fernanda faini. aspetti giuridici della pubblica amministrazione 2.0

Download Fernanda Faini. Aspetti giuridici della Pubblica Amministrazione 2.0

Post on 01-Dec-2014

640 views

Category:

Social Media

3 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Levoluzione della Rete e della societ attuale comporta che la Pubblica Amministrazione debba ricorrere sempre pi agli strumenti del web 2.0 utili allimplementazione di un modello di open government, basato sui principi di trasparenza, partecipazione e collaborazione. Lapproccio 2.0 e lopenness delle amministrazioni trovano fondamento nella stessa normativa in materia di amministrazione digitale. Per un utilizzo efficace e sicuro per necessario porre particolare attenzione agli obiettivi e alla strategia perseguita, agli aspetti giuridici e alla regolamentazione degli strumenti stessi. Lapertura deve infatti coniugarsi alla sicurezza e ad un uso consapevole, necessari a creare la fiducia dei cittadini e a rafforzare la credibilit delle istituzioni pubbliche.

TRANSCRIPT

  • 1. Aspetti giuridici della Pubblica Amministrazione 2.0 Fernanda Faini Foto di relax design, Flickr #d2droma #wister
  • 2. Evoluzione in senso partecipativo del Web Vengono meno i confini del web 1.0 (staticit e contrapposizione fornitori/ utenti) i concetti fondamentali sono partecipazione e interazione. web 1.0 servizi offerti in maniera unilaterale allutente, siti statici senza interazione di utente eccetto navigazione, mail e motori di ricerca. Web 1.0 visione passiva web 2.0 servizi telematici e applicazioni che garantiscono alto livello di interazione sito-utente. Piattaforme e servizi permettono la partecipazione e si avvalgono in maniera sostanziale dei contributi forniti dagli utenti. Web 2.0 web attivo, vivente, iperrete Web come testo riscrivibile, tutti possono partecipare alla sua evoluzione, i contenuti prodotti dagli utenti (user-generated content) occupano parte sempre pi consistente. #d2droma #wister
  • 3. Web 2.0 Web 2.0 sfrutta lintelligenza collettiva ossia comprende, gestisce e risponde a un enorme mole di dati prodotti dagli utenti, che diventano i principali fornitori di contenuti. Collaborazione paritetica gli utenti aggiungono valore, cessano di essere passivi e diventano attori principali, cooperazione senza asimmetrie, condivisione. Web 2.0 ha reso disponibili nuovi e migliori strumenti accessibili gratuitamente e dotati di maggiori funzionalit gli utenti hanno cominciato a riscrivere la rete. Di conseguenza si avuta rapida e enorme crescita di informazioni, contenuti, contributi. Cambia il modo di avere e creare conoscenza. Tutto ci ha inciso nelle comunicazioni e relazioni interpersonali, pi rapide e semplici. Fonte immagine: http://farm1.staticflickr.com/172/384349474_051ce145c2.jpg #d2droma #wister
  • 4. Nuovo modello di impresa anni 60-70 impresa tipica IBM produce e mette sul mercato hardware. anni 80-90 Microsoft produce e rilascia tipicamente software proprietari con licenza duso. web 2.0 Google non offre n hardware n software, ma servizi motore di ricerca affiancato da numerosi altri servizi e applicazioni (YouTube, GoogleDrive, Google-Maps, G-Mail, Google calendar etc.). Logica cloud computing. I servizi sono offerti gratuitamente, i proventi di Google derivano in gran parte dalla pubblicit tramite il meccanismo AdWords (interessati possono acquistare parole il cui utilizzo attiver la visualizzazione sullo schermo del proprio link). Utenti non solo fruiscono dei servizi, ma contribuiscono a fornire i dati e co-producono i servizi Google estrae infatti dalla rete le informazioni per far funzionare i propri servizi (es. motore di ricerca indicizza pagine e ne determina la rilevanza e conseguente ranking, ossia ordine di presentazione dei risultati della ricerca). #d2droma #wister
  • 5. Strumenti Web 2.0 social network servizi basati sul web che consentono 3 funzioni fondamentali (cos D.M. Boyd e N.B. Ellison): 1. aspetto dellidentit costruzione del proprio profilo. 2. aspetto relazionale condivisione connessioni, lista contatti, identit sociale. 3. aspetto della comunit Numerose reti sociali dotate di diverse finalit (es. Linkedin finalit professionale). La comunicazione interpersonale si sposta sui social network. piattaforme per la condivisione dei contenuti, raccolte di contenuti online esempi YouTube (per condividere filmati e tracce musicali, possibilit di inserire commenti e valutazioni), Flickr (per condividere le foto), SSRN (per condividere contributi accademici, anche per avere commenti e suggerimenti prima delleventuale pubblicazione su rivista scientifica). #d2droma #wister
  • 6. Strumenti Web 2.0 blog diario in rete: gestito da una persona o da un ente per condividere riflessioni, opinioni e altro. Si caratterizza per dinamicit (rapidi aggiornamenti) e accresciuta interattivit con utenti (che possono commentare associando post ai messaggi). Blog pu avere svariate tipologie e destinazione ristretta o ampia. wiki rapido, i contenuti sono sviluppati in collaborazione da tutti coloro che vi hanno accesso e i cui contenuti sono aggiunti, modificati e aggiornati da utilizzatori, sono strumenti di lavoro collaborativo e cooperativo volti a creare documenti e opere comuni nelle quali il contributo di ciascuno diventa indistinguibile da quello altrui. Laccesso ai wiki pu essere limitato, ma molti sono aperti al pubblico. Wikipedia grande enciclopedia multilingue formata grazie a wiki. etc. etc. #d2droma #wister
  • 7. Mappa Web 2.0 Fonte immagine:http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e5/Web_2.0_Meme_map.png #d2droma #wister
  • 8. Web 2.0 e la Pubblica Amministrazione? Fonte immagine: http://leonardocecato.dcsolution.it/images/punto-di-domanda.png #d2droma #wister
  • 9. Cosa dicono le norme? Norme prevedono strumenti e specifici obblighi relativi a web 1.0 (come posta elettronica e siti web istituzionali). Utilizzare strumenti web 2.0, essere presenti e attivi sui social network una scelta per lamministrazione, non ci sono norme specifiche che lo impongono. Lutilizzo web 2.0 si pu comunque ritenere incentivato da norme specifiche: diritto alluso delle tecnologie (art. 3 CAD) strumenti web 2.0 possono essere proficuamente impiegati per valutare qualit dei servizi resi e soddisfazione dellutenza (art. 7 CAD) utilizzo al fine di realizzare democrazia elettronica (art. 9 CAD) maggior trasparenza e controllo democratico dei cittadini su attivit pubblica. Evoluzione verso open government implementazione degli strumenti web 2.0. suggerisce proficuo utilizzo e #d2droma #wister
  • 10. Da e-gov a open gov Lo sviluppo della societ ha posto la necessit di unevoluzione nel senso dellapertura per rispondere alle esigenze attuali della collettivit. e-government organizzazione delle attivit delle PPAA fondata sulladozione estesa e integrata delle ICT nello svolgimento delle funzioni e nellerogazione dei servizi. Maturazione del concetto deve coniugarsi ed evolversi in: open government i governi e le amministrazioni devono essere trasparenti a tutti i livelli e le loro attivit aperte e disponibili al fine di favorire azioni efficaci e garantire un controllo pubblico del proprio operato mediante le nuove tecnologie. Gli strumenti di open government, dopo essere entrati nel dibattito pubblico e scientifico, sono approdati nel quadro normativo italiano. Fonte immagine: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/8b/Neon_Open_green.jpg #d2droma #wister
  • 11. Evoluzione normativa d.lgs. 82/2005 Codice dellAmministrazione digitale (CAD) e sua profonda riforma con d.lgs. 235/2010 (nuovo codice dellamministrazione digitale) c.d. decreto Semplificazioni (d.l. 5/2012 conv. dalla legge 35/2012) Agenda digitale italiana (art. 47) c.d. decreto Sviluppo 2012 (d.l. 83/2012 conv. dalla legge 134/2012) norme significative su amministrazione aperta e open source c.d. decreto Crescita 2.0 (d.l. 179/2012 conv. dalla legge 221/2012) pervasive modifiche allamministrazione digitale in direzione di apertura c.d. decreto Trasparenza (d.lgs. 33/2013, in attuazione della legge 190/2012) riordina le disposizioni e gli obblighi di pubblicit, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni #d2droma #wister
  • 12. Open government Quali previsioni normative hanno comportato levoluzione verso lopen government? Quali strumenti sono stati introdotti o incentivati dalle norme? Gli strumenti toccano lintera fisionomia dellamministrazione (funzionamento interno e volto esterno) e vanno a dare sostanza ai pubblica 3 pilastri del modello di open government 1. Trasparenza 2. Partecipazione 3. Collaborazione Fonte immagine: http://egorego.com/wp-content/uploads/2012/11/open-government-summit-202-partecipazione-tr-L-WepyBk.jpeg #d2droma #wister
  • 13. Trasparenza/ apertura Trasparenza si amplia nei contenuti (numerosi obblighi) si struttura e diventa omogenea (sezione sito web amministrazione trasparente) diventa effettiva e cogente (accesso civico, vigilanza, sanzioni) si coniuga allapertura open data modello di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, leva di nuove poten

Recommended

View more >