fatto di sport 106

Download Fatto Di Sport 106

Post on 17-Jan-2016

28 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Settimanale Sportivo

TRANSCRIPT

  • Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008

  • Dopo l impresa al San Mames, il Torino batte un Napoli irriconoscibile con il gol del solito Glik. Nei primi45 minuti di gioco,le due squadre si sono neutralizzate non producendo lo spettacolo che si aspettavanole tifoserie. Nel secondo tempo, il Napoli prova ad aumentare il ritmo della partita inserendo Gabbiadinial posto di Hamsik, ma,al 70esimo minuto, Glik segna il gol-vittoria con il suo sesto centro in campionatosu azione da angolo. Negli ultimi minuti di gioco, Gabbiadini, unica nota positiva napoletana, prende ilpalo dopo una bellissima punizione. Game-over allOlimpico ed il Napoli di Benitez perde, ancora unavolta, la clamorosa opportunit di riaprire il campionato andando a pari punti con la Roma. Con questi 3punti invece, il Torino acciuffa il 12 risultato consecutivo e soprattutto, conferma di essere una squadrache ci mette sempre cuore e grinta in ogni partita.

    LORENZO CASTALDO

  • Roma-Juve si dividono la posta in palio e i bianconeri sorridono.

    Vincenzo Vitale

    Keita risponde al vantaggio iniziale di Tevez. Dal 62 Roma in 10 per lespulsione di Torosidis.Termina 1-1 la sfida pi attesa. Un primo tempo noioso, in cui le 2 squadre fanno una partita molto tattica. Nella seconda frazione si vive qualche emozione in pi: Torosidisal 62 fa fallo su Vidal e riceve il secondo giallo. Dalla conseguente punizione Tevezdipinge un traiettoria che batte De Sanctis. Il vantaggio e luomo in pi facevano presagire una facile vittoria bianconere, invece Garcia in 7 minuti fa 3 cambi e rivitalizza la Roma togliendo De Rossi, Ljajic e Totti per Florenzi, Iturbe e Nainggolan. I giallorossi si rimboccano le mani e al 73 pareggiano con Keita. Si chiude cos il big match con il campionato che non ancora chiuso ma la Roma ha sprecato unoccasione importante restando quindi a -9 dalla Juve e con gli scontri diretti a sfavore.

    Sintesi Solita formazione della Roma che scende in campo con solo 2 novit: Torosidis e Keita al posto di Florenzi e Nainggolan. Cambi annunciati per Allegri che ritorna al 3-5-2 con Caceres a completare il terzetto difensivo. A centrocampo con Pirlo out, il tecnico non rischia Pogba e punta su Pereyra; in avanti ancora Morata in coppia con Tevez. Non accade molto nei primi 45 minuti, con i portieri totalmente inoperosi e le squadre pi preoccupate nel non prestare il fianco allavversario. Al 22Pereyra parte in contropiede e se ne va veloce sulla destra per poi mettere in mezzo per Morata che viene per anticipato da Manolas, in quale rischia lautogoalsfiorando il palo. Laltra occasione degna di nota della prima frazione capita a 3 minuti dal 45 ancora alla Juve: ancora ripartenza bianconera con Pereyraprotagonista che di forza vince 3 contrasti e serve Tevez sulla destra. Lapache si fa 20 metri palla al piede e conclude a rete dal limite delarea, ma la sfera viene deviata leggermente da Manolas in angolo. Termina un primo tempo noioso, privo di emozioni con una Roma che fa 65% di possesso palla, sterile, mentre la Juve ci prova solo con 2 contropiedi. Dopo 5 minuti dal rientro dagli spogliatoi subito una ghiotta occasione per la Vecchia Signora: Ljajic perde palla a centrocampo e ne approfitta ancora Pereyra che serve laccorrente Vidal il cui mancino per sfiora il palo alla sinistra di De Sanctis. Al 62 arriva lepisodio che spezza gli equilibri: Tevez serve in profondit Vidal che viene toccato da dietro da Torosidis che commette fallo e riceve il secondo giallo lasciando cos la Roma in 10. La conseguente punizione viene battuta da Tevez che dal limite dipinge una pennellata che supera la barriera e si deposita in rete lasciando di sasso Morgan De Sanctis. Cambia cos il parziale allOlimpico con la Juve in vantaggio grazie a una magia dellapache contro una Roma in inferiorit numerica. Il tecnico Garcia prova a correre ai ripari inserendo prima Florenzi per Ljajic al 66 e poi Iturbe e Nainggolan per Totti e De Rossi rispettivamente al 71 e al 73. Nel mezzo la prima vera occasione dei giallorossi che ci provano al 72 con un ottimo colpo di testa di Manolas su cui per Buffon attento. E il preludio al goal che arriva 6 minuti pi tardi quando Keita sfrutta bene una punizione di Florenzi e di testa firma il pareggio nonostante il tentativo di Marchisio salvare sulla linea. Nonostante luomo in meno una Roma diversa e all80 ci prova con Iturbe che conclude di punta ma non inquadra lo specchio. Allegri prova a cambiare le carte in tavola inserendo Coman e Padoin per Morata e Lichtsteiner. Non accade pi nulla e dopo 3 di recupero termina la sfida.

  • La Lazio torna a correre e adesso la distanza dal Napoli, terzo in classifica, di sole due lunghezze, e il sogno Champions non un miraggio, cos come il secondo posto ad appena sei punti. La squadra di Pioli domina il match e batte il Sassuolo per 3-0. Dopo molte chance sprecate da Keita, il fenomeno Felipe Anderson, segna un gol da cineteca proprio allo scadere del primo tempo. Nella ripresa dopo due occasioni mancate, Klose segna il 2-0 su assist del brasiliano. Al 77 Parolo chiude i conti dopo unazione incasinata in area. Sassuolo mai in partita, contro una Lazio cos perfetta era difficile per gli uomini di Di Francesco portare punti a casa.

    Palermo ed Empoli si sfidano al Renzo Barbera. Le due squadre neo promosse, stanno dando spettacolo in Serie A. La partita la fanno i padroni di casa, con un Dybalasuper, e sfiorano il gol con una traversa di Vasquez. Ma lEmpoli quando riparte temebili e Sorrentino compie un miracolo su Maccarone nel primo tempo. Nel secondo tempo tanto Palermo, ma il muro azzurro tiene e le squadre dopo una spettacolare battaglia tornano a casa con un solo punto. Palermo a meno due dallEuropa, lEmpoli fa un passo importante per la salvezza

    R.Agnello

  • La Fiorentina ferma la corsa di Mancini e si rilanciaprepotentemente in chiave terzo posto. Ancora una volta decideSalah che sfrutta un errore di Handanovic e si regala il suo quartocentro da quando a Firenze. Le due squadre optano per ilturnover dopo le fatiche di Europa Leaugue ma non rinunciano adattaccare rendendo piacevole il primo tempo nonostante lo 0-0.Tra le azioni degne di nota si fanno segnalare soprattutto una bellaripartenza di Babacar e un incredibile palo centrato da Guarindopo aver scagliato da fuori area un bolide terrificante. Il giovaneattaccante senegalese si infortuna sul finire della prima frazione acausa di un problema muscolare e viene sostituito da quello chesar luomo partita, Salah. Legiziano ad inizio secondo temposfrutta una corta e sgiagurata respinta di Handanovic spendendo ilpallone in rete. Mancini prova a rianimare lInter con lingresso diShaqiri che fin da subito vivacizza lInter e di Palacio. Proprioquestultimo ha le due occasioni pi ghiotte prima di piede e poicon un colpo di testa che chiama Neto agli straordinari. La violachiude eroicamente in 9 visti gli infortuni di Tomovic e Savic acambi esauriti, resistendo allassedio nerazzurro.

    Antonio Greco

    Un gol di Alejandro Rodriguez nella ripresa riaccende lesperanze salvezza del Cesena. Per ludinese di Stramaccionicontinua il momento no che coincide con la terza sconfittaconsecutiva. Troppo per il patron Pozzo che spedisce lasquadra in ritiro punitivo. Per i romagnoli ora sono soltanto4 i punti che separano dalla zona salvezza. Nonostante unaformazione falcidiata da infortuni e squalifiche i padroni dicasa sembrano fin da subito pi in palla dei friulani. Ilprimo tempo finisce a reti bianche con i guizzi di Defrel eBrienza che creano qualche problema agli ospiti. Nellaripresa Di Carlo indovina il cambio vincente: fuori proprioDefrel e spazio allo spagnolo Rodriguez. Il puntero pochiminuti dopo il suo ingresso in campo incorna in rete uncross di uno straordinario Brienza. E lepisodio decisivodella gara. Per il Cesena la salvezza non pi un utopia.

    Antonio Greco

  • CHIEVO-MILAN... CHE NOIA! AL BENTEGODI FINISCE 0-0

    Ci si aspettava la rinascita del Milan dopo la vittoriacontro il Cesena e invece si rivisto il Milan delle ultimegare, noioso e senza gioco. Il primo tempo lo si pu farvedere alle persone che soffrono di insogna, regna lanoia pi totale. Il Milan fa quello che pu cio nientementre il Chievo si conferma l'attacco peggiore delcampionato. La prima azione degna di nota arriva al 25'quando Pellissier sbatte in faccia a Diego Lopez un tiroche capita sui piedi del malcapitato Antonelli che stavaper realizzare un maldestro autogoal. Il secondo temponon migliore del primo ma almeno le due squadre ciprovano, prima con Destro poi con Pellissier finoall'azione pi pericolosa di tutta la partita quandoHonda, entrato al posto di Montolivo, colpisce la traversacon un bellissimo tiro dalla distanza. Finisce 0-0 e i fischia fine gara sono tutti meritati.

    L'HELLAS BATTE IL CAGLIARI E METTE NEI GUAI ZOLATONI, GOMEZ E CONTI FIRMANO LE RETI: 1-2

    Il Verona vince e respira un p. una bella partita che vedeil Cagliari fare la partita e dominare il campo e il Verona chepunge con le ripartenze. Ed proprio cos che al 9' arriva ilprimo goal del match con Luca Toni che approfitta delladormita della difesa sarda d firma il suo decimo goal incampionato. La reazione sarda arriva con il duo M'poku-Longo ma nulla di fatto. Nella ripresa il copione non cambia,il Cagliari attacca, il Verona si difende e cerca di colpi incontropiede. Lo 0-2 arriva per su calcio di punizione diHallfredson, il pi lesto Gomez che fa 0-2. I vari attacchi diLongo, M'poku e Cop sono poca cosa, cos ci pensa Contidirettamente su calcio di punizione ad accorcia il risultato,ma ormai troppo tardi. Finisce 1-2 per il Verona.

    Dario Vezzo

  • LA SAMP RITORNA ALLA VITTORIA

    Torna al successo la Samp, che batte lAtalanta in rimonta grazie alle reti di Muriel e Okaka. Negli orobici, vantaggio iniziale firmato Stendardo.