il sistema amministrativo locale: aspetti giuridici ...win.ist ?· ordinamento della repubblica...

Download Il sistema amministrativo locale: aspetti giuridici ...win.ist ?· ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA TITOLO…

Post on 14-Sep-2018

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Studio Collevecchio s.n.c

    1

    Progetto

    Il sistema amministrativo locale: aspetti giuridici, finanziari e

    contabili

    ideato, organizzato e gestito da

    Associazione Crealavorogiovani di Pescara

    Studio Collevecchio snc P.A. Consulting di

    Pescara

    Itcg Acerbo di Pescara

  • Contenuto del Progetto

    Il Progetto consiste in un Corso articolato in un ciclo di seminari di formazione e di informazione diretto a fornire conoscenze utili ai fini della preparazione ai concorsi pubblici o ad altre forme di assunzione ai diplomati nelle qualifiche di istruttore contabile e di istruttore amministrativo negli enti locali.

    Il Corso tenuto dal Prof. Mario Collevecchio, titolare dello Studio P.A. Consulting di Pescara, esperto di Pubblica Amministrazione e docente a contratto della Scuola di Specializzazione in Studi Amministrativi (SPISA) dellUniversit Alma Mater di Bologna.

    Studio Collevecchio s.n.c 2

  • Obiettivi del progetto

    trasmettere un back-ground di conoscenze e di esperienze per facilitare linserimento qualificato nel mondo del lavoro ai diplomati che si indirizzano verso il pubblico impiego

    integrare le conoscenze di metodo e di contenuto degli studenti che si orientano verso facolt universitarie di area giuridica, economica, pubblicistica

    arricchire la formazione, sottolineando la nuova fisionomia delle Autonomie Locali e il ruolo che assumeranno nellimmediato futuro

    avvicinare gli studenti alle esigenze del territorio e al governo locale, attraverso linterscambio tra istituzione scolastica ed enti pubblici

    Studio Collevecchio s.n.c

    3

  • Obiettivi del progetto (segue)

    Studio Collevecchio s.n.c 4

    fornire conoscenze ed elementi concreti per costruire

    un percorso di formazione personale in linea con le esigenze del mercato del lavoro e con le proprie aspirazioni professionali

    sottolineare la funzione dell Ente locale come soggetto che d limpronta alla comunit, stabilisce priorit ed obiettivi, assicura servizi pubblici efficienti ed efficaci (dai servizi sociali, allistruzione, alle opere pubbliche, alle opportunit economiche, allo sviluppo culturale)

    delineare un profilo culturale di cittadino consapevole dei diritti e dei doveri esercitati con caratteristiche di autonomia, curiosit, intraprendenza, senso di responsabilit , sensibilit ai valori della Costituzione

  • Articolazione del Corso

    Il Corso si articola in cinque moduli formativi di quattro ore ciascuno

    1 Modulo : Gli enti territoriali nella Costituzione 2 Modulo : Lordinamento istituzionale dei Comuni 3 Modulo : Lordinamento amministrativo 4 Modulo : Lordinamento finanziario 5 Modulo : Lordinamento contabile

    Studio Collevecchio s.n.c 5

  • 1 Modulo Gli enti territoriali nella Costituzione

    I principi fondamentali della Costituzione I principi fondamentali dellautonomia e del decentramento La tipologia degli enti territoriali: i Comuni, le Province, le Citt metropolitane, le Regioni Lunit della Repubblica

    Studio Collevecchio s.n.c 6

  • 25 aprile 1945

    Liberazione dellItalia dalloccupazione tedesca

    2 giugno 1946

    Referendum : Monarchia: voti 10.709.423

    Repubblica: voti 12.718.019

    22 dicembre 1947

    Approvazione della Costituzione Repubblicana

    LA COSTITUZIONE ITALIANA

    Studio Collevecchio s.n.c 7

  • PRINCIPI FONDAMENTALI

    PARTE I

    DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

    TITOLO I

    RAPPORTI CIVILI

    TITOLO II

    RAPPORTI ETICO- SOCIALI

    TITOLO III

    RAPPORTI ECONOMICI

    TITOLO IV

    RAPPORTI POLITICI

    LA COSTITUZIONE ITALIANA

    Studio Collevecchio s.n.c 8

  • TITOLO III

    IL GOVERNO

    TITOLO IV

    LA

    MAGISTRATURA

    TITOLO V

    LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI

    TITOLO VI

    GARANZIE COSTITUZIONALI

    PARTE II

    ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA

    TITOLO I

    IL PARLAMENTO

    TITOLO II

    IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

    Studio Collevecchio s.n.c

    LA COSTITUZIONE ITALIANA

    9

  • LItalia una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranit appartiene al popolo (art. 1)

    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo , sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove svolge la sua personalit (art. 2)

    Tutti i cittadini hanno pari dignit sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali (art. 3)

    La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto (art. 4)

    La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il pi ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento(art. 5)

    PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA (1/2)

    Studio Collevecchio s.n.c 10

  • La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche (art.6)

    Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani (art. 7)

    Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge (art. 8)

    La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione (art. 9)

    L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libert democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge (art. 10)

    L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libert degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (art. 11)

    La bandiera della Repubblica il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni (art. 12)

    PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA (2/2)

    11

  • Studio Collevecchio s.n.c

    Costituzione della Repubblica

    Articolo 5

    La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il pi ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.

    12

  • Studio Collevecchio s.n.c

    Costituzione della Repubblica

    Articolo 114

    La Repubblica costituita dai Comuni, dalle

    Province, dalle Citt metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato. I Comuni, le Province, le Citt metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i princpi fissati dalla Costituzione. Roma la capitale della Repubblica. La legge dello Stato disciplina il suo ordinamento.

    13

  • Studio Collevecchio s.n.c

    Stato Centrale

    Stato

    Regioni

    Province

    Comuni

    Federalismo

    14

  • Citt

    metropolitane

    Province

    Regioni

    Comuni

    Studio Collevecchio s.n.c

    Federalismo (Articolo 114)

    Stato

    Repubblica

    15

  • Studio Collevecchio s.n.c

    La Repubblica italiana costituita da:

    8.101 Comuni di cui circa 6.000 con popolazione inferiore a 5.000 abitanti

    107 Province comprese le Province regionali

    10 Citt

    Metropolitane

    Torino Milano Venezia Genova

    Bologna - Firenze Roma Bari Napoli

    Reggio Calabria (+5 reg. PA-CT-ME-CA-TS)

    da istituire

    20 Regioni di cui 5 a statuto speciale

    1 Stato Ministeri

    e Uffici periferici 16

  • 10 Citt metropolitane previste dallo Stato

    Torino Milano Venezia Genova Bologna Firenze Roma Napoli Bari Reggio Calabria

    5 Citt metropolitane previste dalle Regioni a statuto speciale

    Palermo Catania Messina

    Cagliari Trieste

    Studio Collevecchio s.n.c 17

  • Le Regioni italiane

    Regioni a statuto speciale

    Regioni a statuto ordinario

    Studio Collevecchio s.n.c 18

  • Costituzione italiana

    Art. 119

    I Comuni, le Province, le Citt metropolitane e le Regioni hanno autonomia

    finanziaria di entrata e di spesa.

    I Comuni, le Province, le Citt metropolitane e le Regioni hanno risorse autonome.

    Stabiliscono e applicano tributi ed entrate propri, in armonia con la Costituzione e secondo i

    principi di coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario. Dispongono di

    compartecipazioni al gettito di tributi erariali riferibile al loro territorio.

    La legge dello Stato istituisce un fondo perequativo, senza vincoli di destinazione,

    per i territori con minore capacit fiscale per abitante.

    Le risorse derivanti dalle fonti di cui ai commi precedenti consentono ai Comuni,

    alle Province, alle Citt metropolitane e alle Regioni di finanziare integralmente le funzioni

    pubbliche loro attribuite.

    Per promuovere lo sviluppo economico, la coesione e la solidari

Recommended

View more >