il diritto al voto in arabia saudita

Download Il diritto al voto in arabia saudita

If you can't read please download the document

Post on 23-Jan-2017

151 views

Category:

Education

1 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

citt di JeddahProvincia orientalecitt di Riyadh

Jeddah2NaNNaN

Provincia orientale2NaNNaN

Riyadh4NaNNaN

Caso Concreto: Riconoscimento del diritto al voto alle donne in Arabia Saudita

Caleandro Martino Christian III D

Fonti:www.arabpress.euwww.mic.comwww.aawsat.com

La strada Verso il Riconoscimento..

Settembre 2011 Dicembre 2015

Volont da parte del le donne votano per laregnate di far entrare prima voltale donne nella Shura

La strada verso il riconoscimento:
Settembre 2011

Il Re Abdullah conferm il 29 settembre 2011 la sua volont di far entrare le donne nella Shura, consiglio consultivo del regno e anche candidarsi alle elezioni municipali ed esercitare il diritto di voto.Un bel passo in avanti per i diritti delle donne in un paese iperconservatore che le ha sempre accantonate ai margini della societ, senza diritto di parola o replica, prive della possibilit di esprimere le proprie idee politiche e di scegliere della propria vita lavorativa senza lintervento di un uomo, che ne decide la vita e la morte, anche per quel che concerne lintervento medico per eventuali malori o malattie.

Viene finalmente riconosciuto il diritto/dovere di partecipare alla vita politica della propria terra, non solo con il voto ma anche con funzioni politiche, avendo la possibilit di entrare nel consigli municipali e diventare consigliere e cambiando una storia di discriminazione ed emarginazione sociale che dura da troppo tempo.

LA STRADA VERSO IL RICONOSCIMENTO:
Dicembre 2015

Sabato 12 dicembre diventa cosi una giornata storica per lultra-conservatore regno saudita. Durante le odierne elezioni municipali anche le donne saudite hanno potuto votare, e in alcuni casi, di votare per altre donne candidate nelle liste dei consigli municipali.(Agenzie). Gli elettori sauditi hanno eletto ben 20 donne per seggi municipali, secondo i risultati pubblicati da The Associated Press il giorno dopo che anche le donne in Arabia Saudita hanno votato per la prima volta nella storia del Paese. Le donne che hanno vinto provengono da zone molto diverse dellArabia Saudita, che vanno dalle pi grandi citt ai piccoli villaggi anche vicino la Mecca.

Alcuni dati...

Le 20 elette di sesso femminile rappresentano l1% del consiglio di circa 2.100 seggi comunali interessati, ma si tratta senza dubbio di un passo avanti per la partecipazione elettorale delle donne.La presenza femminile (979 donne) rappresenta solo il 14% dei 7.000 candidati totali e meno del 10% degli elettori registrati, secondo il Washington Post.

La capitale Riyadh con ben quattro elette. Nella provincia orientale invece sono state elette due donne. A Jeddah due donne elette.

La voce delle donne...

Inoltre, la cos detta purdah, o segregazione di genere, ancora molto forte nella campagna elettorale e ci rende complicato per le candidate donne raggiungere la maggioranza degli elettori e quindi, anche per questi ultimi, risulta pi difficile accedere alle informazioni sulle candidate. Noi non chiediamo altro che essere riconosciute e avere i nostri diritti con le nostre piene capacit giuridiche, dice Fawzia Abu Khalid, una professoressa di sociologia politica. Gli ostacoli che le donne stanno affrontando sono un riflesso della posizione che la donna occupa nella societ attuale. Non abbiamo un organismo indipendente di rappresentanza, non possiamo essere autonome e siamo sempre rappresentate con accanto un uomo, aggiunge.

Le elezioni come OCCASIONE per il cambiamento

La domande pi importante che ci poniamo : cosa significa questa vittoria della donna saudita? E inoltre, la societ saudita effettivamente cambiata? Come sono riuscite le donne saudite a realizzare questo successo in zone disparate del Paese, da Riyad a Medina, da Mecca a Tabuk, cos come nella regione orientale, a Asir, Jazan e Hail? Tutto ci fonte di gioia ed esultanza che per non deve far ignorare tali interrogativi, poich queste elezioni municipali sono considerate unoccasione rara per comprendere la portata dei cambiamenti in atto nel Paese.

Ora le universit, i ricercatori, ma anche i mass media in Arabia Saudita dovrebbero iniziare a condurre ricerche, presentare studi e relazioni sulle candidate e sulle loro idee, sul modo in cui hanno vinto le elezioni e hanno interagito con gli elettori riuscendo a convincerli del loro programma elettorale, sulla necessit di comprendere lorientamento di ciascuna candidata, nonch sulla ragione per cui alcune sono riuscite a vincere in regioni dellArabia Saudita considerate ultra conservatrici.

A sua volta, ci permetter di comprendere meglio la societ saudita e la misura in cui viene accettato il cambiamento. Le elezioni municipali saudite quindi offrono L'OCCASIONE per una rilettura della societ, per conoscerne le trasformazioni e le ambizioni cos come il consenso nei confronti del cambiamento.Tuttavia alcuni rimangono scettici di fronte questo cambiamento, sostenendo che simili vittorie restano solo simboliche e rischiano di distrarre il popolo dai veri problemi del paese.

Incidenti con gli Oppositori...

Un video pubblicato online mostra alcuni giovani con in mano alcuni manifesti elettorali delle candidate mentre gridano: Noi non vogliamo le donne candidate. Nonostante questi incidenti, il ministero degli Affari comunali e dei villaggi ha condotto una vasta campagna pubblicitaria per incoraggiare anche le donne a registrarsi come elettrici e per sottolineare limportanza delle elezioni per lo sviluppo dei quartieri e dei comuni.

Il diritto al voto concesso alle donne in realt non ha prodotto i risultati sperati, poich poche sono coloro che hanno partecipato attivamente al voto e anche pochissime donne sono state elette. Questo ci permette di capire come ancora la situazione sia acerba a causa di alcuni divieti e diritti negati che compromettono il voto e la possibilit di votare. La donna rimane incatenata nella sfera coniugale a causa della potenza dei mariti. Quindi la scarsa affluenza anche dovuta al divieto di guida per le donne e alla dipendenza dai mariti che hanno potere decisionale su qualsiasi scelta delle mogli. Principlamente il 2015 stato lanno che ha visto il posizionamento di alcune pietre miliari, ma c ancora molto lavoro da fare nel 2016. La buona notizia per che molti hanno ancora fiducia nel fatto che i governi arabi possano e vogliano fare il bene delle donne.