caff£¨ moak s.p.a. / adci (art directors club italiano) e marco lentini5, grafico di...

Download Caff£¨ Moak S.p.A. / ADCI (Art Directors Club Italiano) e Marco Lentini5, grafico di Caff£¨ Moak. Far£ 

Post on 31-Jul-2020

2 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • XI 0

    3/ 20

    14 ©

    C af

    fè M

    oa k

    S. p.

    A.

  • L’Italia è il Paese dei processi, quelli annosi, dove l’accusato non sempre è colpevole di reato e il più delle volte non si fa presto a scoprirlo. È quello che è successo al caffè, dopo le accusa di Report, che ha messo in discussione il nostro caro espresso, uno degli orgogli italiani. Il giorno dopo la gente ha continuato ad andare al bar a prendere il solito caffè, ma è anche vero che, a distanza di mesi, il cliente osserva il barista durante la preparazione con un occhio più vigile e sospettoso. Se le incriminazioni, dunque, sono servite a rendere il con- sumatore più consapevole e a pretendere dal barista qualità della miscela e della preparazione in tazza, che ben vengano le segnalazioni della Gabanelli. Se, però, le accuse sono in- fondate, è nostro dovere approfondire e chiarire alcune errate informazioni, come quella che incrimina la qualità Robusta. La bontà di una miscela è data da diversi fattori, tra cui la se- lezione dei monorigine, il metodo di tostatura, la macinatura e la conservazione. Non si può mettere in discussione un caffè che contiene una maggiore percentuale di Robusta rispetto a quello che contiene più Arabica solo per una questione di prezzo di mercato– esistono qualità di robusta, anche lavati, più pregiate di quelle arabica. Se poi si tiene conto dei gusti geografici, dovremmo ricordare che al Sud si apprezza un caffè più corposo e dal retrogusto più deciso, mentre al Nord si preferisce una miscela più dolce e aromatica. È anche vero che se il barista sceglie un’ottima miscela, deve anche saper renderle onore. Ecco perchè è importante seguire corsi di formazione e avere una buona conoscenza e cultura del vero espresso italiano. Una responsabilità che noi torrefattori abbiamo prima di tutto. Il nostro compito non è solo vendere il prodotto, ma seguire il cliente in tutte le fasi, educandolo e istruendolo affinchè esalti le proprietà della miscela e ottenga in tazza un ottimo espresso. Il dovere del barista è attrarre i suoi clienti con un caffè pregiato e di qualità e offrire un ser- vizio impeccabile.

    Il Presidente Giovanni Spadola

    commenta su Twitter l’editoriale con l’hashtag #caramoak. seguici su @twitmoak

  • Disegno Industriale - Vittorio Venezia [Le forme dell’acqua - workshop ABADIR 2013] Articolo a pag. 24

  • put your face

    Concorsi Moak 2014. Ecco le giurie

    Caffè storico Caffè Grande Italia

    In viaggio verso l’India

    Chef e Pasticceri interpretano il caffè Moak Marco Baglieri e Stefano Primerano

    Moakpeple contest

    Lo stile di arredare. Un locale prêt-à-porter

    L’arte del cappuccino dedicata ai più piccoli Al via i corsi di Latte Art Junior

    Caffè e Salute Il caffè aiuta ad idratarsi

    Il caffè, nuovo status symbol in Cina. Corsi per baristi perché la bevanda sia anche buona.

    ADI Disegno industriale. Vittorio Venezia

    Caffè da leggere

    Creatività etica e sostenibile. Gli scarti di caffè danno vita alla carta ecologica.

    Moak unica in Sicilia ad avere trainer autorizzati SCAE

    Caffè e dintorni

    04 06 10 12 14 16 17 18 20 22 24 26 27 28 30

    www.caffemoak.com

    Spedizione poste italiane - cod.sap. n.30907349- DCB Centrale/PT Magazine iscriz. R.O.C.n.23325 - valida dal 18/03/2013 - Aut. Trib. Modica n.218/2013 VG - Notizie n.2/2013. Direttore Responsabile: Sara Di Pietro Redazione: for[me]moak Foto: for[me]moak Coordinamento grafico: for[me]moak Art work: for[me]moak Editore: Moak Holding S.p.A. Viale delle Industrie s.n. – 97015 Modica (RG) tel.0932-904755 www.caffemoak.com, mail: sara.dipietro@caffemoak.com Azienda con sistema qualità certificato da ISO 9001/14001 Stampa in esclusiva per Moak Holding S.p.A. a Soveria Mannelli (CZ) A norma dell’art. 7 della legge n. 196/03 il destinatario può avere accesso ai suoi dati, chiederne la modifica o la cancellazione oppure opporsi scrivendo a: Moak Holding S.p.A. - Viale delle Industrie s.n.- 97015 Modica (RG) - Italy

    In copertina: thesignframe

    Partner

    XI 0

    3/ 20

    14 ©

    C af

    fè M

    oa k

    S. p.

    A.

    03[ the sign moak ]

  • In tutte le campagne adv, Moak ha voluto raccontare il mondo o raccontarsi, a volte con ironia, altre con po-esia, rendendo illustrazioni o frasi espressione di pen- sieri o storie di popoli. La campagna “moak generaction” abbatte ogni distanza tra le persone, tra le loro diversità e lo fa attraverso illustrazioni ironiche di personaggi, in cui ciascuno può anche riconoscere se stesso, un amico o un ruolo nella società. Proprio come chi fa parte del mondo virtuale, dove non esistono distanze fisiche, diversità razziali. Partendo dal concept grafico della campagna adv moak generaction, for[me]moak lancia l’iniziativa “put your face” (mettici la faccia!). Un pannello alto due metri viene installato in città o Paesi di forte interesse turistico, dove Moak è presente. L’immagine è quella della moak generaction, dove due dei personaggi illu- strati, che rispecchiano usi e tradizioni di una Regione o Paese e il cui volto sarà forato, si accenderanno di colore.

    Ad attrarre clienti e turisti sarà la possibilità immediata di poter mettere la propria faccia sullo spazio forato e farsi fotografare prendendo il posto dei personaggi illu- strati. Gli utenti, inoltre, potranno partecipare al contest “putyourface”, pubblicando le loro foto su instagram con l’hashtag #putyourfacemoak. Tutte le foto saranno visibili sul sito ufficiale www.putyourfacemoak.com. L’ultima foto pubblicata in ordine cronologico sarà promossa in primo piano sull’homepage, mentre quella più votata del mese su Instagram riceverà un premio messo in palio da Caffè Moak. Un gioco, un divertimento, ma anche un modo di promuovere il brand e di veicolare il messaggio che appartiene alla filosofia Moak: tutti facciamo parte di una catena, di un dna, dove ciascuno è protagonista, dove si abbattono barriere razziali, politiche o religiose. Cia- scuno può far parte di una generazione nuova, mettendoci la propria faccia.

    put your face

    Brano consigliato per la lettura di questo articolo: God put a smile upon your face - Mark Ronson04 [ XI 02/2014 ]

    www.youtube.com/watch?v=nSoxia4Tyic&feature=youtu.be

  • 05[ the sign moak ]

  • È Donato Carrisi il presidente di giuria della XIII edizione di Caffè Letterario Moak, il concorso na-zionale di narrativa promosso da Caffè Moak, in collaborazione con Archinet. Considerato uno degli scrit- tori italiani di thriller più noti in Italia e all’estero, Carrisi è anche sceneggiatore per il cinema e la televisione; lo scor- so marzo ha infatti diretto con successo la serie “Il Sesto Senso”, in onda in prima serata su Rai3. Dopo il bestseller “Il Suggeritore”, l’autore conferma il suo successo interna- zionale con l’ultimo romanzo “L’ipotesi del male”. Donato Carrisi avrà al suo fianco una giuria di spicco: il Premio Campiello Andrea Molesini, che ha appena pubblicato il suo ultimo romanzo “Presagio”, Paolo Di Stefano, illustre firma delle pagine culturali del Corriere della Sera – di cui è ora inviato speciale -, lo scrittore e musicista bolognese Gianluca Morozzi e l’ormai veterano membro di giuria del Letterario Moak, lo scrittore Gianni Cascone. Toccherà a loro giudicare i racconti di giovani e affermati autori italiani. Intanto, tra tutti i manoscritti pervenuti,

    la giuria ha già selezionato i dieci più meritevoli, che saranno pubblicati nell’antologia “I Racconti del caffè”. Tra questi saranno scelti i cinque finalisti e i tre vincitori che andranno sul podio. Questi ultimi si aggiudicheranno un premio in denaro e saranno svelati durante la serata di premiazione il prossimo 11 Ottobre, che si terrà nel cen- tro direzionale Moak. Se l’edizione 2014 si tinge di “giallo”, gli inediti racconti profumeranno immancabilmente di caffè, tema a cui i partecipanti hanno dovuto far fede. Giovani talenti e aspi- ranti scrittori, oltre all’opportunità di emergere parteci- pando a uno dei più autorevoli premi nazionali di lettera- tura, avranno la possibilità di condividere la loro passione per la scrittura con autori di fama internazionale.

    info: www.caffe-letterario.it www.facebook.com/letterariomoak www.twitter.com/letterariomoak

    Concorsi Moak 2014. Ecco le giurie

    di Sara Di Pietro

    Donato Carrisi - © Marcello Bocchieri

    06 [ XI 02/2014 ]

  • Brano consigliato per la lettura di questo articolo: I could write a book - Dinah Washington

    A presiedere la 1° Edizione di Fuori Fuoco Moak, il contest internazionale di fotografia sarà invece Cesare Colombo. Classe 1935, da oltre cin- quant’anni ha affiancato al lavoro di fotografo una lunga esperienza nel settore della comunicazione visiva e della ricerca, diventando uno dei più autorevoli maestri della fotografia italiana, non solo come autore, ma anche come studioso e storico dell’immagine. Famosi i suoi scatti per riviste come Abitare, Domus, Vie del Mondo e per azien- de come IRI, IBM, 3M, Fiera Milano, Bayer, Ciba, Kraft, Enimont. Nelle sue foto è forte l’interesse per l’uomo, protagonista dinamico dell’inquadratura ma anche simbo- lo delle vicende sociali di oggi. Autore di numerose anto- logie, lo scorso aprile ha pubblicato per Contrasto “La ca- mera del tempo”, un volume guidato da Simona Guerra, in cui Colombo riper