i costi concetti chiave costo totale costo medio costo ... ¢â‚¬¢...

Download I costi Concetti chiave Costo totale Costo medio Costo ... ¢â‚¬¢ Indichiamo con CT il costo totale (o

Post on 24-Aug-2020

2 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • I costi

    Concetti chiave

    • Costo totale

    • Costo medio

    1

    • Costo medio

    • Costo marginale

    • Relazione tra produzione e costi

    • Il breve e il lungo periodo

    • Isoquanti e isocosti

  • • Perché è importante studiare i costi?

    • Perché l’impresa vuole massimizzare i

    2

    Profitti = ricavi totali – costi totali

    = RT - CT

  • I costi dell’impresa dipendono dalla

    tecnologia che l’impresa utilizza, cioè dalla

    sua funzione di produzione

    I costi dell’impresa

    3

    Funzione di produzione

    Funzioni di costo

  • Costi fissi (CF)

    • Sono costi che non variano al variare

    della quantità di output prodotta

    dall’impresa

    4

    • Esempi

    – le spese dell’affitto del locale dove ha

    sede il Caffè Lino

    – le spese della campagna pubblicitaria

    per vendere il prodotto

  • Costi variabili (CV)

    • Sono costi che variano al variare della

    quantità di output prodotta dall’impresa

    5

    • Esempi

    – l’acqua e i chicchi di caffè utilizzati

    per produrre il caffè espresso

    – gli operai che assumo nella ditta

  • Costi totali

    • Sono la somma dei costi fissi e dei

    costi variabili, cioè

    6

    costi variabili, cioè

    CT = CF + CV

  • Costo marginale

    • Indica di quanto variano i costi totali al variare

    della quantità di output prodotta. Cioè

    7

    variazione dei costi totali ∆CT

    CMA = ------------------------------------ = ---------

    variazione dell’output ∆q

  • Perche studiare i vari costi?

    L’impresa ha due importanti decisioni da prendere

    (i) quanto produrre per max il profitto

    8

    il costo marginale determina questa decisione

    (ii) se entrare in, o se uscire da, un mercato

    i costi medi determinano queste decisioni

  • Costi recuperabili e costi non recuperabili (sunk)

    • I costi recuperabili sono costi che possono essere facilmente recuperati se l’impresa smette di produrre

    – Esempio: l’affitto del locale di un’agenzia di viaggi se quel locale può essere facilmente subaffittato a qualcun altro nel caso l’agenzia decida di chiudere la sua attività

    9

    • I costi non recuperabili sono i costi che non possono essere recuperati anche se l’impresa smette di produrre

    – Esempio: spese per campagne pubblicitarie

    – Esempio: l’impianto o i macchinari se l’impresa non può rivenderli facilmente

  • Esempio: la funzione di produzione del Caffè

    Lino (rendimenti marginali decrescenti)

    Input

    Lavoro = L

    (camerieri)

    Output = q

    (caffè)

    PME

    (= q / L)

    PmL

    (= 7q / 7L)

    0 0 --- ---

    10

    0 0 --- ---

    1 300 300 300

    2 400 200 100

    3 480 160 80

    4 520 130 40

    5 550 110 30

  • Rendimenti marginali decrescenti

    Prodotto Totale

    (FdP)

    Caffè PME

    PmL

    11

    Camerieri Camerieri

    PME

    PmL

    100

  • Esempio: i costi del Caffè Lino

    Output

    (caffè)

    Q

    CF CV CT CMF

    =

    CF/Q

    CMV

    =

    CV/Q

    CMT

    =

    CT/Q

    CMA

    =

    ∆CT/

    ∆Q

    0 100 0 --- --- --- ---

    12

    0 100 0 --- --- --- ---

    10 100 100

    20 100 220

    30 100 400

    40 100 800

    50 100 1400

  • Esempio: i costi del Caffè Lino [rendimenti marginali decrescenti]

    Output

    (caffè)

    q

    CF CV CT CMF

    =

    CF/q

    CMV

    =

    CV/q

    CMT

    =

    CT/q

    CMA

    =

    ∆CT/

    ∆q

    0 100 0 100 --- --- --- ---

    13

    0 100 0 100 --- --- --- ---

    10 100 100 200 10 10 20 10

    20 100 220 320 5 11 16 12

    30 100 400 500 3.33 13.33 16.66 18

    40 100 800 900 2.5 20 22.5 40

    50 100 1400 1500 2 28 30 60

  • Funzioni di costo con rendimenti decrescenti

    CF

    CV

    CT

    CMV

    CMA

    CT

    CMA

    CV

    14

    Caffè Caffè

    CF

    CMV

    100

    10

  • Rendimenti marginali costanti

    Prodotto Totale

    (FdP)

    Scarpe PME

    PmL

    PME = PmL

    15

    OperaiOperai

    15

  • Esempio: i costi della ditta “Scarpe belle”

    Output (paia di

    scarpe)

    q

    CT CF CV CMF

    =

    CF/q

    CMV

    =

    CV/q

    CMT

    =

    CT/q

    CMA

    =

    ∆CT/

    ∆q

    0 50 --- --- --- ---

    16

    0 50 --- --- --- ---

    1 80

    2 110

    3 140

    4 170

    5 200

  • Esempio: i costi della ditta “Scarpe belle” [rendimenti marginali costanti]

    Output (paia di

    scarpe)

    q

    CT CF CV CMF

    =

    CF/q

    CMV

    =

    CV/q

    CMT

    =

    CT/q

    CMA

    =

    ∆CT/

    ∆q

    0 50 50 0 --- --- --- ---

    17

    0 50 50 0 --- --- --- ---

    1 80 50 30 50 30 80 30

    2 110 50 60 25 30 55 30

    3 140 50 90 16.6 30 46.6 30

    4 170 50 120 12.5 30 42.5 30

    5 200 50 150 10 30 40 30

  • CF

    CV

    CT

    CMV

    CMA

    Funzioni di costo con rendimenti costanti

    CT

    CV

    18

    ScarpeScarpe

    50 CF CMA

    CMV =30

  • Relazione tra PmL e CMA

    • C’è una relazione inversa tra PmL e CMA

    • Con rendimenti marginali decrescenti, PmL decresce e

    CMA cresce

    • Con rendimenti marginali costanti, sia PmL che CMA

    sono costanti

    19

  • Relazione tra CMV e CMA

    • Quando il CMV è decrescente, il CMA è

    minore del CMV

    – la curva del CMA sta sotto quella del CMV quando

    questa è decrescente

    • Quando il CMV è crescente, il CMA è

    maggiore del CMV

    – La curva del CMA sta sopra quella del CMV

    quando questa è crescente

    • Il CMA è uguale al CMV quando il CMV è nel

    suo punto minimo

    – La curva del CMA incrocia quella del CMV nel suo

    punto di minimo 20

  • CMV

    CMA

    Funzioni di costo

    con rendimenti crescenti + decrescenti CF > 0

    CMACMT

    CMV

    Piscine

  • Relazione tra CMV e CMT

    CMV

    CMT

    22

    CMV

    CMT

    Output

  • I costi nel lungo periodo

    • Hel lungo periodo, l’impresa può variare

    la quantità utilizzata di tutti i fattori

    produttivi (input). Perciò:

    (1)tutte le spese per gli input (variabili e (1)tutte le spese per gli input (variabili e

    fissi) sono costi economici di cui tenere

    conto

    (2) l’impresa può sostituire un input con un

    altro

    23

  • Per massimizzare il profitto

    • L’impresa deve scegliere la combinazione di input

    meno costosa tra quelle che permettono di

    ottenere il volume di produzione che desidera

    produrre

    • Cioè l’impresa deve scegliere una combinazione • Cioè l’impresa deve scegliere una combinazione

    di input economicamente efficiente (EE)

    • Per trovare questa combinazione EE, l’impresa

    utilizza due informazioni:

    – isoquanto

    – isocosto 24

  • Macchine

    impastatrici

    C

    A 6

    10

    Isoquanto

    8

    25

    Operaie

    A

    B 4

    10040 60

    2

    50

    q400

  • Mappa di IQMacchine

    q100

    q200

    q300

    q400

    • Più salgo, più produco

    • Se utilizzo meno di un input,

    dovrò aumentare l’utilizzo

    dell’altro input per produrre la

    stessa quantità ���� inclinazione

    negativa degli isoquanti q…

    A

    B

    C

    D

    5

    7

    6

    8

    26

    Operaie

    D 4

    4030 6050

  • Isocosto • E’ simile al vincolo di bilancio del consumatore

    • Supponiamo che l’impresa utilizzi due input:

    – lavoro L (es. operai) il cui prezzo è il salario w

    – capitale K (es. robot) il cui prezzo è il suo valore d’uso r

    • Indichiamo con CT il costo totale (o spesa totale)

    che l’impresa sostiene se, dati i prezzi dei fattori w

    e r, utilizza tot unità di lavoro L e tot unità di

    capitale K

    CT = w L + r K 27

  • Isocosto:grafico

    CT = 100000 Euro

    Prezzolavoro = w = 1000 Euro

    Prezzocapitale = r = 2000 Euro Robot al giorno

    28

    Lavoratori al giorno100

    50 Isocosto

  • Isocosto: equazione

    CT = w · L + r · K

    da cui si ricava K = CT / r - (w / r ) · L (y = a – bx)

Recommended

View more >