terapia con i cani - · pdf filebianco dolino, remo bian-co dolino, igor bonino, stefano...

Click here to load reader

Post on 21-Feb-2019

213 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

L'Eco del Chisone - 13/02/2019 Pagina : 013

Copyright (c)2019 L'Eco del Chisone, Edition 13/02/2019Febbraio 20, 2019 3:48 pm (GMT -1:00) Powered by TECNAVIA

PINASCA Gruppo al-pini di Pinasca, avanti nel segno della continuit. Domenica 27 gennaio tornata a riunirsi lassem-blea dei soci Ana. Qualche giorno pi tardi, gioved 7 febbraio, sono stati ufficia-lizzati i nomi delle persone che andranno a comporre il direttivo, in carica per il triennio 2019-2021. Nes-suna novit rispetto al re-cente passato. Un segno di fiducia nel lavoro di chi, da anni, impegna il suo tempo libero per gli Alpini. Allo stesso tempo, i volontari non hanno nascosto una certa preoccupazione per la mancanza di forze fre-sche nellassociazione, necessarie per poter guar-dare al futuro con pi tran-quillit.

Confermatissimo, in qualit di capogruppo, Marco Ghiano. A fargli da vice, il figlio Simone. La carica di tesoriere sar ri-coperta da Fabrizio Breu-za, quella di segretario da Remo Bouchard, mentre gli Alfieri saranno Gianlu-igi Artero e Marco Damia-no. Chiudono il quadro laddetto stampa Giovanni Berger, i magazzinieri Ro-berto Maccari, Valter Pa-olasso, Pierino Polliotti e i consiglieri Fabio Artero, Fulvio Bertalmio, Andrea Bianco Dolino, Remo Bian-co Dolino, Igor Bonino, Stefano Laggiard, Chri-stian Tron, Lorenzo Zappa.

Il 2018 stato un anno ricco di proposte: Ab-biamo raggiunto i nostri piccoli obiettivi ha rac-contato Marco Ghiano nel corso della sua relazione morale -. Per questo ci ri-teniamo soddisfatti. Una

base positiva dalla quale ripartire. Almeno in teoria: Dovremmo sentirci spro-nati a continuare a cresce-re. Purtroppo siamo anche consapevoli del grande im-pegno necessario per pro-vare a fare di pi. L'et dei membri che cresce, la for-za del gruppo che si assot-tiglia poco a poco: Anno dopo anno si fa sempre pi fatica - ha proseguito Ghiano -. Le forze giovani sono molto presenti per quanto riguarda la festa della birra, che ha sempre un buon successo. Allo stesso tempo manca mano d'opera in cucina e nell'or-ganizzazione, che si tratti

semplicemente di fare la spesa oppure di fare ma-nutenzione e pulizia nella sede. Il problema di fondo quello che colpisce la quasi totalit del mondo associazionistico: Giusta-mente i membri pi giova-ni lavorano e hanno i loro impegni. I pensionati, di contro, si fanno vecchietti. Detto questo ringrazio co-munque di cuore tutti co-loro che in ogni modo sia con poco che con tanto si rendono disponibili.

Navigare a vista, senza perdere lentusiasmo: Fin-ch potremo manterremo il programma tradiziona-le, poi chi vivr vedr. Le principali novit del ca-lendario 2019 riguardano la festa di Grandubbione: Purtroppo la trattoria della Beppa ha chiuso i battenti. Rimaniamo dun-que senza un punto di appoggio per la cucina e le attrezzature. Urge tro-vare una soluzione: Ci si potrebbe rivolgere ad un catering per la preparazio-ne degli antipasti e del pri-mo e gli Alpini potrebbero, come sempre, occuparsi dell'asado. In attesa di una decisione definitiva, Ghiano lancia un appello: Invito chiunque abbia voglia di lavorare gratis ad aggregarsi al gruppo. Si vivono momenti di gioia e convivialit. Il lavoro fisico tanto, ma lo altrettanto il divertimento.

LAssemblea si era aperta con un momento di raccoglimento per tutti gli Alpini andati avanti nel 2018: Riccardo Blanc, Atti-lio Meytre, Remigio Polliot-ti, Luigi Roccia.

Federico Giustetto

PINASCA Atti vandalici all'Uf cio postele, lAm-ministrazione scrive a Roma. Stanco di fare i conti con i muri imbrat-tati, il sindaco Rostagno ha chiesto linterven-to diretto della societ incaricata di gestire il servizio postale. Conti-nuano a esserci disegni di dubbio gusto, insulti e scritte contro le forze dellordine - ha spiega-to il primo cittadino -. Opera di ragazzini, pro-babilmente, tuttavia non possiamo ignorare que-ste bravate. Ledi cio di via Caduti per la Libert da anni ritrovo abitua-le dei giovani del paese, che scelgono di incontrarsi l sia di giorno che alla sera: E questo non genera alcun problema. Il guaio presentarsi con le bombolette per sporcare i muri, precisa Rostagno. Per cercare di fermare gli attacchi darte indesiderati alla direzione di Poste sono stati chiesti due interventi distinti: Anzitutto ripristi-nare lilluminazione per le ore notturne - ha concluso il sindaco - e poi comin-ciare ad attuare il piano di videosorveglianza promesso nellultimo incontro tenuto a Roma.

Anno 114 - Numero 7Mercoled 13 febbraio 2019 13Valli Chisone e Germanasca leco del chisone

RIPRODUZIONE RISERVATA DI ARTICOLI E FOTO

Pomaretto "pet therapy" al Cavs

Terapia con i caniUn aiuto concreto per migliorare il ricoveroPOMARETTO - LAsl TO3

ha avviato un'esperienza di pet therapy con gli ospiti del Cavs di Pomaretto, struttu-ra di Continuit assistenzia-le a valenza sanitaria, grazie alla convenzione con lAsso-ciazione Mai Soli, Onlus da tempo convenzionata con lAzienda sanitaria. Ogni marted, i pazienti incon-trano gli operatori di I.A.A. (Interventi Assistiti con gli Animali) dellassociazione Sorrisi a 4 zampe e i loro cani.

La pet therapy stata riconosciuta come cura uf-ficiale dal Decreto del Presi-dente del Consiglio dei Mini-stri del 28 febbraio 2003. Da allora - spiegano i responsa-bili del servizio nell'Asl TO3 - numerosi studi ne hanno dimostrato l'efficacia come distrazione dai pensieri legati alla permanenza in ospedale, riduzione delle complicanze e miglioramen-to della qualit di vita dei pazienti. In altri termini i cani rappresentano uno sti-

molo positivo, in particolare per gli anziani, e li aiutano a contrastare la sensazione di solitudine e apatia che pu instaurarsi durante il rico-vero. Di recente lassessore regionale alla Sanit Saitta ha dichiarato lintenzione

di proporre alla Commissio-ne Salute della Conferenza delle Regioni l'inserimento della pet therapy nei Lea, Livelli essenziali di assisten-za che il servizio sanitario garantisce.

l.p.

POMARETTO - Gli operatori I.A.A. con i loro cani.

VILLAR PEROSA - Quat-tro percorsi comunali fuo-ristrada nei boschi di Villar Perosa. A individuarli il nuovo regolamento appro-vato nell'ultimo Consiglio comunale dopo una lunga gestazione. A lavorare alla stesura del regolamento stato in particolare il consi-gliere Germano Tessore: Ne avevamo gi discusso tre anni fa in un primo approc-cio al progetto - ricapitola -. Poi nel 2016 la legge numero 16 ci ha indotti ad apportare delle modifiche.

Questa regolamentazio-ne, spiega Tessore, ha uno scopo turistico sportivo e non competitivo. permes-sa solo un'accelerazione moderata. Ci siamo basati su vecchi percorsi che gi in passato le vecchie Ammi-nistrazioni avevano autoriz-zato portando le modifiche necessarie ad adeguarci alle nuove normative, allonta-nando i tracciati da alcune case.

I quattro percorsi si

snodano per 4.770 metri complessivi sui tre versanti villaresi: nel settore Ovest ci sono i tracciati di S. Be-nedetto e Pra Martino. Nella zona centrale quello in pros-simit del colle della Cumo-la, e infine il percorso della Fraita. L'intento del proget-to di elevare il livello di at-tenzione sul territorio a 360 gradi, precisa il consigliere. L'assessore Stefano Raviol aggiunge: La situazione andava affrontata con equi-librio. Altrove si sono verifi-cati eccessi da entrambe le parti, sia tra i motociclisti, sia tra coloro che cercano

di ostacolarli in modi peri-colosi. Conclude il sindaco: Si tratta di un progetto spe-rimentale e siamo in attesa del nulla osta regionale.

Alla deliberazione han-no espresso voto contrario i consiglieri di minoranza Daria Giordano e Giovanni Alifredi, gi critici tre anni fa. Questo regolamento - com-menta Alifredi - inutile, per-ch non pu dire niente di diverso dalla legge, e non autorizzando alcuni sentieri che vieti l'uso degli altri. Ed dannoso, perch in realt attrarr motociclisti, che tenderanno a unire i quat-tro tracciati. Sarebbe stato meglio un percorso unico in una zona decentrata, dan-dolo magari in gestione.

Ha fatto discutere anche l'articolo 4, che prescrive uno specifico contrassegno rilasciato dal Comune da apporre sul parabrezza dei mezzi motorizzati impiegati dai proprietari dei terreni e nei lavori agro-silvo pasto-rali. Luca Prot

Villar Perosa, varato il documento che individua quattro tracciati autorizzati

Percorsi fuoristrada: nuovo regolamentoPer la maggioranza bisognava normare con equilibrio - Critiche dalla minoranza

Villar Perosa: parrocchiaVenerd 22 alle 20,45 in S. Aniceto, assemblea gene-rale parrocchiale aperta a tutti. All'ordine del giorno: problemi economici, pro-getti, situazione della chiesa di S. Pietro in vin-coli, Catechesi e forma-zione, partecipazione alla vita parrocchiale.

VILLAR PEROSA - Gioved 21 febbraio alle ore 20,30 nella sala Ribetto (Finestra sulle valli) l'Amministrazione comunale organizza l'incontro "Opportunit e van-taggi del Consorzio agro-forestale di Vil-lar Perosa": Un'opportunit importante - spiega il sindaco Marco Ventre - vista la nuova legge regionale sull'agricoltura, e il bando che il Gal pubblicher nei prossimi mesi per il sostegno a progetti pilota in campo agro alimentare.

Si parler infatti dell'istituzione di un consorzio Agro-Forestale misto pubblico e privato: Vogliamo fare questa proposta - aggiunge l'assessore Serenella Pascal - per valorizzare il territorio e recuperare ricchezze agricole, aiutando i proprietari che non riescono a curare i propri bo-schi.

Taglio degli alberi, recupero di coltiva-zioni, sistemazione della viabilit, persino la tutela dei funghi sarebbero tra i possibi-li obiettivi del consorzio, grazie ai contri-buti previsti da bandi europei e regionali. Faccio l'esempio dei castagni - prosegue Pascal -: ne abbiamo tanti di secolari che stanno soffocando. Si potreb