semiotica visuale

Click here to load reader

Post on 05-Dec-2014

1.898 views

Category:

Documents

6 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Lezione per il corso di fotografia Artevision

TRANSCRIPT

  • 1. Accademia di fotografia Semiotica visuale Pietro Izzo
  • 2. Il mondo delle immagini Dallorale allo scritto, dallo scritto allimmagine: una questione di civilt Media iconici: da sempre intorno a noi Pittura, scultura, fotografia, fumetto, cinema, televisione, webAlfabetizzazione iconica A cosa ci serve? Non siamo gi esperti?La grammatica delle immagini Flusso iconico come linguaggio Le regole per leggere Le regole per scrivere Trasgredire alle regole Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 3. Lestetica La filosofia delle arti (dal greco percezione, sensazione) La bellezza, e la sua percezione Baumgarten, Hume, Kant, Hegel, Lipps Larte come imitazione della natura / larte come espressioneIl gusto "Gusto" in senso filosofico "la capacit di giudicare la bellezza".Estetica ed etica Se buono e onesto, estetico Un codice etico per gli artisti Rispetto delle regole vs. libert dellarte Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 4. La semiotica La scienza dei segni Il segno: qualcosa che sta per / rappresenta qualcosaltroUna scienza antica e nuova Dalla semiologia alla semiotica (1969) Aristotele, S. Agostino, Locke, Leibniz, Wittgenstein, Peirce, Morris Filosofia e linguistica Visual communication design Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 5. Questa non una pipa Magritte mostra un simbolo di una pipa, non una pipa Solo una pipa una pipa Anche la parola "pipa" non una pipa Parola e immagine sono simboli di un oggetto, non loggetto stesso Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 6. Il segno Ogni segno pu essere considerato da tre diverse angolazioni Semantica Il segno in relazione a ci che significa Sintattica Il segno in relazione a come sta in relazione con altri segni Pragmatica Il segno in relazione alleffetto che ha sul suo produttore e sul suo fruitore Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 7. Orientamento, informazione, ispirazione Parola, frase e discorso Il richiamo alle tre angolazioni del segnoIl segno per Peirce Qualcosa che sta per qualcosaltro per qualcuno, in qualche contesto Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 8. Semiotica visuale e psicologia della percezione Studia le qualit significanti di unopera artistica visiva Il filtro nel cervello Elementi rilevanti e irrilevanti in unimmaginePictogeni e Geons Piccoli componenti visivi paragonabili a fonemi linguistici (Zimmer, 1983) Repertorio di 36 unit visive minime: geometric icons (Biedermann, 1987) Esiste una grammatica del linguaggio visivo? Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 9. Scomponiamo unimmagine Elementi concettuali e geometrici (segno, punto, linea, superficie, volume, piano) Elementi visivi (forma, dimensione, colore, texture) Elementi compositivi (posizione, direzione, collocazione spaziale, peso, ritmo, simmetria) Elementi estetici e funzionali (soggetto, funzione, significato, iconografia, iconologia, valori espressivi) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 10. La valutazione semiotica di unimmagine per Greimas Linguaggio figurativo e linguaggio plastico Formanti figurativi e plastici (analisi topologica, eidetica, cromatica)Densit figurativa Dalla rappresentazione iconica allastrattismo (solo analisi plastica) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 11. Elementi accessori del segno/immagine (Shapiro) Superficie planare (prepara la rappresentazione) Cornice (isola il campo della rappresentazione) Organizzazione spaziale (alto / basso / destra / sinistra) Dimensioni (grandezza vs. intimit) Sostanza materiale dellimmagine (spessore delle linee, macchie, texture) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 12. Dal piano dellespressione alla messa in discorso Il segno e il modo di veicolarlo Latto dellenunciazione produce un enunciato Ogni enunciato rimanda alla sua enunciazione C qualcosa che stato detto da qualcunoStrategie enunciative Marche dellenunciazione: i pronomi Enunciazione foto-cinematografica Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 13. Debrayage ed embrayage Distanziamento e chiamata in causa nei riguardi dellenunciazione IO-QUI-ORA: la situazione dellenunciazioneLimportanza dello sguardo Lo sguardo in camera come embrayage Il commentatore Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 14. Il segno visivo Rappresenta qualcosa o rappresenta s stesso come immagine? Funzione transitiva vs. funzione riflessivaTrasparenza e opacit Limmagine fotografica nei confronti della realtLancoraggio tra testo e immagine Interdipendenza che aggiunge senso o lo svela Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 15. Comunicazione visuale come linguaggio universale Scambio di informazioni con segni o segnali percepibili visivamente Segnaletica, tipografia, disegno, grafica, illustrazione, fotografia Visual Communication Design lapplicazione della semiotica Design = de-signo Comunicazione visuale: non bellezza ma efficacia Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 16. Da fotografo a comunicatore visuale Da un mestiere ad una funzione sociale Orientamento sul prodotto / orientamento sul processo Locchio di Horus Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 17. Linguaggio del corpo: la cinesica Studio della comunicazione non verbale Movimenti, gesti, posizioni, mimica Il gesto come segno: il 55% della comunicazione Occhi, sorriso, mani, braccia, gambe, gestualit, accessori Complesso, coerenza, contesto Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 18. Linguaggio del corpo: la prossemica Studia lo spazio e le distanze allinterno di una comunicazione Verbale e (soprattutto) non verbale Spazio intimo, personale, sociale, pubblico Diverse culture = diverse concezioni della vicinanza Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 19. Teorie sulla fotogenia Capacit di maggiorazione estetica della realt Delluc: la fotogenia una qualit intrinseca delle cose Epstein: la fotogenia una qualit intrinseca delle immagini fotografiche Ontologia dellimmagine fotografica La fotografia salva dalla morte (come limbalsamazione)Sono fotogenico? La session fotografica di Pozzetto Aumentare la fotogenia Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 20. Teoria della comunicazione (Jakobson) Un mittente invia un messaggio ad un destinatario Per essere operante il messaggio richiede: contesto / codice / canale la funzione referenziale (contesto) la funzione emotiva (mittente) la funzione conativa (destinatario) la funzione ftica (canale) la funzione poetica (messaggio) la funzione metalinguistica (codice) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 21. Denotazione e connotazione Il significato principale di una parola o enunciato La carica psicologica associata al termine Questo qui un cane (connotazione e contesto) Fotografie denotative e connotative Dai segnali stradali alla fotografia artistica Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 22. La pubblicit: un sistema di segni condiviso Headline, visual, bodycopy e payoff Lanalisi semiotica di un messaggio pubblicitario (ancoraggio) Pubblicit e connotazione Le figure del discorso (retorica classica e scienza della comunicazione) Superare la barriera del rumore Rischio spettacolarizzazione (ricordo la pubblicit, non il prodotto) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 23. Esempi di immagini / figure pubblicitarie Metafora, personificazione, definizione, ossimoro Ironia, chiasmo, ellissi, sineddoche, paronomasia Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 24. La composizione fotografica: uno schema stilistico La composizione serve a stabilire una comunicazione con il pubblico Nessuna regola, ma buone pratiche Isolare i segni e gli elementi chiave, evitare il caos visivo Favorire la comprensione (trasparenza, iconicit, presa di distanza) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 25. Nei panni del pubblico Scavalcare lo steccato della comunicazione Scegliere la giusta composizione con un reverse engineering Cosa legger il pubblico in unimmagine da me prodotta? Messaggio ricevuto, forte e chiaro... Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 26. Che significato ha questa foto? Si richiamano diverse tipologie di significato durante la visione di una foto Significato referenziale Lo spettatore ricrea uno spazio-tempo e una fabula (referenza reale e non) Significato esplicito Lo spettatore assegna ad alcuni elementi un particolare valore concettuale Significato implicito Lo spettatore attribuisce alla foto un significato simbolico non evidente Significato sintomatico La foto comunica qualcosa in modo involontario, e lo spettatore lo capisce Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 27. Leffetto verit (listantanea che coglie lattimo) Nessuna distanza tra il soggetto e la sua rappresentazione fotografica? No! Lo scatto viene sempre risemantizzato Il fotogiornalismo e gli utilizzi arbitrari Una foto non testimonia, semplicemente non smentisce Ci che si fotografa il fatto che si scatta una foto (Denis Roche) Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 28. Wim Wenders: to shoot pictures Il contraccolpo della fotocamera: il davanti e il dietro lobiettivoSparare fotografie. Come il cacciatore appoggia il suo fucile, mira alla selvaggina davanti a lui, preme il grilletto, e quando parte il proiettileviene spinto indietro dal contraccolpo, cos anche il fotografo viene risospinto verso se stesso premendo il dispositivo dello scatto. Unafotografia sempre unimmagine duplice: mostra il suo oggetto e pi o meno visibile dietro, il controscatto: limmagine di colui chefotografa al momento della ripresa. Questa controimmagine, presente in ogni fotografia, non viene fissata dallobiettivo, cos come ilcacciatore non viene colpito dal suo proiettile, ma ne avverte soltanto il contraccolpo. Cos dunque il contraccolpo del fotografo? Comeviene percepito, come si riproduce nellimmagine fotografata? Che cosa lo rende, per cos dire, evidente nella fotografia? In tedesco c unaparola molto significativa per indicare questo concetto: disposizione. In senso psicologico o morale sintende con essa sottolinearelatteggiamento col quale qualcuno si dispone a qualcosa, ovvero si prepara a qualcosa per poi ri-prenderla. Non vengono fissati i tratti delvolto, bens il suo atteggiamento, la sua disposizione verso ci che gli stava davanti. La macchina fotografica dunque un occhio che puguardare nel contempo davanti e dietro di s. Davanti scatta una fotografia, dietro traccia una silhouette dellanimo del fotografo: ovverocoglie attraverso il suo occhio ci che lo motiva. (Da: Una volta, edizioni Socrates). Accademia di fotografia - Semiotica visuale
  • 29. Grazie per lattenzione Pietro Izzowww.flickr.com/photos/pietroizzo