LOOK AT ME!

Download LOOK AT ME!

Post on 18-Jan-2016

31 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

LOOK AT ME!. http://blip.tv/file/4896896. LG BOB. http://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=51489. COCA COLA AVATAR. http://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=50331. Media Education Promozione della salute. - PowerPoint PPT Presentation

TRANSCRIPT

  • LOOK AT ME!http://blip.tv/file/4896896

  • LG BOBhttp://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=51489

  • COCA COLA AVATARhttp://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=50331

  • Media EducationPromozione della saluteSteadycam: CONTESTUALIZZAZIONE

    Once upon a timeTra esperti e cinefiliPiazze virtuali iperpopolateInformare e prevenire

  • Media EducationPromozione della saluteSteadycam: CONTESTUALIZZAZIONE

    NOWFamiglia affettiva e adultiY GenerationI formati

  • Media EducationPromozione della saluteFAMIGLIA AFFETTIVA (Charmet)

    Sono mutate le rappresentazioniDa ribelle da domare a buono da proteggereNo valori, Si riduzione del doloreI valori? Altrove!

  • Media EducationPromozione della saluteFAMIGLIA AFFETTIVA: I valori? Altrove!

    Nella societ (informazione, comunicazione, spettacolo)Nei media e nella tecnologiaIn altri mondiIn altri gruppi

    IL MACROVALORE: IL CONSUMO

  • Media EducationPromozione della saluteI valori? Altrove!

    Il macrovalore: IL CONSUMO

    I linguaggio e il formato: LO SPOT

  • SPOT POWERADEhttp://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=45779

  • SPOT IENE EXTASYhttp://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=47223#testo

  • Media EducationPromozione della saluteY GENERATION: Nativi digitali (Rivoltella)

    Sono perfettamente integrati nel sistema tecnologicoSono nativi o fortemente sollecitatiSono espertiSono sempre in contatto, nessun tempo vuotoVivono un tempo policronicoFondono spazio pubblico e privatoSono autori

  • Media EducationPromozione della saluteNOW

    Pu oggi leducazione non essere media?

    Il 44% dei ragazzi si informano sul web per ci che riguarda la salute e sessualit (Sexologies)

  • MEDIA EDUCATIONMovimento internazionale da 30 anni

    1973 Conseil International du Cinma et de la Tlvision

    studio, insegnamento e apprendimento dei mezzi di comunicazione ed espressionespecifica ed autonoma disciplina nellambito della teoria e della pratiche pedagogicheopposizione alluso di questi mezzi come sussidi didattici

  • MEDIA EDUCATION1982 Dichiarazione di Grunwald

    accettazione presenza culturale media nella societnecessit politica ed educativa della promozione di comprensione critica sulla comunicazionela tecnologia incombe e poco si fa a questo riguardoallargamento responsabilit educativa

  • MEDIA EDUCATION1990 Tolosa, chiusura dei lavori dellUNESCO

    attenzione al mondo dei media in ogni sua articolazione (pubblicit e musica popolare) abbandono di un approccio difensivisticoapertura ai professionisti dei mediavalore democratizzante della ME

  • MEDIA LITERACYRACCOMANDAZIONE UE 2010-2012 prospettiva fondamentale per lalfabetizzazione di base di tutti i cittadini europei in quanto i media sono il linguaggio della contemporaneit

  • MEDIA EDUCATION

    PROFILI PEDAGOGICI

    Educare ai Educare conEducare per/dentro

    I MEDIA

  • ContestoEducazioneMedia comePedagogia/ApproccioObiettivo

    Criticoai mediaSupporti, oggettiMorale, inoculatorioDifendere i soggettiLettura criticaColtivare il gustoIdeologicoRendere consapevoli i soggettiDelle Scienze socialiRendere riflessivi i soggetti

  • Tecnologicocon i mediaRisorseStrumentaleSostenere linsegnamento/ apprendimentoCostruttivistaProdurre conoscenza collaborativaPsico socialeRiflettere sul rapporto tra media e fenomeni sociali

    ContestoEducazioneMedia comePedagogia/ApproccioObiettivo

  • ContestoEducazioneMedia comePedagogia/ApproccioObiettivo

    Produttivoper, dentro i mediaLinguaggiFunzionaleConsentire ai soggetti di interagire con i mediaAlfabeticoPromuovere la conoscenza dei linguaggiEspressivoUso creativo dei media

  • MEDIA EDUCATION E quel particolare ambito delle scienze delleducazione e del lavoro educativo che consiste nel produrre riflessione e strategie operative in ordine ai media intesi come risorsa integrale per lintervento formativo (Rivoltella 2001).

  • MEDIA E PRO.SAL. Espressioni del linguaggio della contemporaneit (dobbiamo farci i conti)Sono mezzi attraverso i quali la nostra cittadinanza si esprime: fanno parte delle nostre viteSono agenti di socializzazione e di acquisizione di competenze e di nuovi modi di apprendereRitardo delle agenzie educativeNelleducazione dei giovani o si accetta la sfida del cambiamento o non si significativi (autocondanna) e in questo modo non si educa.

  • MEDIA E PRO.SAL.Funzionalit rispetto acreare un climadecontestualizzareterreno di stimolo, spunto per allargare il campo sul quale si dovranno innestare le competenze degli operatori permettere a ciascuno di esprimersi fare emergere percezioni

  • CHILDRENhttp://www.youtube.com/watch?v=QdUvc6ESN1w

  • MEDIA E PRO.SAL.Catalizzatori comunicativi, non facilitatori informativi I media non divengono tanto un vettore di informazione, ma strumenti comunicativi che permettono di attivare la comunicazione sul doppio livello (bidirezionalit).

    Approccio tematico: affrontare un tema attraverso i media fare emergere pi sguardi, pi percezioni.

  • Lavorare integrando M.E. & PRO.SAL con quali obiettivi?

    Non tanto cambiare i comportamenti, ma aumentare la consapevolezza del s e dei propri comportamenti.Il formato mediale uno stimolatore che va ad integrare competenze diverse rispetto a metodi, tecniche materiali e supporti, oltre che rispetto ai soggetti conduttori - facilitatori.

  • Lavorare integrando M.E. & PRO.SAL con quali obiettivi?

    Informare SensibilizzareStimolare dibattitoProvocare altri sguardiVerificare percezioni dominanti sul temaStabilire contatti e comunicazione con gruppi definiti

  • M.E. & PRO.SAL

    Il circuito: guardare - analizzare/riflettere produrre (le variabili e i vincoli)

    A chi, Cosa (i formati) e Come propongo

    In quali contesti (scuola, extra, peer)

  • M.E. & PRO.SAL: Metodo

    Non proporre un messaggio univoco predefinito.Produrre dubbi e domande.Non affrontare il tema direttamenteFar interagire le persone con materiale video.Usare formati eterogeneiCostruire insieme i significati e i messaggiSintetizzare il percorso effettuato.

  • SPOT VIGORSOLhttp://www.progettosteadycam.it/pagine/ita/dettaglio_programma.lasso?id=48381

  • Link del blog 2011

    http://metodiepratiche2.wordpress.com/

    CONTESTUALIZZAZIONEOnce upon a time10 ANNI E SENTIRLITra esperti e cinefili Piazze virtuali iperpopolateInformare e prevenireprimaria, universaleSEGNALARE UNURGENZAin relazione alla diffusione delle nuove tecnologie? Solo perch sono nuovi mezzi di comunicazione?

    *I target di riferimento delle nostre attivit sono gli adulti (insegnanti e operatori socio sanitari), adolescenti e giovani, questi ultimi soprattutto rispetto ad interventi diretti (precisare la maggior parte del nostro lavoro, cfr. sito targettizzata nei confronti del mondo giovanile in formazione e di quello adulto). Per tutti coloro che condividono esperienze educative con adolescenti e giovani.

    *Per Charmet gli adolescenti di oggi sono diversi dagli adolescenti di ventanni fa perch sono mutate le rappresentazioni genitoriali nei confronti della pre e adolescenza.Ladolescente non pi un ribelle da domare, a cui inculcare valori, fare aderire a prescrizioni o a un modello sociale introiettato dalle generazioni precedenti.Ladolescente un soggetto buono, da amare e da proteggere.La famiglia si trasformata da prescrittivo valoriale (impositiva) ad affettiva. In passato la famiglia prescrittiva e valoriale imponeva valori spesso trasgrediti, oggi la famiglia affettiva tende soprattutto tende a ridurre al massimo il dolore. Una famiglia che tende ad abdicare sul piano dei valori implicitamente tende a dare per buoni quelli che giungono da un altrove.

    *Una famiglia che tende ad abdicare sul piano dei valori implicitamente tende a dare per buoni quelli che giungono da un altrove. Un altrove che innanzitutto societ, sempre pi declinata come societ dellinformazione (la conoscenza e le informazioni sono disponibili), della comunicazione (i messaggi circolano) e dello spettacolo (i soggetti vengono messi in scena). Una societ in cui il ruolo dei media fondamentale.Un altrove che oggi media, tecnologia, media. Un altrove che fatto di realt che sempre pi non rappresentano la nostra (ancora per poco di carne ed ossa), ma vi si sovrappongono, vi si intersecano, la avvolgono, lambiscono e penetrano. I valori predominanti sono quelli del consumo....Un altrove che anche e soprattutto immersione in mondi (pi o meno virtuali) dove ladolescente possiede pi famiglie: quella naturale, il gruppo dei pari (ridotto), i gruppi delle chat (estesi), MSN, Facebook, tutti i cosiddetti social network. Le decisioni importanti vengono prese fuori dalla famiglia.*In questo contesto si inseriscono i media, in particolare i nuovi media, i linguaggi giovanili, o meglio i nuovi linguaggi giovanili, portatori e spesso amplificatori di valori sociali dominanti.Il consumo: il consumo, o meglio liperconsumo oggi uno o forse il valore dominante. Tutela dei consumatori, da spettatori a consumatori. Produci, consuma, crepa era limperativo urlato qualche decennio fa da una punk band italiana, oggi pi che mai attuale.Per alcuni versi oggi alcuni gruppi di consumatori si ritengono pi critici e in grado di poter fare scelte. Riccardo Gatti invece sostiene che alla radice di tutto ci sia un modello educativo che trasferisce dei format di consumo quasi imprintati fin dalla prima infanzia, in modo che ad un certo momento a determinati bisogni che sono dettati dal marketing, esistano risposte automatich