arabia saudita confini - · pdf file l'arabia saudita è una monarchia assoluta il cui...

Click here to load reader

Post on 09-Jul-2020

1 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • ARABIA

    SAUDITA

    Confini Confina con l’Iraq e il Kuwait a nord, con la Giordania a nord-ovest. Qatar e gli Emirati Arabi Uniti a est, con l’Oman a sud-est e con lo Yemen a sud. Si affaccia a ovest sul mar Rosso e a est sul golfo Persico. Territorio

    La parte occidentale è dominata dal sistema montuoso dell’Higiaz, i cui rilievi degradano verso il mar Rosso delimitando una fascia costiera fertile. Il monte principale è l’Abha, alto 3.133 m. La metà del Paese è occupata dal deserto del Rub’Al-Khali. Il secondo deserto per

    grandezza, il Nafud, si estende verso il nord-ovest, mentre il centro e il nord sono

    composti prevalentemente da pianure pietrose. La zona orientale è caratterizzata da

    pianori salini e dall’enorme oasi di Al-hasa, con le sue chilometriche coltivazioni di palme

    da dattero. Non esistono fiumi perenni, ma corsi d’acqua irregolari e asciutti. Non esistono

    neppure laghi perenni.

    La fauna La fauna è rappresentata da iene, volpi, gatti selvatici, pantere, gazzelle, antilopi e struzzi. Popolazione L'Arabia Saudita ha una popolazione di 17.615.310 abitanti (1993), con una densità media di 8 unità per km2. È composta per il 56% da arabi e per il 18% da yemeniti, africani e asiatici giunti in Arabia negli anni Cinquanta, attratti dalle opportunità economiche offerte dalla regione. I nomadi, o beduini, sono presenti nella percentuale del 27%, anche se il loro numero è in costante diminuzione. La maggior parte degli arabi vive in distretti urbani. La lingua nazionale è l'arabo. La popolazione è in maggioranza musulmana, prevalentemente sunnita, nonostante nelle regioni orientali risiedano alcune minoranze sciite. I sunniti sauditi hanno subito l'influenza della setta dei wahhabiti, riformatori che nel XVIII secolo avevano intrapreso un'opera di purificazione dell'Islam. Città principali Le città più importanti, oltre alla capitale Riyadh (2.500.000 abitanti secondo una stima del 1994), sono Gedda (1.600.000 abitanti nel 1994), importante porto sul Mar Rosso; La Mecca (700).

  • Clima e coste In Arabia Saudita il clima è in genere desertico e caldissimo in estate, ma vi sono delle

    differenze tra le varie zone da prendere in considerazione. Lungo le coste occidentale e

    orientale dell'Arabia Saudita, il clima è desertico, ed è particolarmente mite in inverno,

    addirittura caldo nella parte centrale e meridionale del Mar Rosso, mentre in estate è

    caldissimo ovunque, ma è afoso sulle coste del Mar Rosso, mentre è un po' più secco, e

    dunque più torrido, sulle coste del golfo persico.

    Sulla costa del Mar Rosso (detta Tihamah) la temperatura media di gennaio passa dai 14

    gradi della parte nord, sul Golfo di Aqaba, dove qualche volta di notte può fare freddo, ai

    25 gradi della parte sud, dove dunque l'inverno non esiste e fa caldo tutto l'anno. L'estate

    è ovunque caldissima.

    Ecco le temperature medie di Al Wajh, nella parte centro-settentrionale della costa.

    MECCA

    La Mecca non si trova proprio sulla costa, tuttavia si trova in pianura, ad ovest delle

    montagne, e dunque è anch'essa calda tutto l'anno, anzi

    è ancora più calda di Gedda soprattutto in estate,

    quando le massime si attestano normalmente sui 42/44

    gradi. In compenso la distanza dal mare rende il caldo

    più secco, e dunque un po' più sopportabile. Comunque

    La Mecca è veramente una città caldissima, dato che di

    giorno si superano normalmente i 40 gradi per molti

    mesi, da maggio a settembre, nel corso dell'anno si contano ben 300 giorni con più di 32

    gradi, e la media annua è di ben 30,5 gradi. La Mecca risulta dunque una delle grandi città

    più calde del mondo.

    La Mecca è una città molto soleggiata, tuttavia in estate può transitare qualche corpo

    nuvoloso. Ma questo fenomeno è ancora più evidente nella parte meridionale della costa

    del Mar Rosso, che durante l'estate, da giugno a settembre, riceve il passaggio di corpi

  • nuvolosi dall'Africa, nell'ambito del monsone di sud-ovest (v. sotto), corpi nuvolosi che

    sulle montagne possono scaricare anche qualche pioggia. E così a Jizan a luglio e agosto

    vi sono appena 7 ore di sole al giorno, ed è anche possibile che cada qualche leggera

    pioggia. In compenso l'umidità elevata rende il caldo (vi sono pur sempre 38 gradi nelle

    giornate estive) pesantissimo.

    MEDINA

    Medina si trova nell'ovest, a 600 metri di quota come

    Riyadh, ma in inverno è più mite della capitale, dal

    momento che ha una media di gennaio di 17 gradi, con

    massime di 23/25 gradi. Qualche volta può fare freddo di

    notte ma più raramente che a Riyadh, e anzi spesso in

    pieno inverno si toccano i 28/30 gradi. L'estate è simile a

    quella di Riyadh, torrida e soleggiata.

    Nel sud, il deserto del Rub' al Khali, spopolato e misterioso, è abbastanza caldo anche in

    inverno, con massime intorno ai 25/26 gradi anche a gennaio. Di notte può fare

    abbastanza freddo, ma non si scende sotto lo zero. In estate, la parte più meridionale di

    questo deserto viene sfiorata dal monsone di sud-ovest, per cui può passare qualche

    corpo nuvoloso, e addirittura qualche volta può scoppiare un rovescio di pioggia.

    In Arabia Saudita in pratica non esistono fiumi di una certa importanza, ma come accade

    nei paesi desertici, vi sono molti letti di fiumi secchi, gli uadi, che si possono trasformare in

    effimeri torrenti in seguito alle piogge, che in genere sono brevi ma violente.

    POPOLAZIONE

    La popolazione saudita nel 2006 è stimata in circa 27,02 milioni, includendo circa 6,4

    milioni di stranieri residenti. Il tasso di natalità è di 29,74 nascite per 1.000 abitanti; il tasso

    di mortalità è di soli 2,66 morti ogni 1.000 abitanti.

    Fino agli anni sessanta, la maggior parte della popolazione era nomade o semi-nomade. A

    causa del rapido sviluppo economico e urbano, più del 95% della popolazione ora è

    sedentarizzato. All'inizio degli anni novanta la distribuzione della popolazione variava

    notevolmente fra le città delle zone costiere a est e a ovest del paese, le oasi interne

    http://it.wikipedia.org/wiki/Nomade http://it.wikipedia.org/wiki/Popolazione http://it.wikipedia.org/wiki/Città http://it.wikipedia.org/wiki/Costa http://it.wikipedia.org/wiki/Est http://it.wikipedia.org/wiki/Ovest http://it.wikipedia.org/wiki/Oasi

  • densamente abitate e la maggioranza delle aree interne desertiche quasi totalmente

    disabitate. Alcune oasi hanno una densità di popolazione di più di 1.000 abitanti per

    chilometro quadrato.

    RELIGIONE

    La religione ufficiale del regno arabo saudita è l'Islam, nella sua versione giuridico-teologica del hanbalismo wahhabita. La libertà religiosa è molto limitata. È impossibile per i non musulmani edificare luoghi per i loro culti, e persino celebrare anche in modo privato la propria fede. Inoltre, l'ordinamento prevede la pena di morte per apostasia. Il possesso della Bibbia e di altri oggetti religiosi (come la croce) è proibito. A nessun non musulmano è permesso diventare cittadino dello Stato Saudita. Fra i lavoratori immigrati ve ne sono di religione cristiana (in prevalenza filippini, ma anche indiani), pari a circa il 7% del totale della popolazione residente.

    Stadio:

    CITTA E CAPITALE

    La Mecca: è una città situata nella provincia omonima ed è considerata la capitale

    della regione. È anche comunemente considerata il più sacro e significativo luogo

    islamico. L'Islam impone a tutti i musulmani che sono in buona salute e che

    http://it.wikipedia.org/wiki/Deserto http://it.wikipedia.org/wiki/Islam http://it.wikipedia.org/wiki/Hanbalismo http://it.wikipedia.org/wiki/Wahhabismo http://it.wikipedia.org/wiki/Libertà_religiosa http://it.wikipedia.org/wiki/Pena_di_morte http://it.wikipedia.org/wiki/Apostasia http://it.wikipedia.org/wiki/La_Mecca http://it.wikipedia.org/wiki/Provincia_della_Mecca

  • abbiano i mezzi finanziari adeguati, di fare almeno un pellegrinaggio alla Mecca nel

    corso della loro vita. Solo i visitatori musulmani sono ammessi in città.

    Gedda: è la più importante città nella parte occidentale del paese e la seconda più

    grande in tutto il paese dopo la capitale. Il più grande richiamo di Gedda per i suoi

    visitatori è lo shopping, vanta più di 90 centri commerciali, dove si può trovare tutto

    ciò che è disponibile nei negozi occidentali. Punti di riferimento da visitare sono il

    Sawari Mall, il Sultan Mall, il Serafi Mega Mall, il Roshan Mall, il Mahmud Saʿīd

    Center e l'Heraa Plaza.

    Qatif: è situato nella provincia orientale dell’Arabia Saudita ed è una cittadina

    storica che ospita la più grande comunità musulmano-sciita del paese. Tra i più

    importanti punti di interesse della città sono il gran numero di villaggi con i loro

    mercati tradizionali, come il Sūq al-khamīs e Sūq Waqif. La città è famosa sia per i

    datteri, che per il pesce; infatti Qatif ospita il più grande mercato del pesce del

    paese e dell'intera regione del golfo.

    LINGUA

    La lingua araba è la lingua ufficiale dello Stato. L'inglese, la lingua usata negli affari,

    è am