profili giuridici dell’immigrazione regolare in italia

Download PROFILI GIURIDICI DELL’IMMIGRAZIONE REGOLARE IN ITALIA

Post on 15-Mar-2016

54 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

WORKSHOP 8/11/2011. PROFILI GIURIDICI DELLIMMIGRAZIONE REGOLARE IN ITALIA. INTRODUZIONE. I flussi migratori diretti verso il nostro paese costituiscono uno degli eventi socio - demografici di maggior rilievo degli ultimi decenni. - PowerPoint PPT Presentation

TRANSCRIPT

  • PROFILI GIURIDICI DELLIMMIGRAZIONE REGOLARE IN ITALIA

    WORKSHOP 8/11/2011

  • I flussi migratori diretti verso il nostro paese costituiscono uno degli eventi socio - demografici di maggior rilievo degli ultimi decenni.Da tipico paese di emigrazione, infatti, l'Italia si and caratterizzando dagli anni settanta del Novecento, ma con maggiore intensit negli anni ottanta, quale terra di immigrazione.

    INTRODUZIONE

  • Secondo la documentazione ufficiale, si possono seguire tre direttrici che corrispondono alle fonti disponibili: I permessi di soggiorno rilasciati a qualunque titolo dalle questure, i dati sulla popolazione residente forniti dai censimenti e dalle anagrafi comunali e le regolarizzazioni di situazioni lavorative irregolari. Quindi, mentre da un lato le informazioni esistenti si sovrappongono, dall'altro non consentono l'individuazione di un'importante componente della compagine migratoria, quella clandestinaFONTI PER IL MONITORAGGIO STATISTICO

  • Secondo i dati Istat gli immigrati residenti in Sicilia erano circa 115.000 nel 2008, circa il 3% popolazione migrante residente in Italia. In questi ultimi anni gli stranieri residenti in regione sono cresciuti ad un ritmo superiore alla media nazionale. Ci ha riflessi importanti per quanto riguarda il mercato del lavoro: va considerato che il tasso di attivit degli immigrati regolari , infatti, pi elevato di quello registrato per i cittadini italiani (67 % contro 52%); fra il 2000 e il 2008 gli occupati netti di origine straniera sono cresciuti del 138%: gli 87.330 lavoratori stranieri registrati per il 2008 costituiscono circa l8% degli occupati netti in Sicilia.UN PO DI CIFRE

  • Nel 2009 in Sicilia si registrato un incremento dell11,1% rispetto allanno precedente della popolazione immigrata residente. Lincidenza sul totale dei residenti, pari al 2,5%, comunque ancora inferiore rispetto alla media nazionale pari al 7%.Le nascite di immigrati rappresentano il 12,4% del totale delle nascite registrate nellisola nel 2009, contro una media italiana del 13,5%.LE NASCITE E LINCREMENTO DEMOGRAFICO

  • Al momento dellingresso nel territorio italiano, lo straniero deve essere in possesso di: - passaporto o di altro documento di viaggio; - del visto di ingresso rilasciato dalla rappresentanza diplomatica o consolare del Paese di origine o di stabile residenza dello straniero. Lingresso consentito allo straniero che dimostri di essere in possesso di idonea documentazione atta a confermare lo scopo e le condizioni del soggiorno nonch la disponibilit di mezzi di sussistenza sufficienti per la durata del soggiorno e per il ritorno nel Paese di provenienza. (La sufficienza dei mezzi di sussistenza definita con apposita direttiva emanata dal Ministero dellinterno). LINGRESSO DELLO STRANIERO IN ITALIA

  • CASI DI INAMMISIBILITANon ammesso in Italia lo straniero che non soddisfi tali requisiti o che sia considerato una minaccia per lordine pubblico o la sicurezza dello Stato o di uno dei Paesi con i quali lItalia abbia sottoscritto accordi per la soppressione dei controlli alle frontiere e la libera circolazione delle persone, ossia di uno dei Paesi che applicano la Convenzione di Schengen.

  • Entro 8 gg. giorni lavorativi dallingresso in Italia, lo straniero deve richiedere al questore della provincia in cui si trova il permesso di soggiorno, che sar rilasciato per gli stessi motivi menzionati nel visto. Il ritardo nella richiesta del permesso di soggiorno giustificato solo da cause di forza maggiore.Il permesso sar rilasciato entro 20 gg. dalla data in cui stato richiesto (lo stesso termine vale anche in caso di rinnovo o conversione). PERMESSO DI SOGGIORNO

  • Va compilata la scheda che rilascia la questura (generalit, luogo di soggiorno e motivo del soggiorno) assieme a:a) 4 foto tessera; b) il passaporto (o altro documento da cui risulti la nazionalit, data e luogo di nascita) c) il visto d'ingresso; d) documentazione, nei casi di richiesta di permesso non per lavoro subordinato, della disponibilit dei mezzi per il ritorno nel Paese di provenienza. La questura potr richiedere, la documentazione che attesta: e) l'esigenza del soggiorno, per il tempo richiesto; f) la disponibilit dei mezzi di sussistenza sufficienti in relazione ai motivi e alla durata del soggiorno; g) la disponibilit di altre risorse e dell'alloggio, nei casi previsti dalla legge (che dipendono dal tipo di permesso di soggiorno). Fino al giorno in cui non viene rilasciato il permesso di soggiorno si potr esibire la ricevuta della domanda rilasciata dalla questura. All'atto del ritiro bisogner dimostrare di essere in regola con gli obblighi sanitari (iscrizione al SSN o sottoscrizione di polizza sanitaria). La scheda di ricevuta sostituisce il permesso di soggiorno nel caso in cui si voglia rimanere in Italia per non pi di 30 gg.: ci vuol dire che non s tenuti a ritirare il permesso di soggiorno. Se non si rispetta il termine degli 8 gg. e non si lascia il territorio nazionale, si verr espulsi con decreto motivato del Prefetto, sempre che il ritardo non sia dipeso da cause di forza maggioreLA PROCEDURA

  • Gli stranieri che giungono in Italia per visite, affari, turismo e studio per periodi non superiori ai 3 mesi, non devono chiedere il permesso di soggiorno. Per lo straniero che proviene da Paesi che non applicano lAccordo di Schengen lobbligo di rendere la dichiarazione di presenza soddisfatto con lapposizione del timbro uniforme Schengen sul documento di viaggio al momento del controllo di frontiera. Invece, lo straniero che proviene da Paesi che applicano lAccordo di Schengen dovr presentare la dichiarazione di presenza, entro 8 gg. dallingresso, al questore della provincia in cui si trova. La copia di queste dichiarazioni sar consegnata allo straniero per essere esibita a richiesta degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza.ALCUNI CASI PARTICOLARI

  • Linosservanza da parte dello straniero della procedura indicata, salvo i casi di forza maggiore, ne determina lespulsione; questa sanzione sar applicata anche nel caso in cui lo straniero si sia trattenuto in Italia decorso il termine minore stabilito nel visto dingresso (quando richiesto). Lo straniero ha 60 gg. per chiedere il rinnovo. Scaduto questo termine, diventa un clandestino. L'espulsione viene disposta dal Prefetto con decreto motivato. passibile despulsione anche chi si sottrae ai controlli di frontiera, chi non ha il visto d'ingresso e chi non chiede il permesso di soggiorno entro gli 8 gg. prescritti dalla legge, salvo che il ritardo non sia dipeso da cause di forza maggiore, o in caso di revoca o annullamento del permesso.Il decreto intima di lasciare l'Italia entro 15 gg.; pena laccompagnamento coatto delle forze di pubblica sicurezza alla frontiera. Caso particolare lessere privi di un documento valido attestante lidentit e nazionalit per cui il prefetto rileva che esiste un concreto pericolo di sottrazione all'esecuzione dell'espulsione.Contro il decreto si pu presentare ricorso giudiziario. In ogni caso, il Prefetto informer il console del Paese dorigine dello straniero. LINOSSERVANZA LEGISLATIVA

  • 1) Visite affari e turismo (valido al max. 3 mesi)2)Lavoro autonomo, lavoro subordinato (a tempo determinato o indeterminato, non oltre i 2 anni, rinnovabile), lavoro stagionale (non pi di 6 mesi o 9 se lattivit lo richiede, convertibile); 3) Studio o formazione professionale (non pi di 12 mesi, rinnovabile); 4) Asilo politico; 5) Motivi religiosi; 6) Inserimento nel mercato del lavoro (non oltre 12 mesi); 7) Ricongiungimenti familiari (segue la durata del parente a cui ci si ricongiunge) e cure mediche (segue la durata terapeutica). Ad ognuna di queste attivit corrisponde un tipo di permesso di soggiorno diverso.

    MOTIVAZIONI DI RILASCIO EX LEGGE:

  • Il periodo di rinnovo non pu essere superiore al doppio di quello previsto dal permesso di soggiorno iniziale. Il rinnovo, va chiesto sempre al questore della Provincia in cui si risiede almeno 30 gg. prima della scadenza del vecchio permesso, non automatico, ma subordinato alla verifica del permanere delle condizioni che hanno portato al rilascio del permesso. Il permesso non pu essere rinnovato se il soggiorno in Italia stato interrotto per un periodo continuativo di oltre 6 mesi (o per i permessi con validit almeno biennale, per oltre la met della durata del permesso stesso) a meno che questa interruzione non sia dipesa da gravi motivi (come ad esempio, la necessit di assolvere agli obblighi militari).

    RINNOVO PERMESSO DI SOGGIORNO

  • 1. Studio. Pu essere richiesto alla rappresentanza diplomatica italiana nel Paese di residenza dello straniero. Ha validit pari al corso che si intende seguire e si rinnova di anno in anno fino al termine del corso di studi previsto. Questo permesso permette di svolgere attivit lavorative part-time, con contratto di lavoro non superiore alle 20 ore settimanali.Pu essere convertito, prima della sua scadenza, in permesso per motivi di lavoro all'interno delle quote di lavoratori ammessi in Italia. MOTIVAZIONI DI RILASCIO

  • 2. Ricongiungimento familiare: Lo straniero regolarmente soggiornante nel territorio nazionale, titolare di carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno, in corso di validit, per lavoro subordinato, per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo, per protezione sussidiaria, per studio o per motivi religiosi, di durata non inferiore a 1 anno, pu presentare istanza per il rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare per i seguenti congiunti:

    - Coniuge maggiorenne non legalmente separato;- Figli minori non coniugati (anche del coniuge o nati fuori del matrimonio), a condizione che l'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consens

Recommended

View more >