crif centrale rischi d¢â‚¬â„¢intermediazione crif (centrale...

CRIF Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione CRIF (Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione Finanziaria) La CRIF
CRIF Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione CRIF (Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione Finanziaria) La CRIF
Download CRIF Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione CRIF (Centrale Rischi d¢â‚¬â„¢Intermediazione Finanziaria) La CRIF

Post on 11-Aug-2020

0 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • CRIF (Centrale Rischi d’Intermediazione Finanziaria)

    La CRIF (Centrale Rischi d’Intermediazione Finanziaria) è la società privata che gestisce il SIC (Sistema d’Informazioni Creditizie), noto anche col nome Eurisc. In Eurisc, che non è altro che una banca dati, vengono raccolte, quasi in tempo reale tutte le informazioni provenienti dalle Banche e dagli enti finanziatori partecipanti.

    Il fine è la valutazione oggettiva delle informazioni creditizie, in termini di affidabilità, del soggetto interessato per valutare la rischiosità di un operazione di finanziamento o mutuo.

    Ogni qualvolta si chiede un prestito, le informazioni sono trasmesse al SIC. Questo avviene sia in fase d’istruttoria del finanziamento che in seguito alla sua concessione, sia, infine nella fase del rimborso. I dati inviati, vengono aggiornati mensilmente, e sono di natura oggettiva, cioè ci si limita a trasmettere quanto sta accadendo rispetto al prestito richiesto. Si può, pertanto, affermare che le informazioni creditizie possono essere sia di natura negativa e possono essere trattate senza il consenso dell’interessato (quando cioè siamo in difetto con la restituzione delle rate), sia di natura positiva (quando cioè stiamo pagando regolarmente). Le informazioni presenti in EURISC possono essere consultate dagli istituti di credito partecipanti e consentono di valutare, in base ai dati in essa contenuta, se siamo o no dei “buoni pagatori”.

    TEMPI DI PERMANENZA DEI DATI

    La cancellazione dei dati presenti in Eurisc, sia positivi sia negativi, avviene automaticamente decorso un certo tempo prefissato che è:

    - 6 mesi per le richieste di finanziamento;

    - 1 mese annullamenti o bocciature pratiche;

    - 12 mesi (max 1-2 rate) per rate in ritardo dalla regolarizzazione dei pagamenti;

  • - 24 mesi (dalle 3 rate in su) per rate in ritardo dalla regolarizzazione dei pagamenti;

    - 36 mesi per finanziamenti non rimborsati o in grave morosità dalla data di rimborso;

    i dati vengono cancellati automaticamente solo una volta decorsi i tempi sopra descritti e in caso di ritardi solo una volta saldati.

    Non è possibile richiedere la cancellazione di eventuali morosità o ritardi di pagamenti, se non nei tempi previsti, che vengono accuratamente registrati per tutelare i creditori. E' tuttavia possibile aggiornare la propria anagrafica comunicando la regolarizzazione delle rate.

    Nel caso di dati non corretti, il titolare dei medesimi si può chiedere la correzione o la cancellazione rivolgendosi direttamente alla banca che ha effettuato la trasmissione oppure l’utente potrà inoltrare la richiesta direttamente alla società CRIF, la quale chiederà la dovuta verifica all’istituto finanziario responsabile. Questi, nel termine massimo di quindici giorni, dovrà rispondere alla segnalazione. In mancanza, la CRIF sospenderà la consultabilità dei dati contestati, sino al raggiungimento del dovuto chiarimento.

    In ogni momento si può accedere ai dati, che ci riguardano, eventualmente presenti nel SIC. La richiesta va inoltrata direttamente alla società CRIF, la quale provvederà, nel termine massimo di 15 giorni, alla risposta. Il costo varia da 4 a 10 euro, a seconda che siano presenti o meno dei dati a noi riferibili.