caffè letterario moak - neos 74: leggere tu tti n.104 giugno 2016 martina pa stori vin ce il...

Click here to load reader

Post on 02-Dec-2020

1 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 74 : Leggere TuTTI n.104 gIugno 2016

    martina PaStori vinCE il PrEmio SCrivErE donna di nEoS Edizioni 2016 Si è chiusa al Salone del Libro di Torino la settima edizione del premio letterario Scrivere Donna, indetto da Neos edizioni e dedicato al tema “Lavoro dunque sono?”. La giuria, presieduta dall’editrice Silvia Maria Ramasso, ha assegnato il primo posto alla studentessa milanese Martina Pastori, autrice del racconto “Sogni d’inchiostro”. I racconti dei quindici finalisti sono pubblicati nell’antologia “Lavoro dunque sono?” (Neos edizioni

    racconti, AA.VV.) e offrono ai lettori una galleria di personaggi indimenticabili: giovani donne che lottano per l’autonomia e madri divise fra famiglia e mestiere, lavoratrici che hanno puntato in alto e altre che non sono riuscite a realizzarsi, donne che trovano la loro dignità nel lavoro e altre che per mantenerla devono abbandonarlo. Le loro emozioni riflettono il cambiamento culturale che ha attraversato il Novecento della società occidentale e ne ha rappresentato una cifra fondamentale in relazione all’evoluzione del concetto dei diritti civili.

    Caffè letterario moak Scadenza 27 giugno

    C’è tempo fino al 27 giugno per parteci- pare XV edizione di Caffè Letterario Moak, il concorso nazionale di narrativa promosso da Caffè Moak. Per partecipare basta inviare un racconto inedito della lunghezza di un mini- mo di 5 cartelle ad un massimo di 20, all’indi- rizzo letterario@caffemoak.com entro Il tema è libero, purché si faccia riferimento al caffè nel senso più ampio. I dieci migliori raccon- ti selezionati dalla giuria saranno pubblicati nell’antologia 2016 “I racconti del caffè”; ai tre vincitori sarà invece consegnato un pre- mio in denaro.

    il bando completo e le news sul concorso sono disponibili sul sito www.caffe- letterario.it o accedendo alle pagine di facebook e twitter agli indirizzi: www. facebook.com/caffeletterariomoak e www.twitter.com/letterariomoak. Quest’anno ad essere omaggiato è lo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino, del quale il 14 giugno ricorre il 20° anniversario della sua morte.

    trofEo montEroSi d’argEnto Scadenza 15 luglio

    Fin al 15 luglio è possibile partecipare al Premio promosso dalla Proloco della città di Monterosi, nel Viterbese con la collaborazione dell’Associazione culturale Biblos e della dottoressa Anna Appolloni e il patrocinio del Comune. Si può concorrere in 4 sezioni (la quota di partecipazione per una è di 20,00 euro): Libro edito di filastrocche e fiabe, Libro edito di Poesia, Narrativa inedita e Poesia inedita. La giuria è presieduta dal giornalista Fidel Mbanga-Bauna e composta dal dr. Sandro Giglietti, sindaco di Monterosi, dal presidente dell’Associazione Biblos Edoardo Giacomini e dalla giornalista Fiorella Cappelli. I premi saranno in denaro e targhe di riconoscimento; la premiazione si inserisce all’interno della più ampia manifestazione: La settimana di Janula - Tuscia inPoesia e Monterosi Arte, che coinvolgono il territorio e le sue strutture. Per info tel. 3355770312; email a_appolloni@ yahoo.it.

    PrEmio alPi aPuanE

    Tel: 0432/575179 – Fax: 0432/688729 - E-mail: info@edizionisegno.it visita il nostro sito: www.edizionisegno.it

    Richiedilo gratis!

    AL FIANCO DEGLI SCRITTORI DAL 1988 ENTRA ANCHE TU NEL NOSTRO RICCO CATALOGO

    : PrEmi lEttErari: preMI & concorsI

    C’è tempo fino al 16 luglio per partecipare al Premio Internazionale Alpi Apuane organizzato dalla U.S Culturale Antona. In questa XXXIV edizione, dedicata a William Shakespeare nel 400° anniversario della sua morte, tre le sezioni previste: Premio “Stefania Lippi”, Premio “Voci d’Europa”, Premio “Parco Alpi Apuane”. Info: premioalpiapuane@virgilio.it.

  • Leggere TuTTI n.104 gIugno 2016 : 75

    grafo Maurizio Riccardi, proposti con la regia di Giovanni Currado, non poteva mancare il primo vincitore En- nio Flaiano con “Tempo di uccidere” (Longanesi). Così come, tra il pubbli- co attento, acconciature e abiti datati, sostenitori in azione, negli scatti dei decenni passati visibili nello Spazio5 ci sono suoi “successori” come una misu- rata Elsa Morante, un annoiato Alber- to Moravia o Giorgio Bassani in veste di giurato. Per non parlare di Raffaele la Capria in posa sfoderando l’assegno da un milione.

    E poi si “scoprono” in situazioni in- solite Pier Paolo Pasolini e Giuseppe Ungaretti. La “vita da Strega” degli scrittori è la vita di Maria e Goffredo Bellonci creatori del Premio, nell’am- bito del loro salotto letterario, con il contributo di Guido Alberti, proprieta- rio dell’azienda produttrice del liquore Strega, sponsor da sempre. L’Archivio Riccardi (che vanta circa un milione di scatti) con le foto in mostra conduce al Ninfeo di Villa Giulia e dentro casa Bellonci dove ancora oggi si svolge la selezione della cinquina che si conten- de il riconoscimento. Così è possibile, con il lavoro di Carlo Riccardi, vede- re gli scaffali zeppi di libri, le terrazze animate anche dai personaggi dello spettacolo come Anna Magnani, Al- berto Sordi, Sylva Koscina e Marcello Mastroianni, gli ambienti inverosimil- mente stipati di persone. E poi c’è la lavagna. La mitica lavagna sulla quale viene segnato il risultato dei candidati dopo ogni pacchetto di voti scrutinati, dietro la quale, immancabili, ci sono le polemiche sulla composizione della giuria, i 400 letterati elettori che for- mano gli Amici della domenica, come sul dominio dei grandi gruppi editoria- li. ‘Vita da Strega’ vi aspetta a Spazio5, via Crescenzio 99/D – Roma.

    Lunga vita al Premio Strega Mentre cresce l’attesa per la serata finale del premio Strega in programma quest’anno all’Auditorium Parco della Musica l’8 Luglio , attraverso e la mostra “ Vita da Strega” è possibile ripercorrere gli oltre 70 anni del Premio.

    dI gIroLaMo TerracInI

    un pezzo di vita italiana. Un pezzo della vita culturale ita-liana. Che anno dopo anno, dal 1947, vede in campo i maggiori scrittori italiani. E’ il Premio Strega. IL 13 Giugno conosceremo fi- nalmente i cinque finalisti che si con- tenderanno la possibilità di vincere il più ambito premio letterario italiano: dovremo poi attendere Venerdì 8 Lu- glio per svelare lo scrittore o scrittrice che succederà a Nicola Lagioia, vinci- tore nel 2015 con La ferocia (Einaudi) . Il cambio di data (negli ultimi anni la serata finale si svolgeva normalmente il primo Giovedì Luglio), non sarà l’u- nica imoportante novità prevista per la settantesima edizione del premio.

    A cambiare infatti sarà anche la lo- cation : dalla storica sede del Ninfeo di Villa Giulia si trasloca all’Audito- rium. Nella lunga storia dello Strega si

    tratterebbe del terzo trasloco: ospitato fino al 1951 all’Hotel de la Ville in via Sistina, dal 1953 si è spostato a Villa Giulia dove, all’inizio, era collocato realmente nel rinascimentale Ninfeo e in seguito nel più ampio cortile, dove si è svolto fino al 2015. L’intenzione è infatti di offrire una retrospettiva dei 70 anni ed è quindi necessario avere a disposizione uno spazio adeguato con una maggiore capienza e soprattutto un grande schermo con il relativo sup- porto tecnico.

    Nell’attesa, vi parliamo di “Vita da Strega”, evento che svela la storia del riconoscimento letterario italiano più ambito attraverso le straordinarie foto, alcune inedite, dell’Archivio Riccardi ( e presto un libro edito da Pontesi- sto). Le storiche immagini sono opera di Carlo Riccardi. Fra i volti in bianco e nero dell’Archivio diretto dal foto-

    Elsa Morante e Maria Bellonci

    : PrEmi lEttErari

  • 76 : Leggere TuTTI n.104 gIugno 2016

    il “Premio Roma”, che presiedu-to da Aldo Milesi ha raggiunto una posizione di eccellenza tra gli eventi culturali, nell’edizione 2016, che si terrà il 24 giugno nell’Au- la Magna del Rettorato della “Sapien- za” di Roma, festeggerà istituzioni e personaggi che hanno contribuito a scrivere pagine significative della sto- ria del nostro Paese. L’intento è di affi- dare alla memoria nazionale l’esempio di quanti sono impegnati, in vari am- biti, a far crescere con il loro prestigio quello dell’Italia. Il 70° anniversario del suffragio femminile verrà ricordato con l’assegnazione del Premio specia- le ad Emma Bonino, che è una delle figure più importanti del radicalismo liberale italiano. Parlamentare italiana ed europea, Bonino è stata vice presi- dente del Senato, Ministro degli affari esteri, Ministro del commercio inter- nazionale e delle politiche europee e Commissario europeo. Di particolare rilevanza il suo impegno presso l’Onu. Nel 2011 è stata l’unica italiana inclu- sa da Newsweek nell’elenco delle “150 donne che muovono il mondo”.

    Nel 2016 ricorre anche il 70° anni- versario della nascita della nostra Re- pubblica, fondata il 2 giugno 1946, in seguito al referendum istituzionale. Per l’occasione il Premio sarà conferito “ad un grande italiano della nostra storia”: ad Eugenio Scalfari. Intellettuale e figura di primissimo piano del giorna- lismo italiano. La biografia di Scalfari incontra la storia dell’Italia, da quando iniziò a collaborare a Il Mondo di Pan- nunzio, all’Europeo di Benedetti alla fondazione di Repubblica. Pur avendo lasciato la direzione del quotidiano il suo colloquio con i lettori continua at- traverso gli editoriali della domenica e l’attività di saggista.

    Il 155° anniversario della costituzio-

    Il “Premio Roma” agli italiani che fanno la storia Riconoscimenti per l’ Esercito italiano, E