ssis, 29 settembre 2009 cristiano chesi chesi@media.unisi.it universit  di siena centro...

Download SSIS, 29 Settembre 2009 Cristiano Chesi chesi@media.unisi.it Universit  di Siena Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio

Post on 01-May-2015

215 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Slide 1
  • SSIS, 29 Settembre 2009 Cristiano Chesi chesi@media.unisi.it Universit di Siena Centro Interdipartimentale di Studi Cognitivi sul Linguaggio http://www.ciscl.unisi.it Alcune osservazioni sulle produzioni verbali non-standard dei bambini sordi
  • Slide 2
  • I sordi spesso hanno problemi con il Linguaggio Verbale Ho paura di morire Ho paura da morire Maria molto bella Maria troppo bella Marco ha promesso a Gianni di comprare il giornale Marco ha chiesto a Gianni di comprare il giornale Gianni lo ha visto uscire Gianni crede che Mario lo abbia visto uscire
  • Slide 3
  • I sordi spesso hanno problemi con il Linguaggio Verbale Mario ha visto Gianni Gianni ha visto Mario Naturalmente Maria si getter dal centesimo piano e morir Maria si getter dal centesimo piano e morir naturalmente Maria si getter dal centesimo piano e naturalmente morir Maria vuole una maglietta bianca e Paola vuole una rosa Maria vuole una maglietta bianca e Paola ne vuole una rosa Prendere una pastiglia dopo il pasto Prendere una pastiglia dopo ogni pasto
  • Slide 4
  • Facciamo un esempio concreto: gli articoli il tavolo, la tavola, i tavoli, le tavole l'asino, l'asina, gli asini, le asine lo zaino, gli zaini la mano, la stazione, lo stratagemma, le ipotesi
  • Slide 5
  • Facciamo un esempio concreto: gli articoli Sabato mangio una pizza. Il sabato mangio una pizza. Picchier il proprietario e direttore della fabbrica. Picchier il proprietario e il direttore della fabbrica. Ho bevuto due litri di aranciata. Ho bevuto i due litri di aranciata. L'acqua di lago e insipida. L'acqua del lago e insipida.
  • Slide 6
  • Facciamo un esempio concreto: gli articoli Ho rotto il bicchiere. *Ho rotto bicchiere. Ho preso paura. *Ho preso la paura. Le ho lette quasi tutte
  • Slide 7
  • Acquisizione del linguaggio GU - Disabilit cognitiva - Disabilit sensoriale Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale GU - Principi universali (es. dipendenza dalla struttura, categorizzazione e sottocategorizzazione degli elementi lessicali) - Vincoli parametrizzati (sogg. nullo, posizione testa-complemento)
  • Slide 8
  • Acquisizione del linguaggio GU - Disabilit cognitiva - Disabilit sensoriale Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale Afasia - SLI - Uso anomalo di certi elementi funzionali - Forme non standard a livello strutturale - Varie difficolt con elementi lessicali
  • Slide 9
  • Acquisizione del linguaggio GU - Disabilit cognitiva - Disabilit sensoriale Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale Isolamento - Sordit - Uso anomalo di certi elementi funzionali - Propriet strutturali particolari - Normale acquisizione degli elementi lessicali
  • Slide 10
  • Componente appresa Propriet - Modalit - Sordit Modalit - Sordit Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale - Elementi lessicali e funzionali (nomi comuni, verbi, modificatori nominali e verbali ) - Propriet di sottocategorizzazione e di selezione (correre, dare, acqua massa, chiedere [*da / di] ) - Settaggio parametrico (soggetto nullo, posizione testa complemento)
  • Slide 11
  • Componente appresa Propriet - Modalit - Sordit Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale Orale / gestualeScrittura / lettura labiale - accesso naturale allinformazione linguistica - indici prosodici di segmentazione del continuum sonoro in parole e sintagmi - grande quantit di informazioni veicolate in tempi brevi - insegnamento esplicito - segmentazione non ambigua del parlato in fase di acquisizione - difficolt nel recuperare indici naturali di segmentazione in sintagmi - tempi pi lunghi in lettura
  • Slide 12
  • Componente appresa Propriet - Modalit - Sordit Componente innata (LAD) Componente appresa Grammatica Universale 1) Tarda esposizione allinput linguistico (diagnosi, protesizzazione, logopedia ) 2) Input quantitativamente povero (limitazione della direzione dello sguardo, informazione linguistica solo visiva e quindi fortemente dipendente dal focus attenzionale, poche ore di esposizione alla settimana (logopedista)) 3) Input qualitativamente povero (difficolt di comprensione, recupero di espressioni impoverite)
  • Slide 13
  • Elementi lessicali e funzionali Il bambino prende la mela per mangiarla Determinanti (articoli) Flessioni verbali Flessioni nominali Pronomi clitici * La Un *i*a*i*a * i * ere * a una *i*o*i*o * ava * io * lo * gli Complementatori * di * la
  • Slide 14
  • Elementi lessicali e funzionali bambin prend mel mang
  • Slide 15
  • Sviluppo linguistico standard Le fasi - il tipo di produzioni 6-9 mese- lallazione (vocale o manual babbling) 1-2 anno- produzione parole singole (assenza di elementi funzionali, espressioni olofrastiche) 2-5 anno - produzione di pi parole (ordine posizionale per esprimere relazioni, omissione e uso non standard di elementi funzionali: omissione di determinanti, infiniti in frasi principali, omissione di ausiliari e modali)
  • Slide 16
  • Sviluppo linguistico standard Le fasi - il tipo di produzioni (Cipriani, Chilosi, Bottari e Pfanner 1993) determinanti > segnaposto monosillabici es.llocchi (gli occhi) Viola (25.17) i pannino asciutto (il pannolino asciutto) Diana (22.7) copule e ausiliari > omissione di ausiliari (ma anche di modali ecc.) es.lo m bella (io sono bella) Viola (25.17) flessioni verbali > flessioni errate, infiniti in frasi principali es.Zia c i giocattoli (ci sono) Diana (25.25) E quello Topolino. Lavare i piatti (Che lava i piatti) Diana (25.25) complementatori > MLU molto bassa -> raro uso di complementatori es. E quello Topolino. Lavare i piatti (Che lava i piatti) Diana (25.25)
  • Slide 17
  • continuit maturazione - completo sviluppo della struttura funzionale - forme non standard determinate dalle non ancora acquisite propriet degli elementi lessicali e funzionali (Hyams 1984, Pinker 1994) - frase accorciata (Short Clause Hypothesis, Small Clause Hypothesis, troncamento) - forme non standard determinate dal non completo sviluppo delle proiezioni funzionali (Borer e Wexler 1984)
  • Slide 18
  • Studi classici sulle produzioni verbali non-standard dei sordi (corpus scritto-orale, McCafee Kelly Samar 1990)
  • Slide 19
  • Studi classici sulle produzioni verbali non-standard dei sordi (corpus scritto-orale, McCafee Kelly Samar 1990)
  • Slide 20
  • Studi classici sulle produzioni verbali non-standard dei sordi (dati ricavati dallanalisi del TSA, Quigley e Paul 1984)
  • Slide 21
  • Studi classici sulle produzioni verbali non-standard dei sordi (dati ricavati dallanalisi del TSA, Quigley e Paul 1984) 1. A boy a girl went home. Check ONE box. The sentence is: RIGHTgo to 2. WRONG Change the sentence to make RIGHT. Write the right sentence here: ________________________________ 2. The boy chased a ball. The girl chased the ball. Make ONE sentence from the two sentences. The boy _________________________________________________ 1. A boy a girl went home. Check ONE box. The sentence is: RIGHTgo to 2. WRONG Change the sentence to make RIGHT. Write the right sentence here: ________________________________ 2. The boy chased a ball. The girl chased the ball. Make ONE sentence from the two sentences. The boy _________________________________________________
  • Slide 22
  • Sordi = L2? (Z = sorda bilingue italiano/LIS BC = udente inglese che apprende litaliano come L2 Volterra, Bates 1989)
  • Slide 23
  • IdSesso, etIstruzioneInsorgenzaDiagnosiGravitLIS Protesi (guad.) P1F, 173 a ICPnascita1 annoprofondass (25%) P2M, 115 a elem.nascita1 annoprofondass (25%) P3M, 141 a ragionerianascita1 annoprofondass (25%) P4F, 72 a elem.nascita ?3 annoprofondapocos (25%) P5M, 123 a medianascita1 annoprofondass (25%) P6M, 82 a elem.nascita ?3 annoprofondapocos (50%) T1F, 93 a elem.nascita ?3 annogravenos (25%) T2F, 82 a elem.enascita2 annogravenos (30%) T3F, 16scuola spec.nascita1 annoprofondapocono T4M, 6scuola spec.nascita2 annoprofondass (40%) T5M, 7scuola spec.nascita2 annogravess (25%) T6M, 7scuola spec.nascita1 annoprofondasno T7M, 7scuola spec.nascita1 annoprofondasno P = Istituto T. Pendola di Siena; T = Istituto per Sordomuti di Torino Lo studio I soggetti - la metodologia (Chesi 2000, 2006)
  • Slide 24
  • 1. Produzione spontanea Proiezione video di 5 min., 30 min. elicitazione breve riassunto (scritto e orale) Scopo: verifica presenza e distribuzione di forme non standard tipiche individuate in studi precedenti; valutazione della variabilit della competenza linguistica nei singoli soggetti analizzati; rilevazione di eventuali asimmetrie tra produzioni orali e scritte. Lo studio I soggetti - la metodologia (Chesi 2000, 2006)
  • Slide 25
  • 2. Test di ripetizione Ripetizione di 32 frasi target con varia distribuzione di articoli mono/bi-sillabici Scopo: testare lipotesi della debolezza fonologica; Lo studio I soggetti - la metodologia (Chesi 2000, 2006) 3. Giudizi di grammaticalit Giudizi richiesti su 16 tipologie di costruzioni (DP post-verbale e post- preposizionale, costruzioni con clitici) Scopo: testare particolari costruzioni non presenti nelle produzioni spontanee
  • Slide 26
  • 4. Scelta multipla (context-matching task) Selezione della frase (di 5 presentate) che meglio descriveva un determinato contesto descritto