la riattualizzazione del sistema preventivo a quali condizioni? carlo nanni@

Click here to load reader

Post on 01-May-2015

219 views

Category:

Documents

4 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Slide 1
  • La riattualizzazione del sistema preventivo a quali condizioni? carlo nanni@unisal.it
  • Slide 2
  • premessa Divider il mio intervento in 3 parti: 1) cos il sistema preventivo? 2) perch occorre attualizzarlo? 3) come attualizzarlo in pratica? Nb. La 2 molto legata al CONTESTO italiano la 3 un po una MIA proposta
  • Slide 3
  • don Bosco visse nellincontro con i giovani del primo oratorio unESPERIENZA SPIRITUALE EDUCATIVA, che chiam sistema preventivo (Costituzioni salesiane n.20) Il Sistema preventivo: unIDEA (= prevenire, non reprimere), ma pi che unidea un METODO: che fa forza sulle energie positive del ragazzo e lo spinge al bene, in spirito di famiglia, con ragione, religione e amorevolezza: ma pi che un metodo (che va oltre gli scritti stessi di don Bosco)
  • Slide 4
  • Il fondamento..Era per lui un amore che si dona gratuitamente, attingendo alla carit di Dio che previene ogni creatura con la sua Provvidenza, laccompagna con la Sua presenza e la salva donando la vita (Costituzioni salesiane 20)
  • Slide 5
  • Il sistema preventivo..per la tradizione salesiana un modo di vivere e di lavorare per comunicare il Vangelo e salvare i giovani con loro e per mezzo di loro Esso permea le nostre relazioni con Dio, i rapporti personali e la vita di comunit, nellesercizio di una carit che sa farsi amare. (Cost. 20)
  • Slide 6
  • cfr. il Da mihi animas per noi slancio apostolico che ci fa cercare le anime e servire solo Dio (Cost. 10) cfr. Capitolo generale 27 = testimoni della radicalit evangelica, essendo mistici nello spirito, profeti della fraternit, servi dei giovani, Cosa chiede?
  • Slide 7
  • ragione amorevolezza Dio santi Buoni cristiani e onesti cittadini Fiducia nei giovani RELIGIONE Come una BUSSOLA
  • Slide 8
  • MA OGGI ? 1.Cosa vuol dire FARE PREVENZIONE, STARE CON, ANDARE AI GIOVANI della generazione della globalizzazione, della web generation (del telefonino, del computer, dellinternet, del facebook, del twitter, dei blog) della generazione senza tempo, ideali, futuro, speranza? della generazione del, a, nel disagio, droga? ma anche della generazione del volontariato con tanta sete di felicit, di bellezza, di senso
  • Slide 9
  • 2. Cosa vuol dire RAGIONE nellera del relativismo post-moderno e delle nuove tecnologie digitalizzate? del Web2.0? delle Biotecnologie, della robotica? 3. come realizzare una relazione educativa AMOREVOLE nellera del digitale, del chattare, della piazza, degli happening, dei centri commerciali), lontano dalla famiglia, dalla tradizione..? 4. e quale RELIGIONE in un contesto dove c il pluralismo religioso, il dialogo interreligioso, ma anche il problema della laicit/laicismo? lassenza di Dio, lindifferenza,la religiosit individualistica, il settarismo, il fondamentalismo?
  • Slide 10
  • 5. cosa significa ONESTI CITTADINI nella societ post-industriale, nella societ complessa? e nella societ della globalizzazione 6. cosa significa BUONI CRISTIANI nellet del pluralismo, del post-moderno, del relativismo, dellautorealizzazione, del soggettivismo, della multicultura religiosa, della new age?
  • Slide 11
  • 7. Come essere, in quanto educatori, PADRE, oggi nella crisi della figura paterna, del permissivismo e persino dellabuso sui minori? 8. Come essere MAESTRI in una societ insicura e frammentata e con adulti che giocano ad essere giovani e non mostrano modelli di vita adulta umanamente degna e non ne danno testimonianza concreta? 9. Come essere AMICI dei giovani in una societ gerontocratica che frena il protagonismo giovanile, dilaziona il loro ingresso nel mondo adulto, ed succube del consumismo e del mercato mondializzato? 10. Cosa vuol dire la SALVEZZA dei giovani? quale teologia, quale spiritualit, quale santit pu/deve sostenerla?
  • Slide 12
  • ...Come essere altri DON BOSCO per i giovani doggi?!
  • Slide 13
  • NB. onesti con il sistema preventivo! il Sistema Preventivo Salesiano in molti aspetti appare abbastanza ancora attuale Ma chiede: 1)superare linerzia e le formule ripetitive 2) collocarlo nel suo contesto storico (e ricollocarlo nel nostro) 3) "ampliare il concetto di sistema preventivo" trattando la emarginazione, le povert.... e non solo la scuola, levangelizzione, la catechesi e le associazioni 4) tenere conto degli sviluppo delle scienze, delle tecnologie, cos come dei cambi strutturali e culturali che incidono sui giovani di oggi. 5) aprofondire l auto-coscienza della Congregazione e della Famiglia Salesiana (e la sua sensibilit umana, teologica, pedaggica) diversificata nel tempo e nelle culture, oggi differente dalla generazione che ha conosciuto don Bosco o i suoi immediati successori (... piemontesi...italiani...occidentali)
  • Slide 14
  • I. RIPETERE LOPERAZIONE DI DON BOSCO 1. fare delleducazione una scelta di vita 2. far proprie le idee forza e i principi di metodo del sistema preventivo 3. ricercare leducazione integrale dei giovani come opera personale e comunitaria Volendo bene ai giovani, volendo il bene dei giovani, volendolo bene, facendolo bene Coniugando il sentire, il vedere, linquadrare, il prospettare, loperazionalizzare, il verificare
  • Slide 15
  • II. RILEGGERE EDUCATIVAMENTE IL CONTESTO E LA CONDIZIONE GIOVANILE ATTUALE 1. con ottimismo e studio, schierati dalla parte dei giovani e delle loro esigenze 2. Abilitarsi a una lettura educativa di fatti persone e eventi, che coglie sempre e dappertutto il punto accessibile al bene e le risorse dellambiente 3. (Imparare a) saper progettare le condizioni di esercizio di una relazione educativa e di unazione educativa comunitaria
  • Slide 16
  • III. RIPENSARE MODI E FORME DELLEDUCAZIONE 1. Non tralasciare la base umana di ognuno,educandola, cio farla diventare cosciente, esplicitandola, promuovendola fondamentalit dellaprima evangelizzazione 2. Articolare e calibrare proposte fiduciose e personalizzate di senso 3. fare proposte di valore ritrovandoli nei diritti umani, nei valori condivisi /e/ nella profezia delle beatitudini, del Vangelonellincontro con Ges 4.senza di voipromuovere il protagonismo 5. far fare pratica= corresponsabilizzare 6. Abilitare a gestire il tempo (il qui) e il progetto (loltre), la quotidianit e la festa 7. tra guida /e/ compagnia educativa
  • Slide 17
  • come Ges maestro 1) si fa prossimo 2) accoglie personalmente 3) dialoga (cosa leggi?) 4) comprende, non condanna anche se non giustifica 5) stimola la libertpersonale verso il di pi, secondo i talenti di ognuno e le esigenze del Regno (la vocazione-missione):non peccare pi, fa questo e vivrai, vendi tutto vieni e seguimilascia le reti ti far pescatore di uomini. 6) testimonia, beneficando, il Vangelo dellamore di Dio per il mondorischiando!!! 7) per loro santifico me stesso

View more