i nostri cani - febbraio 2015

Download I Nostri Cani - febbraio 2015

Post on 07-Apr-2016

266 views

Category:

Documents

8 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

I nostri cani - febbraio 2015

TRANSCRIPT

  • FLAT COATEDPICCOLO

    LEVRIERO ITALIANOSEGUGIO

    MAREMMANOCUCCIOLI

    IN FAMIGLIA

    Post

    e Ita

    liane

    S.p

    .a. -

    Spe

    dizio

    ne in

    abb

    onam

    ento

    pos

    tale

    - D.

    L. 35

    3/20

    03 (c

    onv.

    in L

    . 27/

    02/2

    004

    n 4

    6) A

    rt. 1

    com

    ma

    1 LO

    /MI -

    N. 2

    febb

    raio

    201

    5

    febbraio 2015

    organo ufficiale ENCI

  • SOMMARIO

  • SOMMARIO

    3

    PER I GRUPPI CINOFILISi informano i Gruppi Cinofili ENCI che allin-terno de I Nostri Cani sono disponibili gra-tuitamente pagine dedicate ai resoconti delle Esposizioni Internazionali e Nazionali.Per avere informazioni riguardanti gli aspetti tecnici e le modalit dinvio, contattare la redazione:

    redazione@enci.it - tel. 0270020358

    PER I GRUPPI CINOFILI TEMPI DI CONSEGNA DI TESTI E FOTO Pubblicit expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente luscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicit expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente luscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente luscita, in merito allo spazio disponibile Successi allestero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile

    inviare a redazione@enci.itSi ringrazia per la collaborazione

    TEMPI DI CONSEGNA DI TESTI E FOTO

    Il Retriever dei nobili 5Dolores Genco

    La magia del Piccolo Levriero Italiano 8Agnese Spaziani

    Il romanzo del Maremmano 12Sergio Leonardi

    Rivive il Cane di Mannara 16Florindo Arengi

    Riconquistare una razza 18Salvo Tripoli e Luigi Liotta

    Il lapis di rassegna cinofila 20Rodolfo Grassi

    Fotografare i cani 22Silvia Bagni

    Cuccioli in famiglia 24Renata Fossati

    Il Norfolk fatto cos 26Irene Gaslini

    La cinofilia e i bimbi di Somaliland 27Primo il Rottweiler Anubi 28Alfredo Di Girolamo

    Io e Viki 30Lorella Ceratto

    Il boxer, un sogno 32Giuseppe Domenico Francione

    32 Petra nata due volteAnna Zuccarino

    34 LInternazionale delle stellePiera Corsini Croce

    36 Jack Russell re per un giornoAnna G. Taucci

    38 I magnifici 1300 di FrosinoneBarbara Macchia

    40 Prima Expo col bottoValentina Gritti

    42 Questione di UrajiroElettra Grassi

    44 Gli standard in pillole 46 A Livio Zanella con gratitudine 47 LEternit di uno sguardo...

    Ares

    47 Ci parlavamo per silenziWalter Lentati

    CHI E DOVE

    48 I successi 53 I club 62 Gli allevatori

  • 4l Flat Coated Retriever per i paesi FCI o Flatcoated Retriever per gli Inglesi e gli Scozzesi, il Riportatore dal pelo

    piatto o liscio.Nasce in Inghilterra dallesigenza dei no-bili cacciatori di avere un cane veloce nel recupero, infatti, in seguito alla sostitu-zione dei fucili ad avancarica con quelli a

    l Flat Coated Retriever per i paesi FCI o

    il Riportatore dal pelo piatto o liscio.

    I

    La selezione, le caratteristiche e il comportamento. Compagno ideale ma in casa...

    cartuccia, si era moltiplicato il numero dei capi abbattuti, questi cani dovevano anche essere specialisti nel riporto della selvag-gina ferita, al contrario di quanto facevano Setter, Pointer e Spaniel.Non ci sono dati certi, si pensa che gli in-gredienti base per la selezione di questo nuovo tipo di cane da caccia siano stati il Lesser Newfoundland, gli Spaniels, i Setters e i Pointers, che insieme hanno

    dato origine a quello che si pensa sia lan-tenato dellattuale Flatcoated Retriever il Wavy-coated Retriever. Intorno al 1890 viene introdotto anche sangue di Collie che ha contribuito a produrre il famoso pelo piatto Questa nuova affascinante caratteristica, unita alle grandi attitudini lavorative lo fece subito diventare il pi popolare tra le razze Retrievers dal 1890 sino agli inizi della prima Guerra Mondiale apprezzato sia dai nobili cacciatori Inglesi che dai Guardiacaccia, oggi tornato popo-lare in Inghilterra e nel resto del nord Europa, ma ancora poco conosciuto in Italia.Soggetti come Zelastone e Moonstone sono considerati i veri capostipiti della razza. Dagli inizi del 1911 sino al 1929 si sono visti solo soggetti neri, linserimento del colore liver comincia nel 1930, e solo nel 1940 viene riconosciuto come secondo colore, mentre ci si ritrova con un terzo colore recessivo che il giallo, (portato si pensa dal Collie) tuttora mai ammesso dagli standards.Tra il 1873 ed il 1899, grazie allaiuto di Mr. Sewallis Evelyn Shirley, importante alleva-tore con laffisso Shirley Retrievers fon-datore e presidente del Kennel Club, viene fissato il primo standard del Flatcoated Retriever, ripreso ed elaborato nel 1923 dal Club di razza il Flatcoated Retriever Association accettato nello stesso anno dal Kennel Club e mantenuto invariato dallattuale Flatcoated Retriever Society fondata nel 1947.Sicuramente importate il lavoro di sele-

  • i nostri CaniAnno 61 num. 2

    febbraio 2015

    5

    Storia Attualit e pregi del Flat Coated

    zione ad opera del Capocaccia del Duca di Rutland, Mr Colin Wells titolare dellaffisso W. Kennel fondato nel 1933 che stato in grado di vincere ai pi alti livelli sui ring espositivi e sui campi di caccia; e di Mr. Reginald Cooke affisso Riverside che per quasi sessantanni ha prodotto soggetti di ottima qualit sia in bellezza che in lavoro.Il primo standard viene accettato dalla FCI il 23 dicembre 1954, mentre lo standard ufficiale valido stato pubblicato dalla Federazione Cinologica Internazionale il 28 luglio 2009.

    LINDOLE

    Il Flat un cane che matura molto lenta-mente, conservando a lungo le sue deli-ziose qualit di cucciolone, un cane estroverso, sempre felice e desideroso di compiacere con lincessante scodinzolare della coda ed il suo proverbiale buon umore. Bacia tantissimo, assolutamente legato al padrone e lo cerca costantemente, per questo non particolarmente adatto a rimanere solo per troppe ore, meglio af-fiancargli la compagnia di un altro cane o di un gatto. un instancabile lavoratore, un eccellente cane da acqua e naturale nuotatore. Ama essere un compagno per noi umani e non sopporta essere allonta-nato dal suo padrone, tanto vero che lo standard di razza inglese lo definisce lHoudini canino, in grado di evadere da ogni forma di clausura, senza apparente sforzo, per riunirsi al suo branco. Il suo carattere deve essere dolce e confiden-ziale.

    LE ATTITUDINI

    Come tutte le sei razze Retrievers, i Flat sono altamente socievoli nei confronti delle persone, dei bambini, degli altri cani e anche nei confronti di altri animali di casa.Selezionati per il lavoro in palude, sono esperti nuotatori, infatti nelle prove di la-voro incluso sempre il riporto dallacqua.

    Il loro temperamento vivace li potrebbe portare ad essere un po insofferenti, in et giovanile, nellesercizio di Stady, assistere alla scena di caccia, simulata con dum-mies (riportelli in tela galleggianti) o con selvaggina, dimostrando indifferenza allo sparo, allabbattimento dei selvatici, al ve-dere partire altri cani per il recupero, tutto questo genera un po di stress in alcuni soggetti, ma rispettando i loro tempi di

    Il Retriever dei nobili

  • 6crescita, si otterranno risultati stupefa-centi.Per quanto riguarda la capacit di mar-care e memorizzare i punti di caduta della selvaggina o dei dummies, non hanno esitazioni, sono perfetti anche nel rientro veloce dal conduttore e nella consegna che deve avvenire direttamente nelle mani del conduttore, evidenziando una bocca morbida, che non segna loggetto riportato.Sono grandi cercatori, forse la cosa che li appaga di pi, non cedono facilmente, e rimangono sul terreno fino a che non rie-scono a trovare e riportare; per questo, a volte, in et giovanile, se impegnati nella

    cerca, fanno fatica a rientrare al piede, ma non bisogna scoraggiarsi, solo un pro-blema di allenamento, preparazione ed esperienza!Per tutte queste meravigliose caratteri-stiche, sono adatti anche al lavoro di ri-cerca di persone, esplosivi, droga ed inoltre Agility, Obedience, Salvataggio, assistenza per disabili e non in ultimo Pet Therapy.

    CARATTERISTICHE

    Lapparenza generale quella di un cane di taglia media, vivace, attivo, stato allevato per fare, e la sua forma funzionale allat-

    tivit che deve svolgere.Con espressione intelligente, potente ma elegante, ne pesante ne grossolano, senza eccessi, deve avere, come dicono gli in-glesi: laspetto di un membro dellaristo-crazia.Generoso, esuberante, dimostra entu-siasmo con il costante movimento della coda, ha un naturale desiderio di compia-cere, qualsiasi segno di aggressivit o ner-vosismo, non riconducibili a cattiva ge-stione o a situazioni particolari non ti-pico della razza e va penalizzato.La testa nel Flat molto importante, deve essere tipica, non pesante, lunga e ben modellata, cranio piatto non eccessiva-mente largo, muso largo e profondo e lungo quanto il cranio, la depressione cranio facciale appena accennata.Occhi taglia media, con forma a mandorla, colore marrone scuro o nocciola, sul cane di color liver ovviamente locchio potr essere pi chiaro.

    SALUTE

    Sicuramente da controllare le patologie ossee ereditarie quali: displasia dellanca, del gomito con esame radiografico ese-guito da veterinari abilitati ufficialmente e con la lettura degli esiti da parte delle sta-zioni di lettura ufficiali; patella o lussa-zione della rotula tramite visita con appo-sita manovra eseguita sempre da un vete-rinario abilitato ufficialmente.Le patologie oculari: tramite visita oculi-stica eseguita da uno specialista con esame pre-dilatazione, gonioscopia, dilatazione e indagine per cataratta, displasia della re-tina, degenerazione della retina, distrofia corneale, lussa