schede applicative contratto

Download SCHEDE APPLICATIVE contratto

Post on 06-Jun-2015

203 views

Category:

Documents

4 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

SCHEDE APPLICATIVE ESPLICATIVE DELLE DISPOSIZIONI CONTRATTUALI AGGIORNATE AL CCNL 2006/2009 DELL11 APRILE 2008 PER IL PERSONALE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI RAPPORTATE CON LE NORME CONTRATTUALI PRECEDENTI

CAMPO DI APPLICAZIONE Il CCNL si applica al personale dipendente da: Regioni. Comuni. Provincie. Unioni di comuni, sevizi in convenzione e/o associati, consorzi. Enti pubblici non economici dipendenti dalle regioni a statuto ordinario. Ex IACP (Istituti autonomi case popolari). Aziende pubbliche di servizi alla persona (ex IPAB). Camere di commercio, industria, artigianato, agricoltura e loro associazioni regionali. Comunit montane. Personale Scuola Superiore della pubblica amministrazione locale (s.s.p.a.l.). Personale Agenzia per la gestione dellalbo dei Segretari Com.li e Prov.li. Case da gioco. Comune di Campione dItalia. Universit agrarie ed associazioni agrarie dipendenti dagli enti locali. Autorit di bacino, ai sensi della Legge 21 ottobre 1994, n. 584.

Norma di garanzia: per il personale delle IPAB e per Il restante personale del comparto soggetto a processi di mobilit in conseguenza di provvedimenti di soppressione, fusione, scorporo, trasformazione e riordino, ivi compresi i processi di privatizzazione, riguardanti lente di appartenenza, si applica il contratto collettivo nazionale del comparto delle regioni e delle autonomie locali, sino alla individuazione o definizione, previo confronto con le organizzazioni sindacali nazionali firmatarie del presente CCNL, della nuova e specifica disciplina contrattuale del rapporto di lavoro del personale.

DURATA, DECORRENZA, TEMPI DI APPLICAZIONE DEL CONTRATTO Decorrenze contrattuali: parte normativa 1/1/2006 - 31/12/2009 - parte economica 1/1/2006 - 31/12/2007 - . Gli effetti decorrono dal giorno successivo alla stipula salvo diversa e specifica disposizione contrattuale che stabilisca una decorrenza diversa. Gli istituti a contenuto economico normativo aventi carattere vincolante ed automatico sono applicati dagli enti entro 30 giorni dalla data di stipula. Rinnovo tacito di anno in anno salvo disdetta tre mesi prima della scadenza. Le norme restano in vigore integralmente fino alla loro sostituzione dal successivo contratto collettivo. Presentazione delle piattaforme tre mesi prima della scadenza. Tregua sindacale dalla presentazione della piattaforma e per un mese successivo alla scadenza del contratto. Norma di garanzia per il periodo di vacanza contrattuale: tre mesi dopo la scadenza del contratto e tre mesi dopo la presentazione della piattaforma, se successiva alla scadenza del contratto, viene corrisposta lindennit di vacanza contrattuale secondo le scadenze previste dallaccordo di luglio 1993 e le relative modalit di erogazione sono oggetto di accordo con lAran in applicazione del D.lgs. 165/2001 (gli importi dellindennit sono successivamente riassorbiti negli incrementi stipendiali derivanti dal rinnovo contrattuale). In sede di rinnovo biennale il punto di riferimento costituito anche dalla comparazione tra inflazione programmata e quella effettiva intervenuta nel biennio precedente, fino alla definizione di un nuovo assetto della contrattazione collettiva che tenendo conto della necessit di una reale tutela del potere dacquisto delle retribuzioni superi gli schemi comuni dellaccordo di luglio del 93.

RELAZIONI SINDACALI E FORME DI PARTECIPAZIONE Contrattazione collettiva nazionale con lAran. Contrattazione decentrata integrativa a livello di ente. Contrattazione a livello territoriale (unioni di comuni e servizi in convenzione) attraverso protocolli dintesa. Informazione. Concertazione (da attivare dai soggetti negoziali entro 10 gg. e in caso di urgenza entro 5 gg.). Interpretazione autentica dei CCNL: la richiesta di interpretazione autentica spetta alle parti che hanno sottoscritto il contratto nazionale e deve avvenire in presenza di un problema di interpretazione e di applicazione della norma contrattuale di carattere generale. Sostituito il Ministero della F.P. con il Comitato di settore che pu richiedere allARAN di avviare il procedimento. Leventuale accordo stipulato ai sensi del D.lgs. 165/2001 (art. 47) sostituisce la clausola controversa sin dallinizio della vigenza del CCNL. Con analoghe modalit si precede tra le parti che li hanno sottoscritti quando insorgono controversie sulla interpretazione di contratti decentrati integrativi anche di carattere territoriale. Forme di partecipazione: - comitato pari opportunit; - comitato per il mobbing; - conferenza di servizio.

PROCEDIMENTO PER LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA I contratti decentrati integrativi hanno durata quadriennale e si riferiscono a tutti gli istituti contrattuali rimessi a tale livello da trattare in unica sessione, fatte salve le materie previste dal CCNL che richiedono tempi di negoziazione diversi. Le modalit di utilizzo delle risorse economiche sono determinate con cadenza annuale in sede di contrattazione decentrata integrativa. Procedimento: composizione delegazione trattante di parte pubblica e direttiva dellorgano di governo dellente; avvio del negoziato entro 30 gg. dalla presentazione delle piattaforme da parte delle RSU e OO.SS. firmatarie del contratto; lipotesi di contratto integrativo decentrato definito dalla delegazione trattante inviato entro 5 gg. agli organi di controllo con apposita relazione illustrativa tecnico - finanziaria; modalit di controllo da parte dei servizi di controllo interno: a) compatibilit dei costi della contrattazione integrativa decentrata b) vincoli di bilancio c) relativa certificazione in caso di rilievi la trattativa riprende entro 5 gg. trascorsi 15 gg. senza rilievi lorgano di governo dellente autorizza il presidente della delegazione trattante di parte pubblica alla sottoscrizione definitiva del contratto. i contratti decentrati integrativi devono contenere apposite clausole circa i tempi modalit e procedure di verifica della loro attuazione. conservano la loro efficacia fino alla stipulazione dei successivi contratti decentrati integrativi. i contratti integrativi decentrati sono trasmessi allARAN entro 5 gg. dalla sottoscrizione definitiva.

MATERIE DELLA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA CON OBBLIGO DI ACCORDO Criteri per la ripartizione e la destinazione delle risorse economiche per lo sviluppo delle risorse umane. Criteri per incentivare la produttivit e il miglioramento della qualit dei servizi. Incentivi per il personale delle istituzioni scolastiche e degli asili nido e per le ulteriori attivit rispetto al calendario scolastico. Criteri, valori e procedure per lindividuazione e la corresponsione dei compensi relativi a: - attivit disagiate svolte dal personale appartenente alle categorie A, B, C - turni, reperibilit, rischio, maneggio valori, orario notturno, festivo e notturno festivo, secondo la disciplina contrattuale - specifiche responsabilit cat. B, C, D - art. 36 CCNL 22/1/2004 - specifiche responsabilit attribuite al personale appartenente alle categorie B, C e D non titolare di posizioni organizzative - specifiche attivit previste da particolari disposizioni legislative (condono edilizio, recupero contenzioso tributi locali, progettazione ufficio tecnico, messi) Gestione della mensa. Pari opportunit e comitati per mobbing. Modalit e verifiche per lattuazione graduale della riduzione dellorario di lavoro a 35 ore e disciplina dellorario di lavoro (art. 21, comma 4, CCNL 1/4/1999). Modalit di gestione delle eccedenze di personale, finalizzate al mantenimento dei livelli occupazionali. Criteri per la progressione economica allinterno della categoria. Modalit di ripartizione delle risorse per: - le progressioni orizzontali - la retribuzione di posizione e risultato anche con riferimento alle alte professionalit Gestione delle risorse previste dallart. 37, comma 5, CCNL 22/1/2004, per le Camere di Commercio.

MATERIE DELLA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA SENZA OBBLIGO DI ACCORDO Costituiscono altres oggetto della contrattazione decentrata integrativa da definire entro trenta giorni salvo proroga le seguenti materie: - programmi delle attivit formative - linee di indirizzo e criteri per: a) il miglioramento dellambiente di lavoro b) la sicurezza nei luoghi di lavoro c) le facilitazioni per disabili d) implicazioni in ordine alla qualit del lavoro e alla professionalit dei dipendenti derivanti da innovazioni organizzative, tecnologiche e della domanda di servizi Le parti si incontrano a livello di ente, almeno tre volte lanno, per valutare le condizioni che hanno reso necessario leffettuazione di lavoro straordinario e per individuare soluzioni che possano consentirne una stabile e progressiva riduzione, anche attraverso interventi di razionalizzazione dei servizi. I risparmi accertati a consuntivo confluiscono nelle risorse del fondo con prioritaria destinazione al finanziamento del nuovo sistema di classificazione del personale

CONTRATTAZIONE COLLETTIVA DECENTRATA INTEGRATIVA DI LIVELLO TERRITORIALE Protocolli di intesa tra enti con contiguit territoriale (unione di comuni o convenzioni) e con un numero di dipendenti non superiore a 30 unit (per le Camere di Commercio indipendentemente dal numero di dipendenti) sottoscritti da rappresentanti delle amministrazioni e delle organizzazioni sindacali territorialmente firmatarie del contratto. Liniziativa pu essere assunta dalle associazioni nazionali rappresentative degli enti del comparto o dai soggetti titolari della contrattazione decentrata integrativa. Contenuto dei protocolli: a) composizione della delegazione trattante di parte pubblica b) composizione della delegazione sindacale prevedendo la partecipazione delle OO.SS. territorialmente firmatarie del contratto nonch la rappresentanza delle RSU di ciascun ente aderente; c) procedure dautorizzazione alla sottoscrizione del contratto decentrato integrativo, compreso il controllo s