cani da rapina

Download cani da rapina

If you can't read please download the document

Post on 12-Apr-2018

227 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 7/21/2019 cani da rapina

    1/145

    FOTO

  • 7/21/2019 cani da rapina

    2/145

    CollanaSAMPIETRINI

    3

  • 7/21/2019 cani da rapina

    3/145

    Cani da rapinadi Luca Moretti 2009 Purple Press s.r.l.

    Prima edizione: maggio 2009

    Stampato pressoIacobelli s.r.l., Pavona (Roma)nel maggio 2009

    Purple Press s.r.l.Sede legale: via dei Reti 58/A 00185 RomaRedazione: via delle Vestali 15/A 00181 RomaTel.: 0039 06 97997101 Fax: 0039 06 97997102Email: books@purplepress.it www.purplepress.it

  • 7/21/2019 cani da rapina

    4/145

    Purple Press

    LUCA MORETTI

    CANI DA RAPINA

  • 7/21/2019 cani da rapina

    5/145

    Bandog un romanzo. Nessun riferimento a soggetti esistenti o

    esistiti che abbiano a riconoscersi nella narrazione. Personaggi, fattie vicende sono frutto di fantasia.

    Fantasia un par de coglioni, avrebbe aggiunto lo Storto.

  • 7/21/2019 cani da rapina

    6/145

    A Shelly,

    chiedendole nuovamente di non morire mai

  • 7/21/2019 cani da rapina

    7/145

    11

    Personaggi e fedine penali

    Lo Storto - Detenzione e spaccio di stupefacenti. Rapina. Lesioni

    aggravate a sfondo razziale.Davide- Incensurato.Brizio- Guida in stato debbrezza.Er Pitone- Detenzione e spaccio di stupefacenti. Furto con scasso.

    Violazione di domicilio. Violazione della libert vigilata.Er Gettone- Ricettazione. Apologia di reato. Danneggiamento della

    propriet pubblica.Er Delega- Rapina a mano armata.Nanni Discomusic- Ricettazione. Offesa a pubblico ufficiale. Furto

    con scasso. Truffa.Carminiddu da Mezzagno- Incensurato.Gigi lAmante- Omicidio colposo.Sabrinella- Incitamento e sfruttamento della prostituzione.Don Francesco- Incensurato.Gustav- Tentata strage. Occupazione del suolo pubblico.Er Pank- Detenzione e spaccio di stupefacenti. Furto. Detenzione

    darma da fuoco.Chicca- Rissa. Offesa a pubblico ufficiale.

  • 7/21/2019 cani da rapina

    8/145

    Er Cane- Maltrattamento e uccisione di animali.Lo Scenziato- Delitti contro il patrimonio. Truffa. Ricettazione.

    Mimmo il carrozziere- Incensurato.Bambino e Nazzareno- Guardie.Barbara- Atti osceni in luogo pubblico.Tarza- Furto. Ricettazione. Truffa ai danni dello stato.Lij- Falsificazione di documenti.Massud- Violenza carnale. Estorsione.

    LUCA MORETTI

    12

  • 7/21/2019 cani da rapina

    9/145

    PROLOGOGENEALOGIA DELLA MORALE

  • 7/21/2019 cani da rapina

    10/145

  • 7/21/2019 cani da rapina

    11/145

    I pensieri sono le ombre delle nostre

    sensazioni: sempre pi oscuri, pi vani,

    pi semplici di queste.

    Il mare increspava triste sugli scogli a ridosso del Faro. Alcunepiccole bilance venivano sballottate dal vento. Questa era la Focenei tempi di mareggiata. Anche lacqua sembrava rivoltarsi a ba-gnare quella costa, trasportava mucillagine dritto dalla citt river-sando tutto sugli scogli malmessi.

    Carmelo non si era mai occupato di cani, maltrattare animali nongli era mai sembrato un buon business. Troppo sangue e troppechecche ad urlare: avvocati, notai, rispettabili cittadini; il circon-dario del Faro si era riempito di auto di grossa cilindrata e la nottesera dun tratto fatta buia. Poi avevano aperto la cancellata e fattoentrare due grossi camion della nettezza urbana.

    Li avevano disposti uno di fronte allaltro, i fari riempivano unospazio di circa cinquanta metri quadrati delimitato da un murettoche ricongiungeva tutta la struttura al cancello dentrata.

    Una piscina di luce.

    15

  • 7/21/2019 cani da rapina

    12/145

    Il muretto sera riempito di gente, alcuni tiravano, altri sorseggiavanobirra da bottiglie di vetro per poi scaraventarle a terra. In poco pi di

    mezzora lo scintillio luccicante dei vetri aveva reso quel posto similead uno specchio dacqua, mentre il puzzo di gasolio che fuoriusciva daicamion si disperdeva denso sulla spiaggia circostante.

    Un paio di aerei sorvolarono quel tratto di costa, sembravano ri-mirare dallalto tanto splendore, giravano a lungo per poi atterrarenellAeroporto Internazionale poco distante.

    La macchina dei napoletani non si fece attendere, il primo a scen-dere fu un uomo distinto, giacca cravatta e cappotto, spessi occhialiscuri, osserv lora dallorologio nel taschino e lo chiam. Lui:grande, grosso e con uno sguardo inafferrabile, trasse dal cofano ledue gabbie e le pos a terra.

    La gente sul muretto cominci ad applaudire, altre bottiglie ro-vinarono nellarena illuminata dai fari. I napoletani erano statichiari, Carmelo avrebbe potuto scegliere tra le due bestie. Nellaprima gabbia lo guardava minaccioso uno standard UKC: UnitedKennel Club, meno agile ma dalla stazza poderosa e una potenza dipullingpari a quella di un bue. Nellaltra un esemplare dellAmeri-can Dog Breeder Association, ADBAper chi ci capisce qualcosa dicani. Le due associazioni serano contese la gestione dello standardper anni. La bestia della Breeder non pesava pi di diciotto chili: uncorpo simile a quello di un gatto e una testa da leone, contravvenivaogni legge della fisica, con un balzo sarebbe potuto salire sul tettodel camion, i muscoli guizzavano dalle zampe come nodi stretti inuna morsa perenne.

    LUCA MORETTI

    16

  • 7/21/2019 cani da rapina

    13/145

    Carmelo indic questultimo.Una leggera pioggerella cominci a battere continua, i vetri si mi-

    schiarono alla fanghiglia e lui decise di far uscire la sua bestia, con-sapevole della situazione: niente standard in periferia, nessunaassociazione del cazzo. Solo bandog: cani meticci provenienti dal-laccoppiamento di diversi cani da presa. Bastardi da combatti-mento, cani di strada partoriti in cantina con tanta fame e la vogliadi conquistare il mondo.

    Carmelo avrebbe potuto acquistare tranquillamente un canedarena standard, eppure la questione del meticciato lo affasci-nava. I bandog avevano qualcosa in pi dei cani allevati per i com-battimenti, lottavano per la fame, mordevano perch odiavano ilmondo e non in ossequio a unabitudine mutuata da un qualsiasiallevatore del cazzo. I bandog erano simili a lui, per questo avevacon s un bastardo e per questo su quel cane aveva puntato tutti isoldi che era riuscito ad alzare.

    Il bandog aveva uno sguardo fiero, doveva essere lincrocio tra ungrosso molosso e un pitbull, pesava quasi il doppio dellADBA: lezampe da mastino napoletano, la coda corta, un manto tigrato e latesta di un toro senza orecchie.

    I cani vennero lasciati nel medesimo momento, la folla cominciad urlare. LADBAsi gonfi come un pallone aerostatico rizzando lacoda ad uncino mentre il bandog sembrava ancora sonnecchiare. Sistudiarono per qualche secondo come due pugili, ruotando circo-spetti senza mai abbassare lo sguardo.

    Poi uno dei napoletani batt le mani e lADBA salt sulle zampe

    17

    CANI DA RAPINA

  • 7/21/2019 cani da rapina

    14/145

    posteriori raggiungendo il bandog alla gola e rimanendovi appeso.Il cane tigrato sembrava essersi risvegliato, roteava la testa facendo

    sobbalzare il piccolo pitbull da una parte allaltra, ben presto sistacc lembo di carne e lADBA venne scaraventato contro il mu-retto.

    Il bandog perdeva sangue dal collo ma non sembrava patire al-cuna fatica, nello strattone il pitbull era finito su alcuni vetri con-ficcati nel terreno e mostrava diversi segni sanguinolenti sulla

    schiena.La pioggia cadeva lenta mentre una nube di vapore si sollevava daicorpi dei due cani che erano tornati a studiarsi. Un battito di manie il pitbull attacc di nuovo, questa volta afferr la zampa anterioredestra del bandog che perse lequilibrio sbilanciandosi in avanti. Lostrappo era consistente, aveva raggiunto losso scoprendo i lega-menti agli applausi del pubblico.

    La differenza tra i due cani risult evidente: quello era un com-battente di professione. Un cane cos non aveva mai perso unmatch, i cani che perdono rimangono psicologicamente sottomessi,se non muoiono nellincontro vengono uccisi, non sono pi carneutile allarena.

    Il bandog per non si era arreso, era indietreggiato fino a rag-giungere il muro con la coda ma non aveva ancora abbassato losguardo. Quella era la cosa che affascinava Carmelo, quellosguardo, la forza danimo insita nel meticciato. Quel cane, comela gente di strada, non sapeva da dove veniva n dove sarebbe an-dato a parare, eppure avrebbe lottato fino alla morte per un pezzo

    LUCA MORETTI

    18

  • 7/21/2019 cani da rapina

    15/145

    di carne ammuffita. Proprio cos. Nonostante i ripetuti attacchiil bandog era ancora in piedi mentre il pitbull cominciava ad an-

    simare, era quasi possibile osservare il cuore scoppiargli nel pettoprominente.Sferr un nuovo attacco, questa volta al garrese, mentre il bandog

    fece per avvitarsi girandosi e rimanendo in una posizione domi-nante.

    LADBAera contro il muro.

    Lafferr al collo chiudendolo in una morsa silenziosa e co-minciando a strappare a gran velocit, senza mai mutare la posi-zione delle zampe. Il sangue scorreva nel fango e il bandogcontinuava a strappare ritirando il collo allindietro e trascinandolADBA nella melma. Lo stratton per un minuto buono, fino aquando il ringhio non si trasform in un rantolo e poi in un si-lenzio tremante.

    Il Napoletano sera tolto gli occhiali e osservava il suo uomo rac-cogliere il cane in fin di vita. Trasse il ferro dalla giacca, un colposolo: sordo, senza rinculo.

    La gente venne via dallarena quasi spinta dal fumo che fuoriuscdallarma.

    Carmelo aveva ritirato il bandog e si apprestava a raccogliere iguadagni del combattimento. Il Napoletano gli porse la mazzetta dibanconote e punt larma sulluomo che aveva preparato il cane.Quello fece per inginocchiarsi nel fango, senza abbassare lo