equilibri lago

Click here to load reader

Download Equilibri lago

Post on 20-Jun-2015

978 views

Category:

Documents

4 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 1. EQUILIBRI CHIMICO-BIOLOGICIDEL LAGO TRASIMENOI.T.A.S. G. Bruno di Perugia Indirizzo BIOLOGICO aa. ss. 1999-2001

2. Ecosistema Lago Due laghia confrontoEcosistema TrasimenoFINE 3. ECOSISTEMA LAGOs I laghi sono masse dacqua che riempiono le depressioni allinternodei continenti, isolate dal mare o comunicanti con esso mediantefiumi. I corsi dacqua che alimentano i laghi sono detti immissari,e ad essi possono sommarsi le acque di sorgenti sotterranee e diprecipitazione. Questi afflussi compensano i deflussi causati dallevaporazione, dalle infiltrazioni sotterranee e dalle acque cheescono dal lago per mezzo dell emissario. Lorigine dei laghi varia e ci ne condiziona le caratteristiche.s I fattori che condizionano gli ambienti lentici (ecosistemi diacqua dolce stagnante: laghi e stagni) sono: FATTORI ABIOTICIFATTORI BIOTICIs Un importante ciclo della materia condiziona lambiente lacustre:CICLO DELLACQUA 4. FATTORI BIOTICIfitoplanctonpesci carnivoripesci planctofagi zooplanctonper saperne di pi ... decompositori 5. FATTORI BIOTICI fitoplancton zooplancton Piccoli organismi Piccoli organismi uni e fotosintetici chepluricellulari che abitano gli strati pi vivono nutrendosi disuperficiali dellacqua fitoplancton La diversificazione degli organismi fito e zooplanctonici fornisce informazioni sullo stato di nutrimento del lagoOLIGOTROFICOMESOTROFICO EUTROFICOScarso nutrimento Nutrimento diAbbondante -presenza di alghe media quantit nutrimento azzurre, verdi, brune, -presenza di alghe-presenza di abbondanti dorate e rosse verdi e diatomeefioriture algali -presenza di alcune diatomee 6. FATTORI ABIOTICILe componenti chimico-fisiche pi rilevanti che influenzanolecosistema lago sono: SALINITTEMPERATURALUCE 7. SALINITLa concentrazione di sali nelle acque deilaghi generalmente bassa, tranne nei periodi in cui, perevaporazione, i sali disciolti si concentrano e il valoredella salinit aumenta.Soprattutto nei laghi che hanno basse profondit mediee scarso ricambio dellacqua, la salinit pu aumentare,per effetto dellevaporazione, fino a valori moltoelevati, addirittura superiori a quelli dellacqua marina. 8. TEMPERATURALa temperatura dellacqua di un lago dipende dalle condizioni climatichee topografiche, oltre che dallestensione e dalla profondit del lago.E importante rilevare che lacqua dolce ha la sua massima densit a 4C.In estate i laghi ricevono calore dalla radiazione solare che riscalda lasuperficie dellacqua. Questa acqua riscaldata si dilata, dunque la suadensit diminuisce, e tende a stratificarsi sulla superficie del lago. Latemperatura dellacqua quindi diminuisce dalla superficie al fondo dellago (stratificazione diretta) .In inverno i laghi temperati diventano molto freddi: la superficie pughiacciarsi e la temperatura dellacqua tende ad aumentare verso ilfondo del lago dove raggiunge i 4C (stratificazione inversa) .In primavera e in autunno avviene il rimescolamento dell acqua cheapporta ossigeno nelle acque profonde e sostanze nutritive (saliminerali) dal fondo alle zone superficiali, favorendo lo sviluppo della vitalacustre. 9. stratificazione diretta(estate) 0 10Profondit (m) 20 305101520 25Temperatura (C) 10. stratificazione inversa (inverno) 0 10Profondit (m) 20 305101520 25Temperatura (C) 11. rimescolamento delle acque (primavera-autunno) 0H2O riccadi O2 10Profondit (m) 20H2O ricca di nutrienti 30 12. LUCELa quantit di luce che penetra nel lago varia con la profondit e latrasparenza dellacqua.Nei laghi pi profondi possibile distinguere una zona eufotica (conmolta luce), nei primi 10-20 metri di profondit, seguita da una zonaoligofotica (con poca luce), ed infine una zona afotica (priva di luce).Nelle prime due zone sono presenti organismi fototrofi, cio iproduttori, il primo anello della catena alimentare. Per questa ragionela zona fotica quella pi densamente popolata anche dagli organismieterotrofi, cio i consumatori.Nei laghi c poco profondi, come il lago Trasimeno, la luce raggiunge ifondali e quindi gli organismi fotosintetici sono presenti a tutti ilivelli. 13. IL CICLO DELLACQUAs Lacqua dellatmosfera precipita sul mare (A), sui continenti(B), sulla vegetazione (C) e sulle calotte glaciali (E). Il mare(A) riceve acqua anche da B, D ed E sia per via superficialeche sotterranea. Dal mare lacqua ritorna allatmosfera perevaporazione naturale; ci accade anche per lacqua diprecipitazione assorbita dai vegetali (C) il cui processoprende il nome di evapotraspirazione. Lacqua che cade sulleterre emerse, in parte raggiunge i fiumi, i laghi e i mari e inparte si infiltra nel terreno (F) e nelle riserve acquiferesotterranee (F1). Dalla superficie lacqua penetra nel suoloper infiltrazione. Le calotte glaciali (E) scambiano acqua conlatmosfera tramite sublimazione.H2 O 14. IL CICLO DELLACQUAIl ciclo dellacqua linsieme dei processi fisici, chimici e biologici chedeterminano continui cambiamenti di stato e permettono un flusso costantedellacqua tra litosfera, atmosfera, idrosfera e biosfera.ECB D FDA F1 15. DUE LAGHI A CONFRONTOs Se confrontiamo due laghi caratterizzati danotevoli differenze fisiche e geografiche eda una diversa origine geologica, come adesempio il lago Trasimeno e il lago di Garda,ci accorgiamo che tali caratteristichedeterminanoecosistemi lacustriprofondamente diversi. 16. IL LAGO TRASIMENO:caratteri fisici e geograficiSUPERFICIE: 120 Km2CIRCONFERENZA: 60 KmPROFONDITA MEDIA: 4,7 mPROFONDITA MAX: 6,30 mIl lago Trasimeno ha una forma simile ad un cuore allungato indirezione nord-ovest/sud-est con tre insenature principali. Il bacinodalimentazione costituito da circa 60 torrenti, nessuno dei qualifornisce acque perenni. Tra i pi importanti vi sono il Tresa, il Moiano,il Rigo Maggiore e il Maranzano, i quali si immettono nel fossodellAnguillara. Nellinsenatura di San Savino c un emissarioartificiale che confluisce le acque di esubero verso il torrente Caina,da qui al fiume Nestore e quindi al Tevere.per saperne di pi ... 17. La profondit massima riscontrata a centro lago circa 6,30 metri. Laprofondit media di circa 4,50 metri.Il profilo della zona centrale del fondale quasi piatto. Proseguendoverso le rive la pendenza gradualmente aumenta, per il resto le fasceperimetrali corrispondenti alle coste pi rettilinee presentano ingenerale pendenze intermedie.I fondali quasi piatti, si rinvengono, infatti, allinterno delle profondeinsenature, mentre pendenze pi pronunciate si hanno in prossimitdelle foci dei maggiori torrenti a causa dellaccumulo dei materialigrossolani.La composizione dei fondali risulta essere differente: la regionecentrale prettamente argillosa con presenza di sabbie fini e priva diavanzi organici e materia azotata; la fascia intermedia presentaterreni di media composizione ma con prevalenza dellargilla sulla sabbiaancora finissima; la fascia perimetrale, escluse le insenature paludose incui sono presenti tracce di residui organici e terriccio, comprendefondali costituiti prevalentemente da sabbia. 18. IL LAGO DI GARDA: caratteri fisici e geograficiSUPERFICIE: Km2 370LUNGHEZZA: Km 52,6LARGHEZZA MAX: Km 17,5PROFONDITA MEDIA: 134,5mPROFONDITA MAX: 346mIl lago di Garda il pi grande dei laghi italiani:Il suo affluente principale il Sarca che entra fra Riva e Torbole; glialtri hanno unimportanza minore. Unico emissario il Mincio, aPeschiera.Le variazioni di livello del lago sono poco accentuate (circa un metro)E caratterizzato da una stupenda colorazione dellacqua che assumetonalit turchine marcate ed ha una notevole trasparenza; i raggisolari arrivano fino ad una profondit di circa 15 metri. 19. DUE LAGHI A CONFRONTO~ 5m~ 15mI raggi solari che filtrano sututta la colonnina dacqua,permettono la crescita dellemacrofite su tutto il fondale del Nel lago di Garda lalago Trasimeno. florasubacquea presente sino ad unacerta profondit (circa15m), la stessa a cuiarrivano i raggi solari. 20. Ecosistema TrasimenoDurante il periodo estivo si osserva, per evaporazione naturale, unabbassamento del livello lacustre che causa linnalzamento dellatemperatura del fondale. Questa serie di fattori favorisce reazioniche provocano mutamenti nellecosistema lago. Le acque del lagoTrasimeno possono essere classificate, dal punto di vista analitico,come mesotrofiche. Infatti, innumerevoli quantit di azoto e fosforosono presenti in forme insolubili soltanto nel fondale, mentre sonoassenti nella colonnina dacqua. Questi elementi fungono da nutrientiper le macrofite (piante con apparato radicale) che produconoossigeno utilizzato dai batteri per far avvenire i processi diossidazione. 21. Fattori che causano i bassi livelliUno dei problemi pi importanti del lago Trasimeno il verificarsi deibassi livelli (magre) durante il periodo estivo. Questo problema influenzato da diversi fattori: V = VS + VB - VE -VEM -VPRV = variazione di volume del lago (m3)VS = volume dacqua in entrata per precipitazioni sullo specchio (m3)VB = volume dacqua che arriva al lago dal bacino imbrifero attuale (m3)VE = volume dacqua in uscita per evaporazione dallo specchio (m3)VEM= volume dacqua in uscita dal lago come deflusso dallemissario (m3)VPR = volume dacqua in uscita dal lago tramite prelievi artificiali ( m3)Incidono particolarmente le scarse precipitazioni, le non trascurabilievaporazioni ed i prelievi artificiali per lirrigazione dei campicircostanti. 22. Le conseguenze dei bassi livelli INTORBIDIMENTO INNALZAMENTO DELLADELLACQUA TEMPERATURA DELLACQUAE causato dallazioneI bassi livelli consentono dei venti che portano inallacqua di raggiungere valori sospensione di temperatura molto vicini anella colonnina dacqua le quelli dellambiente esternoparticelleche vannoa favorendo la crescita battericacostituire il fondale lacustre(limo) 23. Livelli massimi e minimi del lagoIl lago Trasimeno pu essere definito un ecosistema chiusopoich non possiede n emissari n immissari naturali, perci levariazioni di livelli riscontrati nel corso degli anni hanno influito ins