bosco umido planiziale caduti dell'ossezia - frazione piane di cumiana

Download Bosco Umido Planiziale Caduti dell'Ossezia - Frazione Piane di Cumiana

Post on 06-Jul-2015

1.491 views

Category:

Education

4 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Questo volume vuole essere la sintesi di quattro anni (2004-2008) di ricerche e di stu- dio sul campo applicando le materie scolastiche che in classe venivano di volta in volta programmate. Hanno partecipato tutti gli Istituti di Cumiana, dalla scuola materna (5 anni) sino al Liceo Scientifico. Grazie all’opera preziosa di insegnanti preparati e ap- passionati, alla collaborazione delle famiglie e degli alunni e dell’azione instancabile dei volontari dell’Associazione WWF Pinerolese, si è potuto valorizzare scientificamente un territorio che da generazioni ci è stato tramandato intatto e che ospita specie vegetali e animali uniche nel sue genere. Tutto ciò deve essere protetto dall’uso, a volte impro- prio, dell’ambiente che ci circonda. Solo conoscendolo lo possiamo amare quale fonte preziosa di benessere per le popolazioni che in questo territorio ci vivono e lo lasce- ranno alle generazioni future.

TRANSCRIPT

  • 1. BOSCO UMIDO PLANIZIALE CADUTI DELLOSSEZIA Frazione Piane di Cumiana UNICONA NATURALE DELLA PIANURA PINEROLESEProposta per un S.I.C.(Sito Interesse Comunitario) per ilBOSCO UMIDO PLANIZIALE CADUTI DELLOSSEZIA a cura di Eros Francesco Accatino, Roberto Bobba e dellIstituto Comprensivo D. Carutti di Cumiana

2. BOSCO UMIDO PLANIZIALE CADUTI DELLOSSEZIA Frazione Piane di Cumiana 3. UNICONA NATURALE DELLA Questo volume vuole essere la sintesi di quattro anni (2004-2008) di ricerche e di stu-dio sul campo applicando le materie scolastiche che in classe venivano di volta in PIANURA PINEROLESE volta programmate. Hanno partecipato tutti gli Istituti di Cumiana, dalla scuola materna (5 anni) sino al Liceo Scientifico. Grazie allopera preziosa di insegnanti preparati e ap- passionati, alla collaborazione delle famiglie e degli alunni e dellazione instancabile dei volontari dellAssociazione WWF Pinerolese, si potuto valorizzare scientificamente unProposta per un S.I.C. territorio che da generazioni ci stato tramandato intatto e che ospita specie vegetali e animali uniche nel sue genere. Tutto ci deve essere protetto dalluso, a volte impro- (Sito Interesse Comunitario) per il prio, dellambiente che ci circonda. Solo conoscendolo lo possiamo amare quale fonte BOSCO UMIDO PLANIZIALE preziosa di benessere per le popolazioni che in questo territorio ci vivono e lo lasce- CADUTI DELLOSSEZIA ranno alle generazioni future.a cura di Eros Francesco Accatino, Roberto Bobba e dellIstituto Comprensivo D. Carutti di CumianaGruppo di lavoro per la proposta: Accatino F. E. Allasia Don D. Alasio Suor A. Am-parore Galletto E. Andreone F. Armando C. Auriemme L. Baudino E. Boccac-cio M. Boscolo L. Caffaratti D. Cavalieri E. e S. C.F.S. Pinerolo Civita M. Coccolo L. Comino R. Curletti G. Dalla Vecchia E. Delmastro G. DOria L. El-lena I. Forneris A. Fossat B. Gallice L. Gelatti S. Lanci F. Levrino A. MacarioR. Magnani S. Mago G. Manetto D. Masera R. Mazzab P. L. Perna M. Pia-centino B. Pinto N. Pognante G. e M. Pollano F. Racca G. Ruffinatto F. Sal-vai S. Sandrone S. Seglie D. Scalercio S. Sindaco R. Valerio A. Viotto A. Fotografie: Allasia Don D. Buosi M. Bobba R. Coccolo L. C.F.S. Pinerolo Comunedi Cumiana Curletti G. Dalla Vecchia E. Gallice L. Onore G. Racca G. Seglie D. Documento realizzato con il Contributo della Regione PiemonteAssessorato allIstruzione. 4. Prefazione C on interesse il mio assessorato ha seguito questo progetto ambientale ed ora con piacere sostiene la sua divulgazione attraverso la pubblicazione di questo libro. Si tratta infatti di un progetto articolato e coinvolgente che trascina bambini e ragazzi ad un contatto diretto con la natura e che re- stituisce, allintera comunit, una porzione del nostro territorio valorizzata e di- sponibile per una fruizione pi completa e consapevole. Esperienze come questa di Cumiana sono la base per alzare il livello di atten- zione, sempre troppo basso, sui problemi dellambiente e della natura che spesso vengono affrontati solo in seguito a disastri o perch richiamati dal- lUnione Europea. Lecologia non una parola vuota n, tanto meno, un banale esercizio didattico. la costruzione del proprio futuro attraverso la conoscenza ed il rispetto del proprio territorio e del proprio habitat per conciliare ambiente e sviluppo sostenibile. In questo senso la Regione Piemonte sta profondendo importanti risorse economiche volte ad innescare un nuovo rapporto tra terri- torio ed economia. Non ci pare infatti irraggiungibile lobiettivo di unecono- mia forte in un ambiente salubre. Tutto questo pu avvenire solo attraverso una presa di coscienza dei cittadini, cominciando proprio da quelli pi giovani. Per questo siamo attenti nel sostenere le iniziative che volgono in tale dire- zione. Da qualche mese abbiamo anche a disposizione uno strumento legisla- tivo che aiuta nellelaborazione e gestione di tali progetti. La recente legge regionale 28/2007 Norme sullistruzione, il diritto allo studio e la libera scelta educativa dedica un apposito articolo alla sperimentazione organizzativa, di- dattica ed educativa. Dal prossimo anno, attraverso i fondi resi disponibili dal Piano Triennale, saranno offerte nuove possibilit alle Istituzioni scolastiche. Per chiudere, voglio ancora sottolineare la grande sensibilit dei ragazzi che hanno voluto dedicare questo progetto ai loro coetanei dellOssezia colpiti dalla tragedia della guerra. La vicinanza alla natura sostiene anche il senso di fratellanza. Il mio plauso quindi agli insegnanti, agli studenti ed a quanti col- laborano in questo lavoro per limpegno largamente profuso. Con viva cordialit.Il Presidente Mercedes Bresso Lassessore allIstruzione e F.P. Giovanna PenteneroLassessore allo Sviluppo della Montagna e foreste, opere pubbliche, difesa del suolo Bruna Sibille 5 5. Prefazione IntroduzioneL Iatrio della sede centrale dellIstituto Comprensivo di Cumiana arre-l progetto del Bosco Umido Planiziale Caduti dellOssezia, che ha vistodato con due vetrine che raccolgono libri, ricerche, alcuni CD musi-la collaborazione di numerosi soggetti, presenta valenze di duplice na-cali realizzati nel corso degli anni da varie classi della scuolatura, a carattere sociale ed ambientale.elementare e media, che testimoniano attivit didattiche programmate ma, Si tratta di uniniziativa che mira concretamente alla salvaguardia dellam-implicitamente, consentono di cogliere qual latteggiamento dellistituto biente e che ha contribuito alla rilevazione della presenza di numerose spe-e quali sono gli orientamenti tematici e gli argomenti che destano atten- cie ad elevato interesse conservazionistico e comunitario, contribuendo azione e vengono approfonditi nella pratica didattica della scuola. portare sul panorama italiano ed internazionale le particolarit del territo-Oltre alle bacheche, situato in questo luogo anche il plastico del Bosco rio cumianese.Umido Planiziale, realizzato dai nostri ragazzi in unesperienza di lavoro Allobiettivo di conservazione della flora, della fauna selvatica e dellhabi-estivo con i volontari del WWF. tat naturale, il progetto affianca un altrettanto nobile fine: quello del coin-Con pazienza certosina, e anche con fantasia, i ragazzi hanno dato forma vi- volgimento della comunit locale allo scopo di sensibilizzarla su tematichesibile ad un progetto ideale. Hanno immaginato un luogo non solo dotato importanti come quelle del rispetto e la salvaguardia dellambiente. In par-di caratteristiche naturali pensando al- ticolare, il lavoro svolto con gli allievi dellIstituto Comprensivo Domenicolhabitat migliore per ranocchie o far- Carutti di Cumiana ha portato, da un lato, un ulteriore contributo al la-falle o uccelli di passo, ma hanno anche voro scientifico e documentario svolto, e sul piano sociale un prezioso con-pensato alla fruibilit del luogo stesso tributo in termini di arricchimento personale dei giovani studenti che hannoda parte di una popolazione varia, con partecipato al progetto.esigenze diverse, non solo o necessaria- Questa pubblicazione consente di fare il punto della situazione e fornisce unmente amante di flora e fauna pro- supporto per la riflessione sui futuri sviluppi del progetto, che ha il pregio ditette, ma senzaltro alla ricerca di un aver fatto convergere in maniera sistemica e organica aspetti didattici e scien-luogo di rispetto naturalistico di cui tifici, lasciando anche intravedere possibili implicazioni di carattere turistico.poter godere anche solo per una sosta Laugurio quello che possa esserci un proseguimento fruttuoso, che vadaricreativa. oltre le difficolt di carattere operativo economico, che veda un rafforza- Scuola dellinfanzia.Ecco quindi che, accanto al laghetto ar- mento della collaborazione attiva dei vari soggetti coinvolti e che il lavorotificiale dove possono proliferare la possa estendersi ad altre zone del territorio cumianese con caratteristiche si-rana dalmatina o il tritone crestato mili in modo da convergere in un discorso sistemico di salvaguardia e valo-(specie autoctona di recente scoperta), rizzazione ambientale a livello comunale e sovracomunale.accanto agli alberi (molti dei quali pian-tati dai ragazzi in una memorabile gior-nata della festa dellalbero) utili per lefarfalle si snoda la passerella cheguida, anche con cartelli in Brail, ai Lassessore allambiente Luisa Ballaripunti privilegiati di osservazione oIl Sindaco di Cumiana Roberto Costelliascolto della natura e degli animali epermette agli amanti del footing di Scuola Primaria, Frazione Pieve difare la loro corsetta solitaria. Cumiana.67 6. RINGRAZIAMENTO DELLE AUTORITDEL NORD OSSEZIA Scuola Primaria Italo Calvino.Scuola Secondaria Domenico Carutti.Un grande progetto con uno sviluppo senza dubbio sostenibile attorno al quale si sono destati linteresse e il coinvolgimento di scuole, associazioni sportive e culturali del territorio. Sono elencati gi altrove tutti gli Enti scientifici e gli esperti che hanno si- nora collaborato al progetto di ricerca, sono indicati gli Enti territoriali ed il coinvolgimento e la partecipazione nel sostegno anche economico e nor- mativo, sono illustrate le valenze formative di un lavoro che, attraverso la conoscenza attiva dellambiente, porta i ragazzi a essere maggiormente coinvolti e consapevoli della sua preziosit e della sua difesa. Dal punto di vista del Dirigente Scolastico assisto annualmente al procedere del lavoro svolto dalle insegnanti in un crescendo progressivo e graduale rispetto al- let degli alunni, di attivit che abituano ad osservare, ad analizzare, a de- scrivere, a rappresentare lesperienza di conoscenza dellambiente naturale e del territorio di vita. Il progetto Bosco umido planiziale Caduti dellOssezia rappresenta em- blematicamente il significato ed il senso della presenza della scuola in un territorio, dove essa svolge il suo mandato precipuo di istruire in quanto svi- luppa competenze disci