cartella stampa

Download Cartella Stampa

Post on 02-Jan-2016

46 views

Category:

Documents

9 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 174 CON

    CORSO

    NA

    ZION

    ALE - JESO

    LO 14 - 27 O

    TTOBRE 2013

    74 CONCORSO NAZIONALE

    JESOLO 14 - 27 OTTOBRE 2013

    CARTELLA STAMPA

  • Finali nazionali:

    - Marted 22 ottobre

    Milano, Hotel Boscolo Milano, Corso Matteotti 4. Ore 11.00. Conferenza stampa di presentazione di Miss Italia 2013

    - Venerd 25 ottobre

    Jesolo, Teatro Vivaldi. Ore 16.00. Assegnazione dei titoli nazionali.

    - Sabato 26 ottobre

    Jesolo, Teatro Vivaldi. Ore 12.00. Conferenza stampa di presentazione della serata finale in onda su La7

    - Domenica 27 ottobre

    Jesolo, Pala Arrex. Ore 20.45, finale di Miss Italia in diretta su LA7. Conduce Massimo Ghini con la partecipazione di Cesare Bocci e Francesca Chillemi.

    - Luned 28 ottobre

    Jesolo, Pala Arrex. Ore 11.00. Servizi fotografici alla vincitrice

    Jesolo, Pala Arrex. Ore 11.00. Conferenza stampa di presentazione di Miss Italia 2013 e di chiusura della manifestazione.

    3

    74 CON

    CORSO

    NA

    ZION

    ALE JESO

    LO 14 - 27 O

    TTOBRE 2013

    Il Programma deglI eventIJesolo, edizione 2013

  • 4mIss ItalIa su la7: un nuovo modo dI vIvere la bellezza

    Tre attori alla conduzione della serata televisiva

    Miss Italia riparte da una nuova casa televisiva, La7, ospite di una citt, Jesolo, dove era attesa da anni, e propone unedizione tutta da vedere. Il passaggio dalla tv di Stato, dopo 25 anni, a una televisione forte di unidentit colta e moderna rappresenta, se non una piccola rivoluzione nel settore dello spettacolo e dellintrattenimento, un restyling da seguire con interesse. Al centro dellattenzione sono il nuovo modo di presentare le ragazze e la conduzione inedita affidata a tre attori amati dal pubblico: la serata sar infatti presentata da Massimo Ghini con la partecipazione di Cesare Bocci e Francesca Chillemi.

    Il Concorso ha fatto discutere tutta lestate, ha ricevuto critiche, non sempre motivate, ma anche molti attestati di stima; un fenomeno di cui ognuno si sente protagonista, secondo unosservazione divenuta cult di Edmondo Berselli (Miss Italia siamo noi) ed - diremmo abituata ai corsi e ricorsi della sua storia. Ma sempre rimasta, come ora, ben salda in piedi. Seimila partecipanti, 500 manifestazioni in piazze stracolme di folla nelle localit turistiche del nostro Paese, una televisione nazionale, una citt e una regione che si legano al concorso con accordi pluriennali, sponsor storici che, in piena crisi economica - o forse proprio per questo - rimangono affiancati allAzienda Miss Italia: ci sono tutti gli elementi, i personaggi, gli artisti per ripartire, anche se in realt non ci si mai fermati.

    Siamo un concorso che vive tra la gente, in modo capillare sul territorio italiano, in ogni regione, dal Nord al Sud, ha ripetuto Patrizia Mirigliani.

    Massimo Ghini sa infiammare uno spettacolo: ha cultura teatrale, cinematografica e televisiva, ha verve, ha alternato ruoli brillanti a prove di artista di grande livello. E il primo attore a fare il presentatore delle miss, un termine che piaceva a Walter Chiari: ci prov insieme a Nunzio Filogamo nel 1971 e fu coinvolto in una contestazione di cui per non erano oggetto n lui n il concorso.

    Allinizio della serata televisiva sar proprio Ghini, annunciando le miss, a chiedersi, visto il dibattito di questi mesi, qual il significato del concorso nel costume italiano e quale il ruolo della donna nella societ. Comunque, se ci sar un processo, si pu anticipare che Miss Italia sar condannata ad andare in onda, come sempre. Lo spettacolo, anche se i cambiamenti programmati richiedevano un tempo maggiore, di primordine: una giuria particolare, ospiti e cantanti rispecchiano le intenzioni di proporre una nuova Miss Italia, la Miss Italia di Jesolo e de La7.

  • 574 CON

    CORSO

    NA

    ZION

    ALE - JESO

    LO 14 - 27 O

    TTOBRE 2013

    Miss Italia cambiavolto e conserva la sua modernit, entrando in una Televisione colta e innovativa.

    Difendiamo la nostra tradizione ma siamo attuali e moderni, al passo e forse oltre a quanto viene realizzato sul tema in altri Paesi civili. Miss Italia sotto gli occhi di tutti, nelle piazze stracolme delle selezioni e nei dibattiti, libera da schemi.

    Dopo 25 anni, il trasloco da Rai1 a La7 assume nel suo genere, secondo alcuni, laspetto di un evento epocale.La Rai ha fatto grande il Concorso, ma ritengo che rapporti cos importanti dovevano essere sostenuti e rinnovati, non abbandonati. Come non vengono abbandonati i tanti milioni di telespettatori che avevano la bella consuetudine di assistere, anche come protagonisti con il televoto, a un evento che allestero ci invidiano.

    La bellezza nazionale va tutelata e aiutata e, aggiungo, amata.

    La7 si manifestata come lapprodo pi libero del panorama televisivo italiano poich sulla mia strada ho trovato un imprenditore di ampie vedute che non si fermato di fronte a valutazioni del Concorso molto discutibili.

    Il tempo a disposizione per la realizzazione del programma televisivo stato troppo breve per poter effettuare tutti i cambiamenti che da anni ritenevo indispensabili per la naturale evoluzione di Miss Italia. Volevo inoltre unaMiss Italia che potesse raccontare in tv lattivit sociale svolta durante lanno dalle ragazze che, con queste azioni, sono in primo piano ben oltre la loro bellezza.

    Ma non ho dubbi che, insiemealla televisione La7, in una citt moderna e viva come Jesolo, faremo una grande edizione.

    E sempre la popolarit di Miss Italia, con il suo pubblico, e accentuata soprattutto con lexploit di iscrizioni di questanno, la nota che ci contraddistingue, ma inseguivo da tempo un format nuovo per la presentazione delle ragazze in televisione, una veste che strizzasse locchio anche al mondo della cultura, come avvenuto nei primi anni del Concorso. Una stagione in cui - accanto a Dino Villani e a Enzo Mirigliani - cera la presenza di giornalisti, scrittori e artisti, come Orio Vergani, Cesare Zavattini, Arrigo Benedetti, Giovanni Guareschi, Giovanni Mosca, Paolo Monelli, Enzo

    Grazzini, Vincenzo Buonassisi, Carlo Carr,Vittorio De Sica, Luchino Visconti, Michelangelo Antonioni. E perch non citare Edmondo Berselli, autore del libro dei 70 anni del Concorso?

    A Jesolo e con La7 festeggeremo nel 2014 i 75 anni di Miss Italia. Lo faremo insieme a tutti coloro che amano il Concorso e lo rendono grande ogni giorno: le ragazze, le vere protagoniste del fenomeno Miss Italia; la citt di Jesolo che, in un momento delicato, ha saputo accoglierci con uno slancio impareggiabile e con la tradizionale simpatia della gente del Veneto, realizzando unaspirazione che risale a molti anni fa; i nostri sponsor che, nellanno pi difficile a causa della situazione economica, hanno operato con intelligenza mettendo a frutto le dinamiche pi attuali di Miss Italia. E, ancora, i responsabili regionali della manifestazione, organizzatori di primordine che hanno coinvolto come negli anni doro i Comuni, le Pro Loco, le associazioni di vario tipo che non hanno rinunciato alle annuali feste in piazza con le ragazze delle loro citt.

    Patrizia Mirigliani

    PatrIzIa mIrIglIanI: mIss ItalIa su la7 Per cambIare

  • 6Jesolo: la cItt dI mIss ItalIa 2013 su la7Una realt da vivere tutto lanno

    Parchi, zone verdi, aree per il divertimento e il tempo libero, sono insieme alla sua spiaggia dorata, gli ingredienti che contraddistinguono Jesolo. A pochi chilometri dalle citt darte del Veneto e dalla perla della Laguna di Venezia, Jesolo si stende tra lombreggiata Pineta il polmone verde della citt, e la foce del Sile che labbraccia ad ovest con un porto turistico allavanguardia. Inoltre gli interventi di importanti progettisti internazionali affiancati da architetti locali sono la firma della nuova riqualificazione, del recupero ambientale, del riassetto urbanistico del Comune, volti a creare un territorio unico, che sappia rispondere alle esigenze di residenti, turisti e visitatori.La citt ha lisola pedonale pi lunga dEuropa, con i suoi quasi dodici chilometri di passeggiata. Davvero difficile resistere alle tentazioni dei negozi alla moda di Jesolo, dallabbigliamento ai profumi, dai gioielli ai prodotti di bellezza. Jesolo si sta trasformando per essere vissuta tutto lanno, a misura di famiglia e di giovani. Ideale per praticare sport, da quelli nautici come windsurf, vela, ma anche beach volley, fitness allaperto ed un campo da diciotto buche che ogni anno ospita pi di 80 appuntamenti golfistici. Questestate lo stadio comunale Armando Picchi ha ospitato il ritiro estivo di Alessandro Del Piero e della sua squadra, il Sydney F.C. ed in questi giorni fa da cornice alle giovani promesse dellatletica leggera impegnate nei campionati italiani categoria Allievi e Cadetti.Una vera e propria citt dello sport che vanta anche strutture di altissimo livello come il Pala Arrex, con 4 mila posti a sedere capace di ospitare grandi eventi.Per chi ama invece la natura incontaminata i 150 kilometri di percorsi ciclabili portano alla scoperta delle bellezze paesaggistiche: una Jesolo Green tutta da scoprire. Immergersi in una natura ed un paesaggio rurale che affascina ogni volta che lo si incontra. E laltra faccia di Jesolo, quella lontana dai rumori della spiaggia, per sentire i suoni della natura. Rientrano tra le eccellenze cittadine i sette parchi verdi urbani, in grado di catalizzare da soli, lattenzione degli ospiti di tutto il mondo. Una citt evoluta anche per servizi, comfort, sicurezza, qualit, offerta di strutture ricettive e occasioni per il tempo libero. Sono oltre trecento infatti gli appuntamenti che durante lanno animano la citt dal suggestivo Natale in spiaggia, con il suo monumentale presepe di sabbi