pof scuola "mascagni" melzo 2105/2016

Download POF Scuola

Post on 14-Apr-2017

3.118 views

Category:

Education

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • P.O.F.Piano dellOfferta FormativaAnno Scolastico2015/2016

  • INDICEStruttura dellIstituto ComprensivoCalendario scolasticoMissionProgettazione curricolareValutazione

    - obiettivi educativi- obiettivi didatticiAutovalutazioneOrganigramma dIstitutoFunzioni Strumentali

    - Organizzazione Scolastica- Continuit, accoglienza, raccordo e orientamento- Area B.E.S. ( Bisogni Educativi Speciali)Collaborazioni esterneAmpliamento Offerta FormativaProgetti di rete (web)

  • STRUTTURA ISTITUTO COMPRENSIVO

    SCUOLA DELLINFANZIA VIA BOVES

    SCUOLA DELLINFANZIALISCATESCUOLA PRIMARIA LISCATESCUOLA SECONDARIA I GRADO

  • Calendario scolastico 2015/2016Scuola dellInfanzia

    Inizio: Luned 7 Settembre 2015Mercoled 29 Giugno 2016Festivit SantAmbrogio: Luned 7 Dicembre 2015Festivit Immacolata: Marted 8 Dicembre 2015Festivit natalizie: Mercoled 23 Dicembre Mercoled 6 Gennaio 2016Carnevale Ambrosiano: Venerd 12 Febbraio 2016Festivit pasquali: Sabato 19 Marzo 2016 Marted 29 Marzo 2016Festa della Liberazione: Luned 25 Aprile 2016Festa dei Lavoratori: Gioved 2 Giungo 2016 Venerd 3 Giugno 2016Scuola Primaria (Liscate)

    Inizio: Mercoled 9 Settembre 2015Termine:Mercoled 8 Giugno 2016Festivit SantAmbrogio: Luned 7 Dicembre 2015Festivit Immacolata: Marted 8 Dicembre 2015Festivit natalizie: Mercoled 23 Dicembre Mercoled 6 Gennaio 2016Carnevale Ambrosiano: Venerd 12 Febbraio 2016Festivit pasquali: Sabato 19 Marzo 2016 Marted 29 Marzo 2016Festa della Liberazione: Luned 25 Aprile 2016Festa dei Lavoratori: Gioved 2 Giungo 2016 Venerd 3 Giugno 2016

    Scuola Secondaria di I grado (Melzo)

    Inizio: Mercoled 9 Settembre 2015Termine:Mercoled 8 Giugno 2016Festivit SantAmbrogio: Luned 7 Dicembre 2015Festivit Immacolata: Marted 8 Dicembre 2015Festivit natalizie: Mercoled 23 Dicembre Mercoled 6 Gennaio 2016Carnevale Ambrosiano: Venerd 12 Febbraio 2016Festivit pasquali: Sabato 19 Marzo 2016 Marted 29 Marzo 2016Festa della Liberazione: Luned 25 Aprile 2016Festa dei Lavoratori: Gioved 2 Giungo 2016 Venerd 3 Giugno 2016

  • MISSIONFORMAZIONE COME DIRITTO IN UNA SCUOLA DI QUALITA APERTA A TUTTI E ATTENTA A CIASCUNOFinalit

    Offrire agli alunni competenze e conoscenze relative alle indicazioni

    delle norme cogenti e attraverso approfondimenti, sperimentazioni,opzioni e laboratori formulando percorsi individualizzatia seconda dei bisogni degli alunni. Sviluppare negli alunni la capacit di scelta finalizzata ad una

    realizzazione personale consapevole realistica e non rinunciataria. Formare una mentalit aperta alla collaborazione, alla tolleranza

    e alla solidariet. Formare cittadini consapevoli dei propri e altrui diritti e doveri,

    mirando al senso di appartenenza alla comunit civica e democraticae quindi al rispetto delle norme di convivenza civile.Strumenti

    Gli strumenti con i quali la scuola realizza la sua azione formativasono: Il Piano dellOfferta Formativa (P.O.F.), cos come gi illustrato. La Programmazione Annuale, elaborata dai Consigli di Intersezione(Scuola dellInfanzia), di Interclasse (Scuola Primaria) edi Classe (Scuola Secondaria di I grado) nei primi due mesi discuola, presentata ai genitori. Essa definisce, sulla base dellasituazione di partenza, gli obiettivi educativi e didattici trasversalida perseguire nel corso dellanno. La Programmazione Didattica, elaborata da ciascun docente. Essadefinisce le strategie e le metodologie delle singole discipline.

  • PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-CURRICOLARE

    Il curricolo dIstituto espressione della libert dinsegnamento e dellautonomia scolastica e, al tempo stesso, esplicita le scelte della comunit scolastica e lidentit dellIstituto.Ogni scuola predispone il curricolo allinterno del Piano dellOfferta Formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del I ciclo distruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina. (cit. Indicazioni Nazionali per il curricolo 2012)Curricolo dellInfanziaCurricolo Scuola PrimariaCurricolo Scuola Secondaria Igrado

  • COLLEGIO DOCENTIIl Collegio Docenti composto dal Dirigente Scolastico, che ha il compito di presiederlo, e dal personale insegnante di ruolo e non di ruolo in servizio nella scuola.Il Collegio Docenti opera attraverso Dipartimenti.Ha poteri in materia di funzionamento didattico della scuola, curando in particolare la programmazione educativa generale dellIstituto al fine di: Agevolare lattuazione del diritto allo studio e allapprendimento, favorendo la formazione della personalit degli alunni Adeguare, nellambito degli ordinamenti della scuola stabiliti dallo Stato, i programmi di insegnamento alle specifiche esigenze ambientali Favorire il coordinamento interdisciplinareLe sedute del Collegio non sono pubbliche.

  • VALUTAZIONENel I ciclo di istruzione la valutazione ha per oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento scolastico complessivo degli alunni. La valutazione concorre, con la sua finalit anche formativa e attraverso lindividuazione delle potenzialit e delle carenze di ciascun alunno, ai processi di autovalutazione degli alunni medesimi, al miglioramento dei livelli di conoscenza e al successo formativo. (D.P.R. 22 giugno 2009 n.122, art.1 c.3).La valutazione scolastica regolare e trasparente in tutti gli ordini di scuola e gli obiettivi educativi saranno raggiunti gradualmente secondo i livelli di maturazione degli alunni in un percorso educativo che inizia con la Scuola dellInfanzia e si conclude con la Scuola Secondaria di I grado.

  • CRITERI DI OSSERVAZIONE DELLA SCUOLA DELLINFANZIA

    PartecipazioneLalunno Prestare attenzione continua alle attivit della classe Offrire contributi personali alla vita di classeEssere capace di concentrazione prolungata Mostrare interesse per le attivit proposteIntervenire in modo corretto e pertinente CostanteAbbastanza costantePoco costanteNon partecipa

    ImpegnoLalunno Essere disponibile allassunzione di impegniPortare tutto il materiale necessario per lo svolgimento delle lezioniEseguire regolarmente le consegne in modo completo e ordinato CostanteAbbastanza costantePoco costante e/o superficialeRifiuta le consegne

    Organizzazione del lavoro e del materialeLalunno Riconoscere la funzione degli spazi Organizzare gli spazi della classe e/o laboratorioOrganizzare e avere cura del proprio materiale Eseguire le attivit nei tempi datiAutonomoAutonomo ma con tempi di lavoro non sempreSufficientemente autonomoNon autonomo

  • OBIETTIVI EDUCATIVI CHE DETERMINANO IL VOTO DI CONDOTTA(Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado)

    COMPORTAMENTO SCOLASTICORispetto del regolamento scolasticoLalunno Frequentare regolarmente le lezioniRispettare gli orari di entrata e uscitaRispettare gli arredi scolasticiRispettare il materiale dei compagni e lenorme relative agli oggetti di valoreRispettare le regole della classeEseguire spostamenti ordinati in classe enellambiente scolasticoSerio e responsabileCorrettoAbbastanza correttoNon sempre correttoPoco corretto e/o privo di autocontrolloScorretto

    COMPORTAMENTO SCOLASTICORelazione con adulti e coetaneiLalunno Gestire il proprio comportamento durante lelezioni e le attivitGestire i propri atteggiamenti e gli statiemozionali ed esprimerli in modo opportunoAccettare i consigli e i richiami da parte degliinsegnanti senza assumere atteggiamentiprovocatori di rifiuto o indifferenzaRispettare compagni, insegnanti e altrefigure che operano nella scuolaStabilire rapporti costruttivi e sereni conadulti e coetaneiSerio e responsabileCorrettoAbbastanza correttoNon sempre correttoPoco corretto e/o privo di autocontrolloScorretto

  • OBIETTIVI CHE CONCORRONO ALLA VALUTAZIONE DEL RENDIMENTO SCOLASTICO(Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado)

    PartecipazioneLalunno Frequentare regolarmente le lezioniRispettare gli orari di entrata e uscitaRispettare gli arredi scolasticiRispettare il materiale dei compagni e lenorme relative agli oggetti di valoreRispettare le regole della classeEseguire spostamenti ordinati in classe enellambiente scolastico10Costante, produttivo e propositivo9Costante e produttivo8Costante7Abbastanza costante6Limitato e/o superficiale5Inadeguato4Non partecipa

    ImpegnoLalunno Portare il materiale necessario e gli strumentidi lavoroEseguire regolarmente le consegne e losvolgimento dei compiti a scuola e/o a casaEseguire le consegne in modo completo eordinato a scuola e/o a casaEssere consapevole e disponibileallassunzione di impegni allinterno delgruppo10Soddisfacente9Produttivo8Costante7Abbastanza costante6Poco costante e/o superficiale5Inadeguato4Rifiuta sempre le consegne

  • OBIETTIVI CHE CONCORRONO ALLA VALUTAZIONE DEL RENDIMENTO SCOLASTICO(Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado)

    Metodo di studioLalunno Acquisire una strategia di letturaDistribuire gli impegni di studio nel tempoIndividuare e utilizzare informazioniSaper analizzare, schematizzare e sintetizzareApplicare strategie di studio, di metodi e diprocedimenti operativi10Efficace e produttivo9Soddisfacente8Adeguato7Adeguato ma superficiale6Incerto5Lacunoso4Non acquisito

    Organizzazione del lavoro e del materialeLalunno Riconoscere la funzione degli spaziOrganizzare il lavoro in classe e/o negli spazidi laboratorioEssere in grado di gestire, controllare e curareil proprio materialeOrganizzare gli impegni di studio e di lavoroEseguire le attivit nei tempi dati10Efficiente,funzionale con capacit di coordinamento9Efficiente e funzionale8Autonomo7Abbastanza autonomo e/opoco ordinato6Sufficientemente autonomo5Non del tutto autonomo4Non autonomo

  • AUTOVALUTAZIONE(DPR 28 marzo 2013, n. 80)

  • Il sistema nazionale di valutazione sar attivato per tappe successive nel prossimo triennio secondo la seguente successione