foglie gialle - scuola e altro .come tante farfalle spensierate? venite da lontano o da vicino? da

Download Foglie gialle - Scuola e altro .come tante farfalle spensierate? Venite da lontano o da vicino? Da

Post on 15-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Filastrocca:

Foglie gialle

Ma dove ve ne andate,

povere foglie gialle,

come tante farfalle spensierate?

Venite da lontano o da vicino?

Da un bosco o da un giardino?

E non sentite la malinconia

del vento stesso che vi porta via ?

( Una filastrocca di Trilussa )

Alberi dautunno

Alberi dautunno

quante foglie son cadute

la notte scorsa !

Pare che gli alberi

si siano girati sottosopra

e abbiano adesso

le chiome in terra

e le radici in cielo.

(J. Ramon Jimenez)

Colora lalbero al diritto

Colora lalbero capovolto

IN AUTUNNO UN PENSIERO PER OGNI IMMAGINE

COSA DICONO LE FOGLIE SULLAUTUNNO

Mattino dautunno.

Un venticello dautunno, staccando dai rami le foglie appassite del

gelso, le portava a cadere a qualche passo distante dallalbero. A

destra e a sinistra, nelle vigne, sui tralci ancora tesi, brillavano le

foglie rosseggianti a varie tinte; e la terra, lavorata di fresco,

spiccava bruna e distinta ne campi di stoppie biancastre e

luccicanti dalla guazza. A. Manzoni

IL GIOCO DEL COMEDELLAUTUNNO

Il sole come

il cielo come

lalbero come

le foglie sono come

il bosco come..

gli uccelli sono come

gli animali del bosco sono come e aggiungete tutto quello che attinente con lautunno...

Il lamento degli alberi

L'autunno cominci precocemente, quell'anno: un settembre piovoso e freddo

seguiva all'agosto torbido di uragani. La vegetazione risentiva gi la vecchiaia, ma nelle

ore di sereno, pareva si ribellasse e che tutto fosse finito; e si coloriva d'oro e di

rosso.

Cade una foglia che pare tinta di sole, che nel cadere ha l'iridescenza d'una

farfalla: ma appena giunta a terra, si confonde con l'ombra, gi morta.

bastato il fruscio per scuotere tutto l'albero, che comincia a lamentarsi. D'albero

in albero, il lamento si estende. Gi tutte le foglie! E con le foglie cade anche qualche

frutto: la pigna si spacca e i pignoli le si staccano e cadono come i denti dalla bocca

del vecchio.

I rami pi alti, con ancora le foglie verdi, si sbattono in una lotta leggera; alcuni

dicono di s, altri di no: e i primi si sbattono contro i secondi, per pogliarsi pi presto,

flagellandoli con crudelt, poi tutto di nuovo si placa, in una stanchezza dolce,

rassegnata.

Ma quando il velo del crepuscolo ricopre ogni cosa, il lamento ricomincia, e d

l'impressione che davvero la natura sia malata e non possa sopportare oltre in silenzio

il suo dolore.

Grazia Deledda

Recommended

View more >