cimatron divisione stampo d2s

Download Cimatron Divisione Stampo D2S

Post on 12-Jun-2015

908 views

Category:

Documents

10 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Corso di Analisi Divisione Stampo

2

3

1 - INTRODUZIONE ............................................................................................................5

1.1 2.1 2.2 3.1 3.2 3.3 3.4 3.5 4.1 4.2 4.3 5.1 6.1 6.2 6.3 6.4 6.5 7.1

Concetti.................................................................................................................. 5 Creazione del nuovo progetto di divisione ............................................................ 9 La barra di divisione ............................................................................................ 10 Divisione.............................................................................................................. 13 Attributi delle geometrie...................................................................................... 18 Angolo di sformo................................................................................................. 22 Analisi direzione di divisione .............................................................................. 24 Direzione oggetto ................................................................................................ 26 Curve di divisione................................................................................................ 28 Superfici di divisione........................................................................................... 29 Attacca attributi ................................................................................................... 33 Generazione del grezzo ....................................................................................... 36 Esporta ................................................................................................................. 38 Apertura dei documenti esportati ........................................................................ 39 Aggiornamento dellintero progetto .................................................................... 42 Comparazione...................................................................................................... 42 Gestione modifiche.............................................................................................. 44 Uso della guida .................................................................................................... 47

2 - PROGETTO DI DIVISIONE............................................................................................9

3 - DIVISIONE DEL MODELLO.........................................................................................13

4 CURVE E SUPERFICI DI DIVISIONE.........................................................................28

5 IL GREZZO..................................................................................................................36 6 ESPORTA....................................................................................................................38

7 - GUIDA IN LINEA ..........................................................................................................47

4

5

1 - INTRODUZIONE1.1 Concetti

La produzione industriale di oggetti (industrializzazione) prevede il ricorso oramai essenziale alle tecnologie CAD e CAM in relazione al prezioso aiuto che esse sono in grado di fornire per quel che riguarda la progettazione e la successiva realizzazione di un qualsivoglia prodotto. Una riflessione anche superficiale riguardante le varie tecniche di produzione attualmente utilizzate suggerisce la quantit decisamente considerevole di diverse esigenze e problematiche riscontrabili durante il processo che va, potremmo dire, dallidea al pezzo; proprio per questo i vari software CAD CAM si sono via via specializzati per rispondere nel modo migliore possibile a tali necessit. Basti pensare ai programmi per la realizzazione di prototipi, per la creazione di modelli matematici partendo da oggetti gi esistenti, ai software parametrici, al progressivo miglioramento delle prestazioni nel settore del controllo numerico ecc. La produzione di stampi occupa un capitolo decisamente rilevante nel quadro delle metodologie produttive in quanto grazie al grande numero di differenti tipologie e tecniche di stampaggio essi rappresentano la risposta per la realizzazione di gran parte degli oggetti che ci circondano. Cimatron E, come il suo predecessore Cimatron IT, un software CAD CAM principalmente orientato alla produzione di stampi essendo strutturato per seguire il processo produttivo dalla fase di creazione del modello matematico delloggetto (CAD) alla definizione del programma delle lavorazioni a controllo numerico che realizzeranno lo stampo adatto alla sua produzione (CAM). Il presente manuale prende in esame le funzioni che Cimatron E mette a disposizione per il rapido ottenimento delle varie componenti dello stampo (classicamente: matrice punzone carrelli) a partire da un modello matematico gi presente; in pratica lutilizzo di queste funzioni si colloca in una posizione intermedia tra la modellazione CAD e la programmazione CAM in un normale processo produttivo. Per chiarire quantomeno a grandi linee quali sono le operazioni necessarie per lottenimento dei componenti di uno stampo si pu ricorrere ad un semplice esempio fingendo di non disporre di alcuna funzionalit dedicata, ma solo di un buon software CAD: Loggetto da elaborare potrebbe essere il seguente coperchio di porta sapone: Il modello in questione presenta una pelle composta di alcune superfici che si possono descrivere come: superfici esterne: superfici rivolte verso lesterno delloggetto, visibili in figura ad eccezione di quelle nascoste alla direzione di vista

superfici interne: superfici rivolte verso linterno del pezzo non visibili in figura ottenute durante la modellazione con funzioni quali offset o spessore superficie di bordo: superficie del bordo inferiore del pezzo compresa tra le esterne e le interne che nellesempio giace interamente sul piano di appoggio.

Avendo come obbiettivo finale la realizzazione di uno stampo adatto alla fabbricazione delloggetto necessario inizialmente stabilire quali di queste superfici dovranno fare parte della matrice, quali del punzone e quali di eventuali carrelli (non necessari in questo caso). Si tenga presente, a questo proposito che, una volta accoppiati, la matrice e il punzone presentano una cavit corrispondente al pezzo da produrre che viene riempita iniezione con il materiale di cui esso sar composto opportunamente riscaldato perch si presenti allo stato fuso; compiuta liniezione la matrice e il punzone vengono separati permettendo cos lestrazione del prodotto preventivamente raffreddato e, quindi, solido. In pratica si procede ad una divisione del modello distribuendo, ad esempio, le varie superfici in set diversi nominati, ovviamente, matrice e punzone ad ottenere un risultato simile a quello visualizzato di seguito:

Il CAM potrebbe essere dedicato inizialmente alla matrice perci si prenderanno in esame le sole superfici associate ad essa provvedendo alla definizione di un grezzo che la contenga completamente tramite, ad esempio, una semplice operazione di estrusione solida:

6

7

La superficie di separazione dello stampo potrebbe essere costituita da una superficie piana corrispondente, come dimensioni, ad una faccia del grezzo tagliata dal contorno di base della matrice che, nellesempio, coincide con la curva di divisione.

Provvedendo alle opportune operazioni booleane di sottrazione possibile giungere facilmente alla matrice definitiva cos come si presenterebbe alla macchina NC.

Similmente si potrebbe procedere per il punzone esportando, magari, in altri file le geometrie ottenute in modo da poterle elaborare separatamente.

Alcune funzioni di Cimatron E svolgono essenzialmente questo insieme di operazioni riassumibili in analisi, divisione, esportazione delle geometrie comprendendo nel termine divisione lidentificazione della curva di divisione, la modellazione della superficie di divisione a partire da essa, la costituzione del grezzo e il suo taglio in base ai componenti dello stampo individuati nella fase di analisi. Verr di seguito illustrato un classico procedimento Progetto di Divisione con la spiegazione dei diversi comandi e delle loro interazioni.

8

9

2 - PROGETTO DI DIVISIONE2.1 Creazione del nuovo progetto di divisione

Nonostante nel men divisione contenuto nella normale interfaccia CAD di Cimatron E siano presenti tutte le funzioni descritte nellintroduzione e che quindi sia possibile accedervi direttamente durante le fasi di modellazione senza avviare un nuovo file, consigliabile iniziare il lavoro con la creazione di un nuovo progetto di divisione tramite lutilizzo del tasto funzione

presente nellinterfaccia di Cimatron E allatto del suo avvio. Il comando genera la seguente finestra di dialogo. Def. Parte: selezione del modello CAD da cui iniziare il lavoro ( il tasto a sinistra che rappresenta una cartella gialla aperta provoca lapertura del browser darchivio consentendo la selezione di documenti parte di Cimatron E, mentre quello a destra permette di caricare modelli appartenenti ad altri sistemi CAD ). Nomi: inserimento del nome da associare al nuovo documento ed, eventualmente, ad una nuova cartella appositamente creata da Cimatron E o selezionata tra quelle esistenti che conterr lintero gruppo di file del processo. Unit: scelta dellunit di misura da adottare. Compensazione ritiro: funzione automatica del calcolo del ritiro che avviene contestualmente allimportazione del modello nel nuovo documento secondo il fattore indicato. Preferenze: accesso al men preferenze per la modifica delle variabili di sistema. Nota: Lutilizzo della funzione di nuovo progetto di divisione genera, di fatto, un nuovo documento che viene aggiunto