i nostri cani - marzo 2014

Download I Nostri Cani - marzo 2014

Post on 29-Mar-2016

261 views

Category:

Documents

18 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Rivista ufficiale ENCI - I Nostri Cani - di marzo 2014

TRANSCRIPT

  • Post

    e Ita

    liane

    S.p

    .a. -

    Spe

    dizio

    ne in

    abb

    onam

    ento

    pos

    tale

    - D.

    L. 35

    3/20

    03 (c

    onv.

    in L

    . 27/

    02/2

    004

    n 4

    6) A

    rt. 1

    com

    ma

    1 LO

    /MI -

    N. 3

    mar

    zo 2

    014

    marzo 2014

    PASTORE TEDESCOYORKIE

    SHIKOKUCOURSING

    MALAMUTE DAY

    organo ufficiale ENCI

  • SOMMARIO

  • SOMMARIO

    3

    PER I GRUPPI CINOFILISi informano i Gruppi Cinofili ENCI che allinterno de I Nostri Cani sono disponibili gratuitamente pagine dedicate ai resoconti delle Esposizioni Internazionali e Nazionali.Per avere informazioni riguardanti gli aspetti tecnici e le modalit dinvio, contattare la redazione:redazione@enci.it - tel. 0270020358

    Notizie ENCI 4Pastore tedesco, sempre primo 5Piero Alquati

    Yorkie, il trono dopo le miniere 8Roberto Terzuoli

    Shikoku Ken raro e magico 12Giovanna La Ferla

    La valle dei Malamute 16Antonio Battuello

    ... e il lupo invent il cane 20Rosita Trotti

    Tre giorni da Levrieri 26Ascolta che cosa dice la coda del tuo cane 28Giorgio Antonelli

    Ecco la citt dei cani 30I cinofili allUniversit 32Debora Groppetti

    Censimento, la prima volta 34Debora Groppetti

    Il cucciolo, nuovo cittadino 35Roberto Aguzzoni

    36 A Forl, vince il cane della reginaRoberto Aguzzoni

    38 Biella va a milleElena Ronchetta

    40 Genova ripete il successoRenata Bonino

    42 Moschino re dellArenaAnna Maria Bellini

    44 Eboli, parata di stelleRodolfo Grassi

    48 Cos nasce e si riconosce la fistola dermoide

    Cristina Di Palma

    50 Springer, siamo noi i Campioni dEuropa

    Andrea Cupini

    52 Il cane e la societ civileLuisa Di Biagio

    CHI E DOVE

    54 I successi 60 I club 62 Gli allevatori

    TEMPI DI CONSEGNA DI TESTI E FOTO Pubblicit expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente luscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicit expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente luscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente luscita, in merito allo spazio disponibile Successi allestero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile

    inviare a redazione@enci.itSi ringrazia per la collaborazione

  • 4Ai sensi dellart. 9 commi 4, 5 e 6 dello Statuto Sociale, si comunica che lAssem-blea dei Soci dellEnte Nazionale della Cinofilia Italiana convocata in Milano presso lHotel Michelangelo Via Scarlatti n. 33 tel. 02/67551 alle ore 20 di venerd 11 aprile 2014 in 1 convocazione e il giorno 12 aprile 2014 nello stesso luogo alle ore 9,00 in 2 convocazione. LAssemblea va-lida in prima convocazione quando siano presenti o rappresentati almeno la met dei voti spettanti alla totalit dei Soci; lAs-semblea sar valida in seconda convoca-

    BOVARO DELLE FIANDRE

    Il Consiglio Direttivo dellENCI del 24 gen-naio 2014, riscontrata listruttoria effet-tuata dal Comitato Esecutivo del 10 gen-naio 2014 che ha preso in esame la ri-chiesta del Club Italiano Bovaro delle Fiandre riguardante la modifica dei requi-siti per il conseguimento del Campionato italiano di bellezza pervenuta in data 16 dicembre 2013, ha deliberato di prevedere per il superamento della prova CAL1 ai fini della proclamazione a Campione italiano, mantenendo invariato il superamento della prova di CAL2 per laccesso alla classe lavoro in esposizione.

    ASSEMBLEA SOCI ENCI ANNO 2014zione qualunque sia il numero dei Soci presenti o rappresentati.

    ORDINE DEL GIORNO

    Parte ordinaria

    1) Relazione del Presidente sulla gestione dellanno 2013;

    2) Relazione del Collegio dei Sindaci al Bilancio Consuntivo 2013;

    3) Approvazione del Bilancio Consuntivo 2013;

    4) Programma generale dellattivit dellEnte nel 2014;

    5) Approvazione del Bilancio di Previsione 2014.

    I termini e le modalit di versamento delle quote associative, al fine della verifica dei poteri di voto, saranno riportati sulla car-tolina di convocazione assembleare e sono consultabili sul sito ENCI allindirizzo: www.enci.it/assemblea2014

    PASTORE SVIZZERO BIANCO

    Il Consiglio Direttivo dellENCI del 24 gen-naio 2014, riscontrata listruttoria effet-tuata dal Comitato Esecutivo del 10 gen-naio 2014 che ha preso in esame la ri-chiesta del Pastore Svizzero Club Italia di considerare definitivo il regolamento TMC (test morfologico caratteriale) per la razza, ha deliberato di approvare la richiesta che prevede il superamento del test per:

    laccesso in classe lavoro in esposizione; il conseguimento del titolo di Campione

    italiano di bellezza; il conseguimento del titolo di Campione

    sociale.

    Notizie ENCI

    NUOVO TROFEO ENCI GRUPPO 2

    Il Trofeo ENCI Gruppo 2 una manifesta-zione organizzata con cadenza annuale al fine di promuovere e valorizzare la disci-plina dellutilit e difesa. La manifesta-zione riservata alle razze FCI del Gruppo 2 e ai conduttori che siano soci dellasso-

    ciazione specializzata che tutela la razza presentata. Il Trofeo si articola in tre classi:IPO 1: riservato ai binomi di classe IPO1 IPO 2: riservato ai binomi di classe IPO 2 IPO 3: riservato ai binomi di classe IPO 3 Le prove di IPO si svolgeranno sulla base del regolamento in vigore. Il Trofeo ENCI verr assegnato al binomio che avr ottenuto il pi alto punteggio nella rispettiva classe IPO 3, il titolo di Promessa ENCI verr assegnato al bi-nomio che avr ottenuto il pi alto pun-teggio nella classe IPO2 e il titolo di Speranza ENCI verr assegnato al binomio che avr ottenuto il pi alto punteggio nella classe IPO 1. Data e organizzazione:TURBIGO (MI) dal 29-03-2014 al 30-03-2014Comitato: Boxer Club DItalia Via Bellingera 4 Busto Arsizio 21052 VA - Tel. 0331-635996 fax 0331-671497 Giuria: Silvia Marocchi, Nury Albachiaro, Clemente Grosso.Figuranti: Omar Bau, David Grassi, Giacomo Campione. NOTE: le date sono quelle del 29 e 30 marzo per ipo1 - ipo2 - ipo3. Altre info c/o segreteria@boxerclubitalia.it

    Il coordinatore del Comitato utilit, difesa e mondioring

    Francesco Biondolillo

  • Tra le molte razze allevate sotto il controllo genealogico dellENCI spicca, per diffu-sione e attenzione selettiva, il Cane da Pastore Tedesco creato in Germania attra-verso la fusione delle razze da pastore usate dagli allevatori di pecore per la guardia del cascinale e per la conduzione del gregge. Una responsabilit molto im-portante nei secoli passati perch rappre-sentava un mezzo indispensabile per pro-durre fibre animali pregiate non esistendo ancora lausilio delle fibre artificiali. Dalle zone della Turingia, del Wrttemberg e della Svevia i primi allevatori attinsero i soggetti originali guidati nelle scelte dal Capitano di Cavalleria Max v. Stephanitz, un ricco signore che traeva i suoi indirizzi da una vasta cultura e dal rigore che gli proveniva dalle esperienze militari. Ognuna di queste razze aveva pregi e di-fetti e la loro fusione permise di ottenere il modello immaginato e voluto da Max v. Stephanitz che vide realizzarsi, con la na-scita di Horand v. Grafrath, il numero uno della razza e Sieger nel 1899, tenuto in grande considerazione per la morfologia e per il carattere vigile e sicuro, attivo nellimpiego, affezionato al padrone e alla sua famiglia. La strada da percorrere era ancora molto lunga e ardua dovendo im-pegnare gli allevatori a rendere stabili i pregi raccolti non essendo stabilmente fissati nel loro genoma. Il mezzo per rag-giungere questo programma fu limpiego della consanguineit che, foriera di van-taggi ma usata con disattenzione, poteva anche portare grossi danni. Levoluzione della razza dura da poco pi di un secolo. Un lasso di tempo biologica-mente molto breve confrontandolo con i tempi della pressione selettiva che insiste da migliaia di anni per la formazione sta-bile delle razze animali forgiate dalla na-tura. Va rammentato che liter selettivo di molte razze di utilit attravers il periodo delle due Guerre mondiali e molti dei mi-gliori soggetti furono sacrificati per quegli impegni bellici. Di conseguenza, vi fu un rallentamento della selezione ed un impo-verimento qualitativo. La razza, come detto, si svilupp in Germania ma presto il suo successo si diffuse nellEuropa tutta, pi tardi anche in America, poi in altri Continenti. La tutela della sua selezione fu sempre affidata alla Societ Speciale SV che trov sede nel sud della Germania, ad Augsburg, capoluogo governativo della Svevia, cui spett il compito di istituire criteri per esaminare le doti caratteriali e morfologiche. Fu un programma facilitato in Germania dove insita unattenta e ramificata cul-tura selettiva anche per lallevamento di molte altre razze domestiche. La Societ SV incontr sempre difficolt nel mante-nere omogenea la selezione della razza essendo grande la sua diffusione che invo-

    Pastore tedesco, sempre primoLa lenta evoluzione della razza. Il carattere. Limpegno dellAssociazione specializzata

    Il perch di un successo che continua

    Remo Fichtenschlag

    5

    Tra le molte razze allevate sotto il controllo

  • gliava, e invoglia spesso, molte Nazioni ad esaltare caratteristiche dettate da convin-zioni ambientali. In alcune si apprezza solo la morfologia a scapito delle doti ca-ratteriali mentre nellAmerica del Nord il cane viene giudicato con successo per un improprio collo eretto e per una lunga tibia che gli consente di abbassare esagerata-mente il posteriore. In altre si esaspera un posteriore con angolazioni molto chiuse mentre in Cina, il mitologico cane Leone, suggerisce e invoglia lapprezzamento delle teste molossoidi.

    Il Cane da Pastore Tedesco da alcuni de-nominato cane lupo per la rassomi-glianza nellaspetto e, per molti ver