei rischiClassificazione dei rischi

I rischi per la saluterischi per la salute si possono classificare in rischi derivanti da:

1. Agenti fisici

2. Agenti chimici

3. Agenti biologici

4. Fattori biomeccanici

5. Fattori relazionali

5 of 29

1. Agenti fisici1. Agenti fisici

Forme di energia che hanno come unit di misura una grandezza fisica.

a) Rumoreb) Vibrazionic) Radiazioni ionizzantid) Radiazioni non ionizzantie) Elettricitf) Pressione barometricag) Microclima

6 of 29

1a. Rumore1a. Rumore

Successione di variazioni di pressione in

un mezzo, che possono essere percepite

dall orecchio umano come sensazione

sonora.

Esposizione professionale: edilizia,

agricoltura,industria siderurgica

7 of 29

1b. Vibrazioni1b. VibrazioniOscillazioni di un corpo attorno ad un punto di

riferimento, caratterizzate da: frequenza, ampiezza,

accelerazione.

Vibrazioni trasmesse al corpo intero

(trattoristi, camionisti, autisti bus, conducenti treni,

metropolitana, gruisti)

Vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio

(utilizzo di utensili vibranti azionati ad aria compressa o

elettricamente, ad es. muratori, boscaioli)

8 of 29

1c. Radiazioni ionizzanti1c. Radiazioni ionizzanti

Radiazioni che interagiscono con la

materia producendo fenomeni di

ionizzazione.

Si dividono in:

Corpuscolate(raggi alfa, raggi beta, neutroni)

Non corpuscolate(raggi X, raggi gamma)

9 of 29

Esposizione professionaleEsposizione professionale

Applicazioni mediche

(diagnostica radiologica, impiego di isotopi radioattivi, radioterapia)

Applicazioni industriali

(estrazione, produzione, trasformazione, trattamento, trasporto)

Laboratori di ricerca

10 of 29

1.d Radiazioni non ionizzanti1.d Radiazioni non ionizzanti

Radiazioni che non possiedono lenergia

sufficiente per modificare atomi e

molecole, costituiscono una parte dello

spettro elettromagnetico e sono

caratterizzate in frequenza da diversi

sottointervalli

11 of 29

Campi Statici e Frequenze Estremamente Basse (ELF)

0Hz-30kHz

Basse Frequenze (LF) 30kHz-300kHz

Radio Frequenze (RF) 300kHz-300MHz

Microonde (MW) 300 MHz-300GHz

Radiazione Ottica (IR-VIS-UV) 300GHz-3*106GHz

12 of 29

Esposizione professionaleEsposizione professionale

Radiazioni ultraviolette(es: sterilizzazione, fotoinattivazione di virus, batteri in

sangue ed emoderivati, fotobiologia, fotochimica, terapia)

Radiazioni visibili e infrarosse(es: tecniche analitiche, terapia, industria del vetro)

Radiofrequenze e microonde(es: saldatura, forni a induzione, fusione,fornaci

elettriche, RMN, comunicazioni marine ed areonautiche, trattamento cibi,disinfezione)

Campi elettromagnatici a bassa frequenza ocampi magnetici statici(es: apparecchiature elettriche in genere)

13 of 29 1e. ElettricitElettricisti, elettrotecnici.

1f. Pressione barometricaLavori in quota, lavoro subacqueo.

1g. MicroclimaStress termico da alte o da basse temperature

es:attivit allaperto, industria alimentare,

industria siderurgica

14 of 29

2. Agenti chimici2. Agenti chimici

Qualsiasi sostanza chimica utilizzata o presente in un ciclo produttivo da sola o in miscela (Es: solventi, metalli, pesticidi, resine).

a) Polverib) Nebbiec) Gasd) Vapori

15 of 29

Modalit di esposizione eModalit di esposizione evie di assorbimentovie di assorbimento

Via respiratoriaVia cutanea per contatto

Per ingestione

Esposizione professionale

Molteplici comparti di tutti i settori lavorativi quali agricoltura,

industria, servizi.

16 of 29

3. Agenti biologici3. Agenti biologici

Rischi connessi con lesposizione a organismi e microrganismi patogenio non.

a) Virusb) Batteric) Funghi e micetid) Protozoie) Parassiti

17 of 29

Esposizione professionaleEsposizione professionale

Personale sanitario e addetti ai laboratori clinici e di ricerca

Agricoltori Allevatori Addetti ai macelli Personale addetto alla biotecnologia Personale addetto alla raccolta e allo

smaltimento dei rifiuti.

18 of 29

ModalitModalit di trasmissionedi trasmissione

Via parenterale(es: epatite B,C, HIV)

Via aerea(es:TBC, influenza, meningite meningococcica,rosolia)

Trasmissione per contatto(es: scabbia)

Trasmissione per via alimentare(es: epatite A)

19 of 29

4. Fattori biomeccanici4. Fattori biomeccanici

Forze applicate allorganismo

(o sviluppate dallo stesso)

che agiscono su muscoli, tendini, nervi

periferici e vasi sanguigni.

a. Forze applicate sullorganismo b. Movimenti ripetitivic. Posturad. Movimentazione manuale di carichi

20 of 29

Esposizione professionaleEsposizione professionale

Addetti in catena di montaggio,

confezionamento, addetti a data-entry,

assistenza ai malati, magazzinieri,

facchini, edili, ecc

21 of 29 4a. Forze applicate 4a. Forze applicate sullsullorganismoorganismo

Forze esterne

Carico che si esercita sulla superficie corporea

quando compiamo un lavoro (spingere un

oggetto o afferrarlo per sollevarlo)

Forze interne

Tensione che si genera allinterno delle

strutture muscolari, tendinee e legamentose

quando si compie uno sforzo

22 of 29

4b. Movimenti ripetitivi4b. Movimenti ripetitivi

Movimenti identici

o molto simili

eseguiti ad

elevata frequenza.

23 of 29

4c. Postura4c. Postura

Posture statiche

Fisse e prolungate

Posture incongrue

Allontanamento dellarticolazione allarea

ottimale nellambito della quale

possibile compiere uno sforzo con il

minimo sovraccarico dei tessuti

24 of 29

4d. Movimentazione manuale 4d. Movimentazione manuale

di carichidi carichi

Operazioni di trasporto o di sostegno di un

carico comprese le operazioni di:

Sollevare

Deporre

Spingere

Tirare

Portare

Spostare un carico

che per le loro caratteristiche comportano rischi

di lesioni dorso lombari.

25 of 29

5. Fattori relazionali5. Fattori relazionali

Fattori legati allorganizzazione del lavoro ed alle relazioni umane che possono incidere sulla salute psicofisica del lavoratore.

a. Relazione tra il lavoratore e lattivitlavorativa (stress, burn out)

b. Relazione tra persona e persona nellambiente di lavoro (mobbing)

26 of 29

5a. Relazioni tra il lavoratore 5a. Relazioni tra il lavoratore e le lattivitattivit lavorativalavorativa

Contenuto del lavoro

Caratteristiche della mansione (mancanza di variet,

brevi cicli di lavoro, mancata o sottoutilizzazione delle

capacit, elevata incertezza).

Carico di lavoro, ritmo di lavoro, orario di lavoro

(sovraccarico o sottocarico di lavoro, mancato

controllo sui ritmi, time pressure, lavoro in turno,

mancanza di flessibilit nellorario, straordinari).

27 of 29 5b. Relazioni tra persone 5b. Relazioni tra persone nellnellambiente di lavoroambiente di lavoro

Contesto del lavoro

Cultura e funzione organizzativa, ruolo

nella organizzazione, sviluppo carriera,

interfaccia lavoro/famiglia,

autoritarismo, mobbing, molestie

sessuali.

28 of 29

BibliografiaBibliografia

Ferdinando Gobbato: Medicina del Lavoro,

Masson, 2002

29 of 29

Recommended

View more >