corso base di fotografia digitale

Post on 14-Apr-2018

219 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 7/30/2019 Corso Base Di Fotografia Digitale

    1/22

  • 7/30/2019 Corso Base Di Fotografia Digitale

    2/22

    open school 1a parte

    Le fotocamere digitali sonomolto pi semplici e imme-diate da utilizzare rispettoa una macchina fotografica tra-dizionale. La visione immedia-ta del risultato e l'appoggio difunzioni elettroniche evoluteche filtrano e correggono l'im-magine prima ancora di me-

    morizzarla, le rendono uno de-gli strumenti tecnologici pipopolari del nuovo millennio.Chiunque pu utilizzarle perprodurre un buon risultato,utilizzando semplicemente lefunzioni automatiche gi im-postate. Tuttavia una cono-scenza dei princpi che stanno

    alla base di tali automatismi viconsentir di utilizzarle ancorameglio e in modo pi creativo,forzando la mano di tanto intanto per cercare un risultatospettacolare.

    Con questo articolo inizianoun mini corso di tre puntatededicato ai fondamenti della

    fotografia digitale, dove sco-prirete il significato dei co-mandi e delle funzioni presen-ti su qualsiasi fotocamera, an-che se con diversi gradi di so-fisticazione e di completezza.A puro titolo di esempio inquesta puntata, abbiamo scel-to una fotocamera di taglio

    Corso di fotografia digitale tecniche di base

    Fotografia digitale,scattare a tempo

    Iniziamo un breve corso sui rudimenti di fotografia dedicandoci allimportanza

    del fattore tempo e di come usarlo per creare effetti creativi di Roberto Mazzoni

    Per questa puntata del nostro corso elementare di fotografia digitale abbiamoscelto una fotocamera di livello medio alto (prosumer) con un discreto grado diprogrammazione nei tempi, la Nikon Coolpix 5700. Monta un sensore da 5megapixel e un 'obiettivo zoom 8x da 35 mm a 280 mm equivalenti

    Comandi posterioriTutte le fotocamere hanno un tastoche attiva lo scatto in modalitautomatica. In alcuni casi, come nelnostro esempio, c' semplicemente untasto che passa da modalit scatto(evidenziato dall'icona di unafotocamera) a modalit revisione(evidenziato da una freccetta ). Ilfunzionamento automatico oppuremanuale va impostato da menu oppure

    con un altro tasto di programmazione.Alla prima partenza, in ogni caso, tuttele macchine sono impostate suautomatico

    Comandi lateraliLa nostra fotocamera di esempiodispone di un tasto SIZE per impostareil livello di compressione: Basic,Normal e Fine. Un comando analogo presente in qualsiasi altra fotocameracome tasto dedicato oppure opzione dimenu. Il secondo tasto usato per lanostra lezione ISO che modifica lasensibilit del sensore, ossia neamplifica il segnale permettendo lo

    scatto anche con luce ridotta. Lotroviamo solo nelle fotocamere consensibilit variabile e che neconsentono la regolazione manuale

    Comandi superioriNella fotocamera diesempio, il tasto

    MODE consente dipassare dallamodalitautomatica aquella manuale conpriorit dei tempi,necessaria perregolare il tempo diposa in modo"creativo". Lostesso comandoappare in diversefotocamere difascia medio-altanella forma di un tasto dedicato (spesso contrassegnato dall'icona di unafotocamera rossa, azinch verde come nella modalit automatica), oppure comeimpostazione da menu.

    Esistono anche fotocamere che hanno programmi speciali gi impostati per lafoto sportiva, solitamente contrassegnati dall'icona di un corridore. Nella Coolpix5700 i tempi vendono modificati dalla ghiera di comando, che qui vediamo asinistra nella foto

  • 7/30/2019 Corso Base Di Fotografia Digitale

    3/22

    medio alto, la Nikon Coolpix5700 provata di recente. Po-tremo in tal modo descrivere

    ci che si pu fare con unamacchina di tipo "prosumer",ossia di fascia semi-professio-nale, indicandovi anche comeriportare le nozioni su qual-siasi altra fotocamera.

    Le fasi di uno scattoQualunque sia la tecnica im-

    piegata, analogica o digitale, loscatto di una fotografia pre-suppone una serie di azioniben definite: accensione e pre-disposizione della fotocame-ra, inquadratura del soggetto(il che include regolare l'obiet-tivo zoom o lo zoom digitale),messa a fuoco, esposizione,eventuale attivazione del flashautomatico (nel caso di lucetroppo debole), bilanciamentodel bianco, scatto e compres-sione/memorizzazione dell'im-magine acquisita. Il bilancia-mento del bianco e la com-pressione sono operazioni ti-piche delle fotocamere digitalie sostituiscono l'opera svoltadalla pellicola nelle fotocame-re analogiche. Queste ultimeinfatti fissano l'immagine di-

    rettamente sulla pellicola at-traverso un processo fotochi-mico e utilizzano il "bilancia-mento del bianco" gi impo-stato dal produttore di quellaparticolare pellicola. In gergotecnico si parla di "temperatu-

    ra cromatica" della pellicola,ossia del tipo di luce richiestoaffinch i colori appaiano na-

    turali e il bianco, appunto,sembri bianco. Esistono diver-si tipi di pellicole, ma i due picomuni sono per luce diurna,adatti alle foto in esterni e conil flash, e per luce artificiale dalampade al tungsteno, adattoper le foto in interni. Non esi-stono pellicole per la luce alneon, le cui caratteristiche so-no troppo variabili e percivanno corrette con particolarifiltri da abbinare alle pellicolediurne. Le fotocamere digitalinon richiedono la sostituzionedella pellicola e nemmeno l'ap-plicazione dei filtri, ma ricono-scono automaticamente il tipodi luce presente per ogni scat-to e si regolano di conseguen-za.

    Ciascuna delle fasi elencateconcorre alla qualit finale delrisultato e richiede un certotempo. Le prime fotocameredigitali, relativamente lente,richiedevano alcuni secondiprima di essere pronte a cat-turare l'immagine, il che nonpermetteva di "cogliere l'atti-mo". Oggi le macchine pi evo-

    lute svolgono l'intero ciclo dipredisposizione e scatto in fra-zioni di secondo. La rispostatuttavia non istantanea, co-me non lo neppure nellemacchine fotografiche a pelli-cola di tipo professionale, per-

    ci conviene conoscere comepadroneggiare gli automatismiper avere la macchina pronta

    allo scatto quando ci serve.Scelta della qualitdell'immagine

    Tutte le fotocamere digitalicomprimono le fotografie pri-ma di registrarle sulla schedi-na di memoria. Si tratta diun'operazione indispensabileper sfruttare al massimo lospazio disponibile e per ri-sparmiare tempo. Infatti, a dif-ferenza del disco di un perso-nal computer, le schedine dimemoria usate nelle fotoca-mere sono relativamente co-stose e lente. pi agevolecomprimere le informazioniprima di trascriverle, anche acosto di perdere alcune infor-mazioni. Il formato di com-

    pressione pi comune ilJPEG (Joint Photographic Ex-perts Group) che ha il pregio

    di ridurre drasticamente le di-mensioni di un'immagine, e ildifetto di sacrificarne partedei contenuti. Maggiore lacompressione, pi sar l'im-magine finale e minore sarl'occupazione di memoria.Quasi tutte le fotocamere pre-vedono almeno tre fasce diqualit che corrispondono adaltrettanti livelli di compres-sione. Solitamente sono iden-tificati dalle parole Basic (ilpi povero), Normal (da usaredi norma), Fine (il migliore).Alla partenza le fotocamere sicollocano di solito su Normale spetta a noi regolarle diver-samente. Alcuni modelli pievoluti dispongono anche delformato TIFF (Tagged Image

    1a parte open school

    IN QUESTA PUNTATA- Controllo della fotocamerae creativit:

    conoscere il tempo di posae come usarlo

    Lezione 2Luci e ombre: tecniche e segretidellesposizione

    Lezione 3:Obiettivo centrato: lavorare conlinquadratura

    Corso di fotografia digitale

    Scattare in modalit automaticaEcco le operazioni essenziali da compiere per ottenere una fotocon il minimo sforzo.

    1. Accendere la fotocamera, impostandone il funzionamento inautomatico. spesso contrassegnato dalla lettera A, dalla parolaAUTO, da un simbolo verde spesso con la sagoma di una

    fotocamera oppure dalla lettera P (programma) come nel casodella fotocamera che abbiamo utilizzato per il nostro esempio.2. Usare il display LCD oppure il mirino ottico, se disponibile, percomporre l'inquadratura. Il display consuma molto, ma indispensabile per le foto molto ravvicinate, il mirino pu essereinvece utilizzato in tutte le altre situazioni, mantenendo il displayspento cos da risparmiare sul consumo della batteria.3. Premere il pulsate di scatto per met cos da attivare la messaa fuoco, il calcolo dell'esposizione e il bilanciamento del bianco.Mantenerlo premuto per met fino al momento dello scatto. Lafotocamera segnaler l'eventuale necessit del flash con unsegnale lampeggiante (spesso una spia rossa)4. Premere il pulsante di scatto fino in fondo nel momento pipropizio. La risposta sar quasi istantanea perch la macchina hagi impostato tutti i parametri necessari per la foto.5. Attendere che l'immagine sia compressa e registrata sulla

    schedina di memoria e spegnere la macchina, oppure passaredirettamente allo scatto successivo non appena la fotocamera siapronta.

    Mappa delle risoluzioni e dei livelli di qualit

    Qualit/ Pixel Risoluzione Formato Foto Dimensione Tempo di Foto in Dimensione Usocompressione catturati dispon. di una foto memorizz. continuo di stampa

    Raw 2560*1920 Piena (full) proprietario 3 7,8 MB 22 sec 1 21 x 16 Foto di alta qualit dettagliHi (5 Mpixel) TIFF 2 14,5 MB 25 sec 1 21 x 16 Sconsigliato, usare Raw o JPEGFine " JPEG 13 1,4 MB 3 sec 3 21 x 16 Massima qualit in JPEGNormal " JPEG 26 949 KB 3 sec 3 15 x 20 Ovunque possibileBasic " JPEG 51 600 KB 3 sec 3 15 x 20 Foto per il WebFine 1600*1200 UXGA JPEG 32 700 KB 3 sec 3 13,5 x 10 Stampe di piccole dimensioniNormal (2 Mpixel) JPEG 62 330 KB 3 sec 3 13,5 x 10 Stampe di piccole dimensioniBasic " JPEG 118 200 KB 3 sec 3 13,5 x 10 Foto per il Web

    I valori sono stati rilevati utilizzandouna fotocamera Nikon Coolpix 5700 con firmware aggiornato alla versione 1.1 e dotata di una schedina Compact Fl

View more