e la teoria astrologica degli elementi. holst: mars - mafalda baccaro2/42 gustav holst, compositore...

Download E la teoria astrologica degli elementi. Holst: MARS - Mafalda Baccaro2/42 Gustav Holst, compositore inglese (1874 – 1934), compose la Suite Orchestrale

Post on 02-May-2015

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Slide 1
  • e la teoria astrologica degli elementi
  • Slide 2
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro2/42 Gustav Holst, compositore inglese (1874 1934), compose la Suite Orchestrale The Planets, la sua opera pi amata e apprezzata, ispirato dai suoi interessi per lASTROLOGIA, occidentale e indianaASTROLOGIAindiana lASTRONOMIA eASTRONOMIA la TEOFISICA.TEOFISICA A questi interessi, Holst aggiunse le sue conoscenze della Mitologia e dellArte.MitologiaArte Il primo brano della Suite certamente il pi noto e imitato ed dedicato al pianeta MARTE.
  • Slide 3
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro3/42 Lastrologia interpreta le posizioni e i movimenti dei corpi celesti, cos come sono visti dalla Terra, descrivendone gli influssi, positivi o negativi, sugli individui o su eventi collettivi.
  • Slide 4
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro4/42 La visione dellastrologia geocentrica e tra i pianeti sono da includersi anche il Sole (che una stella) e la Luna (il nostro satellite naturale). Tuttavia, Holst non compone un pezzo per questi due pianeti.
  • Slide 5
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro5/42 In astrologia, lo zodiaco la fascia di sfera celeste (360) che contiene il percorso apparente del Sole, della Luna e dei pianeti. Tale sfera suddivisa in 12 parti uguali (30), dette segni zodiacali.
  • Slide 6
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro6/42 Ciascun segno porta il nome della costellazione attraversata dal moto apparente del Sole. Nel 2000 a.C., i Babilonesi usavano lo zodiaco per misurare il tempo. I segni che conosciamo oggi furono descritti da Tolomeo, astronomo alessandrino, nel II sec. d.C.
  • Slide 7
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro7/42 Zodiaco (dal greco = zon), vuol dire vivente oppure immagine di uomini o animali. Luomo antico vedeva, infatti, nelle costellazioni forme di animali o di persone, come il Leone, lo Scorpione, la Vergine Per comprendere il linguaggio musicale di Holst, dobbiamo sapere anche che i segni zodiacali richiamano gli elementi fondamentali della materia: aria, acqua, terra e fuoco.
  • Slide 8
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro8/42
  • Slide 9
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro9/42 Ad ogni elemento corrispondono differenti caratteri: Intelletto Capacit di comunicare Desiderio Energia creativa Risorse materiali Senso di possesso Immaginazione Sentimentalismo
  • Slide 10
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro 10 Guercino, 1662. S. Tommaso scrive assistito dagli angeli. Basilica S. Domenico, Bologna. Il pi grande pensatore cristiano del Medioevo, TOMMASO DAQUINO (1225- 1274), sullesempio del Santo di Assisi, che aveva gi citato i quattro elementi nel suo Cantico delle Creature, dedic nella sua opera principale Summa theologiae ben duecento pagine allastrologia. Egli non disdegn di pensare che gli astri possano avere effetti sulluomo, sul piano psicofisico, fisiobiologico e sociale. 10/42
  • Slide 11
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro11/42 I pianeti determinano il carattere di un individuo, a seconda della posizione in cui vengono a trovarsi nel TEMA DI NASCITA che altro non che unistantanea della posizione dei pianeti nella volta celeste nel momento in cui una persona viene al mondo. Se vuoi continuare lapprofondimento con lAstrologia indiana, VAI A DIAPO 16
  • Slide 12
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro12/42 Appassionato comera di astrologia e astronomia, Holst aveva certamente studiato le leggi di Keplero (1571-1630), basate sullarmonia dellUniverso. La terza ed ultima legge era inserita in un libro di musica e astrologia. Keplero, convinto che Dio fosse un grande geometra e un musico, sostenne lidea che musica e sistema solare fossero manifestazioni della stessa armonia; quasi come se le posizioni dei vari pianeti, come tasti di un pianoforte, dovessero corrispondere alle note.
  • Slide 13
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro13/42
  • Slide 14
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro14/42 Holst aveva anche studiato Platone, il quale nel X libro della Repubblica, narra la storia di un uomo, Er, che, risorto da morte, descrive ci che ha visto nellaldil. Er ha la visione di un fuso tenuto in grembo dalla Necessit (personificata), attorno alla quale ruotavano otto sfere celesti. Ciascuna sfera produce, nel suo movimento rotatorio, un unico tono. Gli otto toni insieme formano una divina armonia.
  • Slide 15
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro15/42 L'armonia delle sfere Si tratta di una teoria di probabile derivazione orientale, elaborata dalla scuola pitagorica intorno al V sec., che i Greci lasciarono in eredit alla civilt romana prima e a quella cristiana poi. Per saperne di pi, vai al video di Youtube: Tale armonia derivava dai diversi suoni emessi dalla rotazione dei pianeti (di frequenza proporzionale alla massa e alla rapidit del movimento), corrispondenti ai gradi della scala diatonica. Questo pensiero determiner la dottrina dellethos Se vuoi passare allascolto, VAI A DIAPO 26
  • Slide 16
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro16/42 Holst era un appassionato studioso di sanscrito, antica lingua indiana, paragonabile a ci che sono per noi il Latino e il Greco. Lo era per due motivi: 1.lIndia era una colonia inglese ed egli ne era attratto; 2.il sanscrito era la lingua dellastrologia indiana, che fonda le sue teorie sugli stessi elementi di quella occidentale.
  • Slide 17
  • Se vuoi passare allascolto, VAI A DIAPO 26 Holst: MARS - Mafalda Baccaro17/42 Nel corpo si trovano dei punti di forza detti chakra, che assorbono lenergia del cosmo e la trasferiscono allindividuo, conferendogli una forza dinamica.
  • Slide 18
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro18/42
  • Slide 19
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro19/42 Sebbene sia Mercurio il pianeta pi vicino al Sole, seguito da Venere, dalla Terra e quindi da Marte (pianeti di tipo terrestre, seguiti da Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone, detti i grandi pianeti), Holst non compone la Suite seguendo le orbite dei pianeti del nostro sistema solare.
  • Slide 20
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro20/42 http://www.mosaico.rai.it/pop_up/pianeti/pianeti.html Successione dei pianeti del Sistema Solare Successione dei movimenti della Suite The Planets MarsMars, the Bringer of WarBringer of War VenusVenus,the Bringer of PeaceBringer of Peace MercuryMercury,the Winged MessengerWinged Messenger JupiterJupiter, the Bringer of JollityBringer of Jollity SaturnSaturn, the Bringer of Old AgeBringer of Old Age UranusUranus, the MagicianMagician NeptuneNeptune, the MysticMystic Se vuoi mettere alla prova le tue conoscenze di geografia astronomica, clicca sul link:
  • Slide 21
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro21/42 Holst compie un viaggio nel tempo, quando, nel cielo notturno, Marte si presentava alla vista come un pianeta rossastro. Gli antichi Greci sapevano gi che non era una stella, perch non aveva una posizione fissa nel cielo.
  • Slide 22
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro22/42 Il colore rosso ispir ai Romani il nome Marte, come il dio della guerra, focoso e irruento. Statua di Marte a Tivoli.
  • Slide 23
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro23/42 Secondo la mitologia romana del I sec., Marte era il dio della guerra. Per la mitologia arcaica era anche il dio del tuono, della natura, della pioggia e della fertilit. Era figlio di Tellus (dea romana della terra e protettrice della fecondit, nonch dai terremoti) e di Giove. Era anche il dio della primavera (infatti il mese di Marzo, in cui inizia la stagione primaverile, si chiama cos da Mars), periodo in cui si tenevano celebrazioni in suo onore e in cui cominciavano le guerre.
  • Slide 24
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro24/42 Marte occup nella societ romana un ruolo pi importante di quello della sua controparte greca Ares. Da lui e da Rea Silvia nacquero Romolo e Remo, i fondatori di Roma. Per questo, i Romani si chiamavano tra loro figli di Marte.
  • Slide 25
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro25/42 A rafforzare lassociazione di Marte alla guerra, ci pensa larte. Gli antichi monumenti rappresentano il dio con lelmo, la lancia (o la spada) e lo scudo, raramente con uno scettro. Talvolta ritratto nudo, altre volte ha unarmatura e spesso ha un mantello sulle spalle. A piedi o su un carro trainato da due cavalli imbizzarriti, ha sempre un aspetto combattivo.
  • Slide 26
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro26/42
  • Slide 27
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro27/42 Tutta la Suite fu composta tra il 1914 e il 1918. Nella memoria collettiva occidentale, questo lasso di tempo collegato ad uno dei ricordi pi tristi del nostro passato: LA PRIMA GUERRA MONDIALE
  • Slide 28
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro28/42 In mezzo allorrore di quella guerra spietata, il musicista inglese compose The Planets, lopera che lavrebbe reso famoso in tutto il mondo, per descrivere e caratterizzare con la musica sinfonica la parabola esistenziale delluomo
  • Slide 29
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro 29/42
  • Slide 30
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro30/42
  • Slide 31
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro 31/42
  • Slide 32
  • Holst: MARS - Mafalda Baccaro32/42 Gianfranco Vinay, noto critico e musicologo, si esprime non proprio positivamente sulla Suite orchestrale di Holst. C troppa ispirazione a modelli franco-russi, s